Autore Topic: Commodore64 Gamebase v.13  (Letto 13609 volte)

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re:Commodore64 Gamebase v.13
« Risposta #15 il: 15 Febbraio 2015, 15:28:45 »
Mettiamola in questo modo: se fosse capitato con una mia opera, siti come Lemon non esisterebbero più.

Io non avrei problemi a rilasciare una licenza (per uso strettamente personale) per un prodotto che appartiene al passato remoto dell'informatica.

Ma me lo si dovrebbe chiedere. Altrimenti, come ben sai: la legge non ammette ignoranza. Dura lex...

Offline sys64738

  • Byte Addicted
  • ****
  • Post: 60
  • Karma: +5/-0
    • Mostra profilo
Re:Commodore64 Gamebase v.13
« Risposta #16 il: 15 Febbraio 2015, 15:51:04 »
...sed lex.
Comprendo e rispetto il tuo pensiero. E' probabile che molti altri come te la pensino allo stesso modo.
Ma sottolineo due cose, la prima è che il mio post non vuole essere incentrato sulla liceità di scaricare materiale coperto da copyright o meno.
La seconda è che non mi interessa giudicare quale sia il modo migliore di operare per siti che mettono a disposizione tali materiali, facevo solo una mia personale considerazione basata esclusivamente sulla logica e sul buonsenso.
Per tornare on-topic, ho notato che il sito www.bu22.com al momento non è accessibile.
Per chi fosse interessato ai sorgenti del GAMEBASE, vi metto il link di tale materiale disponibile su SOURCEFORGE:
http://sourceforge.net/projects/gamebase/files/gamebase/

Saluti a tutti.
In ciascuno di noi esiste un "codice".Il codice non è quello che siamo ma è quello che possiamo fare. E' il nostro potenziale!

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re:Commodore64 Gamebase v.13
« Risposta #17 il: 15 Febbraio 2015, 19:29:40 »
Capisco perfettamente il tuo pensiero, e sarei un ipocrita se ti dicessi che in passato non abbia scaricato roba non licenziata, incluso il gamebase64. Ma sono anni che non lo faccio più, perché come sono programmatore io che voglio vedermi riconosciuto il mio lavoro, lo sono anche gli altri. Infatti i programmi che uso sono licenziati; non vedo crack e serial number da tempo immemore.

Offline sys64738

  • Byte Addicted
  • ****
  • Post: 60
  • Karma: +5/-0
    • Mostra profilo
Re:Commodore64 Gamebase v.13
« Risposta #18 il: 15 Febbraio 2015, 19:36:53 »
Direi che è una giusta prassi, che condivido.

Del resto sviluppo anch'io e capisco perfettamente ciò che intendi.
In ciascuno di noi esiste un "codice".Il codice non è quello che siamo ma è quello che possiamo fare. E' il nostro potenziale!

Offline Nonefonow

  • Guru
  • *****
  • Post: 1979
  • Karma: +36/-3
    • Mostra profilo
Re:Commodore64 Gamebase v.13
« Risposta #19 il: 15 Febbraio 2015, 23:42:48 »
La "Universal Copyright Convention" stabilisce un minimo di anni per avanzare i diritti d'autore. Se non rinnovati tali diritti possono anche scadere. 

Adesso non so tutti i particolari, ma un gran numero di giochi per il C64 sono stai rilasciati tali dai vari autori.  Aziende come Psytronik e RGCD e i loro autori regolarmente rilasciano certi giochi da scaricare gratis. E il lavoro di quei programmatori e' certamente riconosciuto.

In ogni caso sono convinto che nel Game Base64 (come in Lemon 64 o nel CSDB) il numero di programmi ancora protetti dal diritto d'autore, dove l'autore voglia far vantare tali diritti, sia proprio minimo. 

Rimane il fatto che dal punto di vista puramente della legge scaricare certi giochi e' da considerare illegale. 

Ma nel caso del C64 e' certmente un atto che non causa nessun danno.



Offline TheKaneB

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5292
  • Karma: +20/-23
    • Mostra profilo
    • http://www.antoniobarba.org
Re:Commodore64 Gamebase v.13
« Risposta #20 il: 16 Febbraio 2015, 10:37:12 »
il copyright su un'opera d'ingegno, se non ricordo male, scade in alcuni paesi dopo 70 anni dalla morte dell'autore.
Non so se la cosa si applica anche al software (significherebbe che tutto il software fin'ora prodotto sarebbe ancora lungi dallo scadere).

Offline Nonefonow

  • Guru
  • *****
  • Post: 1979
  • Karma: +36/-3
    • Mostra profilo
Re:Commodore64 Gamebase v.13
« Risposta #21 il: 16 Febbraio 2015, 15:41:17 »
il copyright su un'opera d'ingegno, se non ricordo male, scade in alcuni paesi dopo 70 anni dalla morte dell'autore.
Non so se la cosa si applica anche al software (significherebbe che tutto il software fin'ora prodotto sarebbe ancora lungi dallo scadere).

Bhe si.  Ma esiste, principalmente negli Stati Uniti, anche la prova di "economic loss". Avere il diritto non e' abbastanza che non si riesce a dimostrare che tale diritto e' stato abusato e ha causato una perdita economica.
Nel caso remoto che un autore di software per il C64 decida di intentare un causa contro, p.e. il Gamebase, dovrebbe dimostrare che le azioni del Gamebase gli hanno procurato una perdita.  Visto che i giochi per il C64 non sono piu' in vendita tale perdita non si puo' quantificare.
 
   

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re:Commodore64 Gamebase v.13
« Risposta #22 il: 16 Febbraio 2015, 20:42:15 »
Ma questo varrebbe soltanto negli USA, per l'appunto. In Italia ti prenderebbero lo scalpo, e se ci sei residente ma scarichi dagli USA sei ugualmente soggetto alle leggi del paese in cui vivi (per quanto possa valere la legge in Italia).

Offline Nonefonow

  • Guru
  • *****
  • Post: 1979
  • Karma: +36/-3
    • Mostra profilo
Re:Commodore64 Gamebase v.13
« Risposta #23 il: 17 Febbraio 2015, 17:10:39 »
Rimane la questione di praticita' e di applicazione. 


Dubito altamente che la GDF abbia tempo di occuparsi di una decina di 64isti che si scaricano del software di 30 anni fa.


Come dubito che gli eventuali detentori dei diritti vogliano fare causa per lo stesso motivo.




Da un punto di vista utopistico comunque sarebbe bello se i soli problemi sociali fossero dovuti a un paio di hackers che copiano il software per il C64. (e non quelli che ti rubano $1B dalle banche).   ;D ;D ;D
     

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re:Commodore64 Gamebase v.13
« Risposta #24 il: 17 Febbraio 2015, 22:32:03 »
In Italia le forza di polizia hanno l'abitudine di mettere in croce il singolo, piccolo, cittadino che copia un gioco, e lasciare a spasso i grandi evasori...

Offline andcar

  • Geek
  • ***
  • Post: 19
  • Karma: +1/-1
    • Mostra profilo
Re:Commodore64 Gamebase v.13
« Risposta #25 il: 22 Febbraio 2015, 11:25:22 »
il copyright su un'opera d'ingegno, se non ricordo male, scade in alcuni paesi dopo 70 anni dalla morte dell'autore.
Non so se la cosa si applica anche al software (significherebbe che tutto il software fin'ora prodotto sarebbe ancora lungi dallo scadere).

Ecco, lungi da me iniziare un flame sui brevetti "per le opere di ingegno", anche se la penso in modo diametralmente opposto da quello che molti di voi sostengono. Ma nessuno di voi pensa sia folle 70 (SETTANTA) anni dopo la morte dell'autore! A chi fa comodo una scadenza così lunga? (qualcuno ha nominato ad esempio Disney...).
Ma chi ha prodotto software 25 o 30 anni fà non ha guadagnato a sufficienza? (o un film o un libro etc)
Ovviamente IMHO...  8)

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re:Commodore64 Gamebase v.13
« Risposta #26 il: 22 Febbraio 2015, 11:29:40 »
Posso risponderti con un'altra domanda: perché si dovrebbe accorciare tale periodo? Non lo prescrive il medico di dover per forza avere tutto, "subito", e gratis.

L'opera dell'ingegno è, per l'appunto, frutto del lavoro di qualcuno che s'è spremuto le meningi per realizzare un certo prodotto, inclusa una certa idea. Ed è giusto che ne colga i frutti, il più possibile IMO.

Sia chiaro: non voglio polemizzare. E' che bisogna riflettere sul fatto che stiamo parlando del LAVORO svolto da qualcuno.

Offline Amig4be

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 6000
  • Karma: +45/-27
    • Mostra profilo
    • Commodore Computer Blog
Re:Commodore64 Gamebase v.13
« Risposta #27 il: 22 Febbraio 2015, 11:59:37 »
Ma in realtà è mai successo che un gioco non in vendita da decine di anni e non reperibile se non nel mercato dell'usato (in modo del tutto aleatorio) è stato causa di sanzione/multa/provvedimento? Magari è possibile invocare il principio anglosassone (ben regolamentato negli USA) del Fair Use per scopi conservativi, duvulgativi, didattici e storici.

L'oggetto e la natura dell'uso, in particolare se ha natura commerciale oppure didattica e senza scopo lucrativo;
La natura dell'opera protetta;
La quantità e l'importanza della parte utilizzata, in rapporto all'insieme dell'opera protetta;
Le conseguenze di questo uso sul mercato potenziale o sul valore dell'opera protetta.

Il punto 4 è cruciale...



Questo però non vale in italia, dove invece c'è questo articolo. ma non riguardante il software, che apre al fair use di alcune opere protette da copyright

È consentita la libera pubblicazione attraverso la rete internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro. Con decreto del Ministro per i beni e le attività culturali, sentiti il Ministro della pubblica istruzione e il Ministro dell’università e della ricerca, previo parere delle Commissioni parlamentari competenti, sono definiti i limiti all’uso didattico o scientifico di cui al presente comma».

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re:Commodore64 Gamebase v.13
« Risposta #28 il: 22 Febbraio 2015, 14:01:27 »
Ma in realtà è mai successo che un gioco non in vendita da decine di anni e non reperibile se non nel mercato dell'usato (in modo del tutto aleatorio) è stato causa di sanzione/multa/provvedimento?
Francamente non ne ho idea.
Citazione
Magari è possibile invocare il principio anglosassone (ben regolamentato negli USA) del Fair Use per scopi conservativi, duvulgativi, didattici e storici.
Il problema è che per il software ci rientrerebbero soltanto robe come le enciclopedie multimediali, i corsi di didattica, ecc. Conversare un videogioco, come pure una vecchia versione di Office per fare un esempio completamente diverso, non ha alcun senso: sono fatti per essere usati.
Citazione
L'oggetto e la natura dell'uso, in particolare se ha natura commerciale oppure didattica e senza scopo lucrativo;
La natura dell'opera protetta;
La quantità e l'importanza della parte utilizzata, in rapporto all'insieme dell'opera protetta;
Le conseguenze di questo uso sul mercato potenziale o sul valore dell'opera protetta.

Il punto 4 è cruciale...
Ma è anche quello che aprirebbe le porte all'uso indiscriminato di qualunque cosa, con la scusa che "ma tanto non fa danno a nessuno".

E' una cosa da ponderare molto bene.
Citazione
Questo però non vale in italia, dove invece c'è questo articolo. ma non riguardante il software, che apre al fair use di alcune opere protette da copyright

È consentita la libera pubblicazione attraverso la rete internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro. Con decreto del Ministro per i beni e le attività culturali, sentiti il Ministro della pubblica istruzione e il Ministro dell’università e della ricerca, previo parere delle Commissioni parlamentari competenti, sono definiti i limiti all’uso didattico o scientifico di cui al presente comma».
Ottimo articolo, che condivido pienamente, ma vedi sopra. Il punto è che l'unica cosa didatticamente valida nello studiare Doom, ad esempio, riguarda i sorgenti. Per il resto non c'è nulla di didattico nello splatterare mostri a destra e a manca col fucile a pompa. ;D

Offline andcar

  • Geek
  • ***
  • Post: 19
  • Karma: +1/-1
    • Mostra profilo
Re:Commodore64 Gamebase v.13
« Risposta #29 il: 22 Febbraio 2015, 14:05:56 »
Non sono d'accordo!
A parte che i 70 sono stati prolungati da poco proprio per evitare che topolino e & C siano divenuti di pubblico domino.
E' chiaro che esistono meningi e meningi... ???
Entriamo nello specifico del software. Che fine avrebbero fatto i splendidi arcade senza MAME? A questo punto scaricare le roms è rubare o preservare? E i libri fuori catalogo ma ancora coperti da copyright? Divulgarli vuol dire preservarli o rubare? (e così via per la mucica etc..)
Una cosa è scaricare film e software e musica recente e ancora acquistabile un'altra cosa è per "prodotti di ingegno" ormai irreperibili.
Mi dispiace ma proprio non mi sentirei in colpa se giocassi a qualche gioco del C=64 di 30 anni fa senza avere la liberatoria...

Tags: