Autore Topic: NetRexx, variante di Rexx Open Source  (Letto 896 volte)

Offline MazinKaesar

  • ASM Lover
  • *****
  • Post: 412
  • Karma: +3/-0
  • Super Robot Pilot
    • Mostra profilo
NetRexx, variante di Rexx Open Source
« il: 11 Giugno 2011, 11:11:58 »


NetRexx è una variante del linguaggio Rexx creato da IBM e famoso in ambito Amiga grazie alla sua variante ARexx. NetRexx è diventato Open Source grazie alla Rexx Language Association (RexxLA).

Fonti:
http://http://www.h-online.com/open/news/item/NetRexx-is-now-open-source-1258908.html
Segnalazione sul forum Amiganews.it
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »






AmigaCori

  • Visitatore
Re: NetRexx, variante di Rexx Open Source
« Risposta #1 il: 14 Giugno 2011, 22:06:44 »
Io avevo sempre erroneamente pensato che AREXX fosse una cosa nata per Amiga...boh...mi stanno crollando troppi miti attorno alla leggendaria Amiga...era meglio prima quando non c'era internet che uno viveva meglio nell'ignoranza :D

Mi domando pero' perche' su Amiga fosse cosi' famoso sto REXX mentre sulle altre piattaforme non sia diventato cosi' utile e sfruttato.  :think:
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re: NetRexx, variante di Rexx Open Source
« Risposta #2 il: 15 Giugno 2011, 06:43:34 »
AREXX è nato su Amiga, ma deriva da REXX, come suggerisce il nome, che è un progetto di IBM.

Su Amiga è diventato famoso perché AmigaOS era il primo s.o. multitasking pre-empitive "mainstream" (non so come tradurla, mi spiace) mentre tutti gli altri erano monotask/batch (oppure, dopo diversi anni, sono arrivati a essere cooperative).

Quindi con quest'ambiente REXX si sposava benissimo e permetteva una comunicazione e un controllo delle applicazioni molto semplice e immediato.

Per questo s'è diffuso rapidamente. Poi Commodore ha deciso di includerlo in AmigaOS, e quindi è diventato parte del sistema, coi vantaggi che ne derivano (è sempre disponibile).

P.S. Uno dei creatori di REXX, Alex Martelli (eh, sì, c'è un italiano :D) è passato poi a lavorare con Python e fa parte degli sviluppatori del linguaggio (ha pure scritto uno dei migliori libri per questo linguaggio). ;)

Tags: