Autore Topic: Amiga vs. C=64  (Letto 53366 volte)

Offline lucommodore

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 6176
  • Karma: +48/-9
    • Mostra profilo
Amiga vs. C=64
« il: 08 Gennaio 2014, 19:57:06 »
@Seiya
Girala come vuoi, io non me la sono affatto presa e poi lo vedono tutti come ti comporti.
Mi tengo la mia opinione bonaria, al limite ne discuto con chi ne ha voglia davvero e con chi ha interesse per l'argomento di cui si parla...

http://www.youtube.com/watch?v=zJT_MKA3i04


@lucommodore
Tecnicamente qualche barebone potrebbero ancora sputarlo fuori, il problema sono le tastiere che erano prodotte da un Partner di C=USA e pezzo fondamentale del C=64x

non si può ovviare al problema con degli appositi adesivini per tasti? Si trovavano su ebay...
Troppo brutti? Non ce ne sono di quel marrone?
Solo chi è folle sfida le sue molle!
http://www.questolibro.it/retro-garage << Scambio/Vendo RetroGame

Offline Nonefonow

  • Guru
  • *****
  • Post: 1974
  • Karma: +36/-3
    • Mostra profilo
Re:Amiga vs. C=64
« Risposta #1 il: 08 Gennaio 2014, 20:19:32 »
Mi tengo la mia opinione bonaria, al limite ne discuto con chi ne ha voglia davvero e con chi ha interesse per l'argomento di cui si parla...

http://www.youtube.com/watch?v=zJT_MKA3i04


Come si dice nei commenti del video, bene adesso parliamo di cromosomi.
 

Offline Amig4be

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 6000
  • Karma: +45/-27
    • Mostra profilo
    • Commodore Computer Blog
Re:Amiga vs. C=64
« Risposta #2 il: 08 Gennaio 2014, 20:56:28 »

@lucommodore
Tecnicamente qualche barebone potrebbero ancora sputarlo fuori, il problema sono le tastiere che erano prodotte da un Partner di C=USA e pezzo fondamentale del C=64x

non si può ovviare al problema con degli appositi adesivini per tasti? Si trovavano su ebay...
Troppo brutti? Non ce ne sono di quel marrone?

non so...  certo che C=USA mica lavorava con gli adesivini :( SOB





Offline lucommodore

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 6176
  • Karma: +48/-9
    • Mostra profilo
Re:Amiga vs. C=64
« Risposta #3 il: 08 Gennaio 2014, 21:22:58 »
@Amig4be
in effetti erano molto attenti sul design, anzi Altman avviò il suo business a marchio C= basandosi proprio sulla cura di queste cose...
Ricordi che razza ricerca fecero solo per ritrovare il colore del Commie originale?
La scomparsa di Altman e la fine di C=USA sono state una bruttissima botta per chi è davvero fan della C=.
 :'(
Solo chi è folle sfida le sue molle!
http://www.questolibro.it/retro-garage << Scambio/Vendo RetroGame

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re:Amiga vs. C=64
« Risposta #4 il: 08 Gennaio 2014, 21:38:17 »
Anche qui ne fai una questione quantitativa e non qualitativa. No, il VIC-20 realizzò la visione di Tramiel come computer per le masse, e col quale competere con gli altri produttori di home computer. Questi sono fatti, Luca. Il C64 arrivò dopo, proprio grazie all'enorme successo del VIC-20, e costava pure più di quest'ultimo. Tra l'altro, nonostante il ciclo di vita ridotto (perché subentrò il C64), il VIC-20 vendette un bordello di pezzi...
Compare, se la visione era "Computer for the masses..." allora lo stesso Zio Jack Tramiel ne faceva una "questione quantitativa"!
Sì: il prezzo per rendere accessibile il computer alla massa. Questa era la quantità che interesseva a Tramiel. E fu col VIC-20, ribadisco, che realizzò la sua visione di vendere computer a tutti, con una buona dotazione di hardware.
Citazione
Il Vic-20 vendette 6.000.000 di pezzi aprendo la strada per il suo successore, il C=64, che, lui sì, vendette alle vere masse in tutto il mondo, con stime che vanno oltre i 15.000.000 quando il computer nelle case non c'era ancora mai stato.
Bene. E allora? Rimane una questione puramente quantitativa. Chi ha fatto lo spartiacque? Chi, insomma, ha dato il via al cambiamento radicale del mercato? Il VIC-20.

Per prendere un esempio completamente diverso, Intel commercializzò il primo microprocessore, il 4004, ma vendette poco (anche perché all'epoca il management non aveva capito l'immenso tesoro che aveva in mano; il core business dell'azienda erano le memorie). L'8086, invece, vendette immensamente di più, e ancora oggi domina. Ma fu il 4004 a rivoluzionare il mercato: c'è un prima e un dopo il 4004...
Citazione
L'incremento di successo non fu ripetuto nel passaggio dal Commie ai modelli Amiga che vendettero singolarmente anche meno del Vic-20...
Lo credo bene: c'era una differenza di prezzo abnorme.
Citazione
Perché poi? Per il prezzo?
Assolutamente sì.
Citazione
Per le dimensioni?
Naaaa. 500, 600, e 1200 erano molto piccoli.
Citazione
Per il fatto che non era così semplice collegarlo alla TV? ::)
Scusami Luca, ma l'hai mai avuto un Amiga in mano? Non so, non mi pare ci volesse l'arca di scienza per collegarlo al televisore.
Citazione
Eppure Amiga fu pubblicizzato anche di più del Commie e aveva almeno la stessa distribuzione...
Mi spiegherai com'è che la Barchetta di Fiat abbia venduto meno della 500: eppure hanno la stessa distribuzione...
Citazione
... Col C64 potevi soltanto giocarci, complice anche i clamorosi errori degli ingegneri Commodore (che fecero danni incredibili con la periferica più importante in assoluto: il floppy drive). Era una macchina "home", ma il cui target principale era il: "PRESS PLAY ON TAPE".
Citazione
Per la maggior parte della gente il Commie è stata una console da gioco ma uscì infinito software per lavorarci, esattamente come l'Amiga.
Primo, quello che si poteva fare e il livello di produttività era a dir poco primordiale.
Secondo, l'infinito software di cui parli ammonta a qualche centinaio di applicazioni (se va bene), contro qualche migliaio per Amiga (che tutt'ora vengono rilasciate).
Non c'è proprio paragone...

Beh ma che c'è di strano in questo? :o
Il sw "produttivo" per Amiga non è forse anch'esso pochissimo rispetto a quello che è uscito in seguito, ad esempio, per windows?
E non risulta forse anch'esso primordiale rispetto a quanto è uscito in seguito?
No, non tutto. Ci sono ancora applicazioni godibilissime e utilissime ancora oggi. Deluxe Paint o Personal Paint, ad esempio, vengono usati da pixel artist.
Citazione
Il paragone c'è eccome, va rapportato ai tempi e non credo assolutamente che ci sia stata più gente ad aver lavorato su Amiga rispetto a quella che ha lavorato sul Commie.
Sennò si potrebbe facilmente dimostrare, no?
Ma è proprio quello che chiedo da un pezzo. Vogliamo vedere di concreto cos'è finito in mano alla gente? Tenendo conto del periodo, ovviamente.
Citazione
L'Amiga è stato un personal computer: una macchina favolosa e... a 360°. Potevi farci di tutto: dai giochi alle applicazioni, dalla produttività personale a quella professionale, e poi roba "strana" come l'emulazione (autentica rivelazione per me).
Professionale con Amiga? Immagino davvero poca roba...
Non avendolo avuto, puoi soltanto immaginare, infatti. E immagini molto male...
Citazione
E non dirmi desktop publishing perché quello si faceva emulando il Mac ed era tutt'altro che professionale: ZZap! ad esempio lo impaginavano su Mac ma poi lo stampavano "in ufficio" e portavano le stampe al fotolitista che ci "tirava fuori" le lastre per la stampa passando per procedimenti analogici. Bello schifo eh?
Io impaginavo con Professional Page, usando font vettoriali, e i risultati che ottenevo col mio 2000 "nudo" (classica versione con 1MB di RAM) erano tutt'altro che uno schifo. L'unico limite era rappresentato dalla mia stampante, che era una Epson ad aghi (24), ma di ottima fattura. Ovviamente non potevo competere con una laser o una bubble-jet dell'epoca.

Non sto nemmeno parlando di PageStream, tra l'altro, ma di un prodotto precedente e molto più limitato.

Ma si vede che, come al solito, parli senza avere la minima idea del software che era a disposizione su Amiga.
Citazione
E non dirmi che giochi e applicazioni mancavano per Commie perché Amiga manco li ha tutti quei giochi e robe tipo word processor anche per Commie ce n'erano a dozzine.
Ah, sì? Vogliamo vederli, cortesemente? Così ci rendiamo conto di quello che erano in grado di fare.

Tra parentesi, word processor per Amiga non mancavano di certo, ed erano di ottima fattura, alcuni con supporto a font vettoriali.
Citazione
Per non parlare della musica: su Amiga uscirono i primi tracker ma, se fosse stato davvero eccellente come si diceva il suono di Amiga, allora perché non se n'è mai visto uno su di un palco mentre di Commie sì (soprattutto ultimamente)? Anche ai tempi Amiga non l'usava nessuno per suonare seriamente, si compravano sintetizzatori e, quelli sì, erano "professionali".
Ma che c'entra questo? Sono due cose totalmente diverse! Amiga è stato impiegato nella musica, e pure di recente c'è stato qualche "outing" di artisti che hanno dichiarato di averlo usato per realizzare i loro pezzi.

Non è che doveva essere usato per forza usato infilato in una tastiera. Cosa peraltro difficile da fare, perché Paula era UN componente del chipset dell'Amiga, mentre il SID del C64 si poteva (e s'è fatto) benissimo prendere da solo e usarlo in qualunque altro sistema.

Ciò precisato, grazie ai tracker Amiga ha formato migliaia e migliaia di musicisti, che hanno potuto sperimentato e divertirsi a comporre musica.

Last but not least, Bars & Pipes era un programma talmente ben fatto che è stato acquisito dalla Microsoft, che ne ha utilizzato poi il core per la sua libreria di gestione del suono: DirectSound.

E sempre per rimanere in tema di roba comprata da Microsoft, il famoso compressore LZX è stato da lei comprato, ed è diventato l'algoritmo alla base dei famigerati file CAB che vengono impiegati nell'installazione delle applicazioni.

Come vedi il software che circolava per Amiga era talmente buono che ancora oggi lo usano centinaia e centinaia di milioni di persone.

Uguale uguale al C64...
Citazione
Amiga è durato una dozzina d'anni, e continua ancora sebbene con ben altri numeri. Non capisco come tu possa ignorare la scena Amiga attuale. No, non mi riferisco a quella cosiddetta NG, ma agli Amiga (quelli veri), che godono ancora di sviluppo sia software che hardware.
Qualche esempio decente da non ignorare? Io non trovo mai nulla, va bè che cerco sempre roba solo per A500 e non per Amigoni più pompati...
Puoi cercare su Aminet, come ti è già stato suggerito.
Citazione
Ad ogni modo se Amiga è durato una dozzina d'anni (sommando ocs, ecs, aga), il Commie DURA ANCORA da più di 30 anni. Quindi importa poco 'sa frittata come la vogliamo girare..
Qui l'unico che ha voluto giocare a sparare numeri sei tu. Hai detto che Amiga è durato 5 anni, e questo è PALESEMENTE FALSO: dopo la bancarotta di Commodore è stato ancora in auge per 2-3 anni. Poi il mercato ha subito un inevitabile collasso.

E' per questo che ho voluto precisare come stavano le cose.
Citazione
Per il C64, peraltro, escono soltanto giochi...
Escono giochi, software, hardware e persino software per windows per produrre per Commie...
Mentre per produrre per Amiga spesso si usa... lo stesso Amiga. Non so se riesci a notare la differenza...
Citazione
HW a parte, trovi tutto sul CSDb.dk ma devi avere voglia di perdercelo quel poco di tempo... ::)
Se hai dei titoli di spessore per ogni categoria posso dargli un'occhiata, ma non mi va di perdere tempo dietro a una sterile lista.
Citazione
Citazione
Poi me lo immagino che suonazzi uscivano con il SID emulato dal Paula... :'(
Beh, tanto male non va di certo, visto che con Paula si può arrivare a riprodurre sample a 56Khz e 14 bit. Potresti provare con un SID player per Amiga (su un Amiga vero, ovviamente) e provare tu stesso lo stesso chip riprodotto da un C64 vero.
La peculiarità del suono del Commie è che è analogico, su Amiga diventerebbe digitale e non avrebbe senso. Già fa schifo il suono quando uso il vice o il SID player per Mac OS X... :-\
Permettimi: il fatto che un segnale sia digitale NON vuol dire che sia necessariamente più scarso di un analogico. A meno che non hai l'udito di Superman, rimani sempre un essere umano e l'orecchio ha i propri limiti.

Paula non sarà perfetto come il vecchio SID, ma quanto a qualità del segnale audio generato si difende molto bene. In passato è stato utilizzato, infatti, per pilotare dei laser con precisione.
Citazione
Veramente mi riferivo ai giochi Amiga che escono di recente! E' ovvio che, senza risorse adeguate, non possono essere realizzati capolavori comparabili a quelli dell'epoca. Mentre su C64 ciò è possibile, perché è una macchina molto limitata a livello di hardware, per cui lo sviluppo richiede di gran lunga meno risorse.
Il packaging di lusso, poi, non c'entra una fava con tutto ciò!!!
Ah ma nessuno spera in chissà quali capolavori: per fare un semplice giochino carino per Amiga non occorrerà certo un anno di lavoro di una squadra di 20 coders!
No, ma servono anche grafici e musicisti. Creare grafica e musica richiede non poco tempo, e tu dovresti saperne qualcosa.
Citazione
Fatto sta che quei pochissimi giochi che escono adesso sono di gran lunga peggiori anche dei primissimi videogiochi per A500...
Che erano i primi, e dunque la macchina non la si conosceva bene, per cui ci poteva stare. Quelli che escono per Amiga sono per lo più roba amatoriale, per cui non puoi confrontarli coi prodotti realizzati da una software house.
Citazione
E il packaging c'entra eccome, si tratta di una sorta di "indotto" artigianale e artistico. Vogliamo far finta di niente sul fatto che ottimi illustratori si ispirino ancora oggi con il Commie mentre gli amighisti pensano ancora a Andy Warhol, pagato dalla C= per farsi vedere con l'Amiga alla mega-convention degli '80?  :'(
A me interessa la sostanza: il gioco. Se mancano i giochi, figurati quanto può essere importante il packaging...

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re:Amiga vs. C=64
« Risposta #5 il: 08 Gennaio 2014, 21:39:00 »
Infine periferiche ne escono ancora per Amiga. Proprio di recente, ad esempio, è stata annunciata una scheda acceleratrice "di lusso" per Amiga 600.
Che, come al solito, costerà molto di più dell'A600 stesso e servirà a far girare più velocemente una manciatella di software obsoleto.
Che però è tanto, e trae giovamento da questi oggettini. D'altra parte è il motivo per cui hanno mercato.

Ma dimmi: l'hardware per C64, dunque, costa poco?
Citazione
Questa roba, più o meno performante, esiste già da quando Amiga perse il primato tecnologico; si tratta dei soliti mostri di Frankenstein e non servono MAI a rilanciare alcunché così come non servirono tanti anni fa a mantenere alcunché di Amiga sul mercato.
Intanto il fatto che li etichetti come Frankenstein qualifica già la tua visione malamente distorta e preconcetta.

No, sono schede acceleratrici che s'infilano nello slot d'espansione, esattamente come quelle che sono state sviluppate all'epoca in cui furono vendute quelle macchine. Quindi dovremmo chiamare Frankenstein pure quelle?

Mah. Caliamo un velo pietoso, che è meglio...
Citazione
Per C64 escono giochi e basta, perché alla gente, esattamente come allora, piace giocare. Sic et simpliciter.
A parte che non è vero, dici che su Amiga invece ci lavorano? In quanti?
Guarda Aminet, come già detto.
Citazione
Amiga era una console da gioco per la maggior parte dei suoi utenti, ALMENO quanto lo era il C=64.
Ma anche no: Amiga aveva software di gran lunga più versatile e anche professionale, che consentiva di usarlo in maniera non ludica molto più rispetto al C64.
Citazione
Per realizzare roba su Amiga serve di gran lunga più tempo, ed è il motivo per cui non vengono rilasciati giochi "di lusso": il gioco non vale la candela, perché non si rientrerebbe assolutamente dai costi.
Quindi tu sostieni che per fare un "semplice" Super Bread Box per Amiga occorrerebbe più tempo rispetto a quanto è occorso per farne la versione per C=64? Quanto di più?
Te lo chiedo perché se uscisse un giochino così per Amig sarebbe già fantastico...
Se lo vuoi esattamente come quello del C64, ci si sta poco a realizzarlo. Si prende AMOS o BlitzBasic, e in poco tempo si realizza.

Ma se vuoi un gioco che ha una qualità "proporzionale" (cioè elevata), devi spenderci un bel po' di tempo nello sviluppo e ottimizzazione del codice, nella grafica, e nel sonoro.
Citazione
Compare, ma mi sento preso in giro così. La maggior parte di quella roba non l'avevo vista né sentita all'epoca. Credo si tratti di roba realizzata a posteriori; molto a posteriori.
In quel sito trovi un po' di tutto in ordine sparso. C'è anche del sw della vecchia Commodore... Era un esempietto.
Ma almeno era il top per le rispettive categorie? Così almeno ho un punto di riferimento.
Citazione
Se bisogna fare dei confronti, li si fa per capire cosa finì nelle mani della gente all'epoca del periodo di splendore delle rispettive piattaforme. Altrimenti non ha proprio senso...
Compare, di applicativi per Commie ne uscirono tantissimi! 
Se vuoi restringere il paragone alle "epoche d'oro" non c'è confronto tra il successo del Commie e quello dell'Amiga ed è una questione di numeri perché si tratta in pratica dello stesso prodotto commerciale come posizionamento sul mercato (in tempi diversi);
se invece vogliamo parlare di tutto l'arco temporale dalla commercializzazione delle due macchine, allora non c'è confronto manco di striscio perché il Commie macina sempre di più mentre per Amiga è un disastro: esce solo hardware d'espansione che serve a pomparsi l'Amiga per motivi "strani" e un Putty Squad ogni 20 anni... :(
Mi sono sempre riferito all'epoca delle rispettive macchine.

Ma a parte questo, NON è una questione quantitativa. Non è che se su C64 trovo 1000 word processor, allora vuol dire che in questo campo la qualità era elevata. E' una stupidaggine colossale. Quel che conta è la bontà del software in sé: cosa metteva a disposizione dell'utente, e in che modo consentiva di essere produttivi. Non mi stancherò mai di ripeterlo.

Per essere chiari: puoi avere migliaia di applicazioni, ma se fanno cacare, la situazione rimarrà merdosa (scusa lo scenario rivoltante). Se, invece, hai qualche applicazione di spessore, il discorso cambia.
Citazione
...parlo di vedere cos'è che arrivava in mano alla gente, e quindi cosa poteva effettivamente farci a livello di produttività personale o addirittura professionale.
Beh compare, col Commie si scriveva con diversi Word processor,
Quali? Hai un elenco? Quali erano i migliori?
Citazione
c'erano sw per fare fogli di calcolo, disegnini rasterini, musichine, si imparava con sw educativo, si programmava, per gli scrubbi come me c'era pure roba come SEUCK e c'era anche qualche softwarino per il publishing ma per lo più inteso come striscioni (ai tempi i fogli perforati della stampante erano "continui"), foglietti e biglietti...
Guarda, si classifica tutto coi termini che hai usato: ini, ine. Disegnini, musichine. E' di solare evidenza che la qualità di quei prodotti era scarsa, e ci potevi fare poco. Sei tu stesso a sminuirli, coi diminutivi che hai usato.

Su Amiga la situazione era molto diversa, invece.
Citazione
Aggiungendo periferiche
Quali?
Citazione
e REU (nulla che obbligava l'utente ad aprirsi il computer e "andare" sulla schedazza)
Cos'è questo REU?
Citazione
si poteva fare anche molto di più: c'era il modem per primordiali bbs e televideo,
Ecco, software per BBS per Amiga ce n'era a VAGONATE e molto di OTTIMA, ECCELLENTE qualità.
Citazione
varie evoluzioni del GEOS
Tipo?
Citazione
e sw che ci girava "dentro",
Arrivato nel? 1986 il GEOS, quando eravamo già in piena era Amiga. E il software per GEOS sarà arrivato anche dopo, immagino.
Citazione
c'era il mouse,
Quanto software lo usava?
Citazione
un device che gli permetteva di parlare,
C'era il SAM per C64. Mentre l'Amiga aveva il narrator.device già di base, che poteva anche essere usato dalle varie applicazioni, visto che era, appunto, un device di sistema.
Citazione
ecceteramila...
Elenca, elenca pure. Non fermiamoci.
Citazione
C'era un po' di tutto ma, ovviamente, tutto era molto primitivo e limitato.
Ecco, vedi che ci sei arrivato anche tu?
Citazione
Chiaro che in seguito, con il potenziarsi dei Computer e di conseguenza del relativo sw, queste attività si facevano meglio, si facevano più spesso, se ne facevano di più e pian piano si andava verso una dimensione più professionale ma questo è ciò che è sempre accaduto e continua ad accadere con l'evolversi della tecnologia consumer.
Già. Solo che la tecnologia ci ha consegnato dei computer con un s.o. che offre una base comune per le applicazioni. E all'epoca Amiga ne offriva uno che era pure multitasking pre-emptive, con tutto quello che normalmente ci si aspetta anche oggi da un s.o..

Il C64 ci ha consegnato il suo Kernal che veniva usato da una sola applicazione alla volta, e con servizi di bassissimo livello. Dire che fosse primitivo era fargli un complimento.

Riesci a cogliere la differenza fra le due cose?
Citazione
E' vero però che ai tempi del Commie i migliori applicativi uscivano solo su cartuccia o su floppy, quindi chi aveva solo il datassette (gli italiani ad esempio) faceva fatica
E diciamo pure che diventava praticamente impossibile farci qualcosa.

Oltre al fatto che il floppy drive costava una fucilata, e le cartucce erano di gran lunga più care delle cassette.
Citazione
ma ciò non toglie che per la grande maggioranza dell'utenza anche Amiga era una console da gioco o, almeno, lo era l'A500 che significa circa l'80% dell'utenza Amiga dei tempi d'oro.
E la stessa utenza, però, qualche volta infilava il disco del Workbench, quello del Deluxe Paint, dell'Audiomaster, ecc. ecc. Cosa che con un C64 difficilmente faceva.

La cogli finalmente la differenza?

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re:Amiga vs. C=64
« Risposta #6 il: 08 Gennaio 2014, 21:40:13 »
Dal punto di vista di produttivita', per farla breve, basterebbe elencare la suite di GEOS.  Praticamente l'equivalente del MS Office dei giorni nostri.
 
Vi allego una foto della mia collezione dei prodotti GEOS.
Quando è arrivata? Girava tutta su C64 base + 1541 + mouse?

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re:Amiga vs. C=64
« Risposta #7 il: 08 Gennaio 2014, 21:41:47 »
il commodore è commercialmente morto, ma rivive grazie all'emulazione semplice che gira su ogni piattaforma e gli sviluppatori creano giochi e programmi anche in funzione
di questo.
Gli sviluppatori per Amiga sono per il 90% dei fissati che non faranno mai un gioco per un emulatore e quindi fanno i loro software (non giochi, perchè non sono in grado di farli) è limitato al numero di questi.
Teniamo conto che questo 90% sono 20 persone..

Bisogna anche vedere le capacità dei singoli. Può essere che gli sviluppatori amatoriale del C64 siano dei geni in grado di fare 100 giochi a testa e su Amiga non sono in grado di farne neanche uno..
Per spremere come si deve un'Amiga serve MOLTO più tempo, come già detto. Se ti deve andare bene, devi mettere sul piatto 100 mila euro e impiegare 3 persone a tempo pieno per un anno. E deve andare di lusso, perché queste persone devono essere già capacissime.

AmigaCori

  • Visitatore
Re:Amiga vs. C=64
« Risposta #8 il: 08 Gennaio 2014, 21:44:45 »
Basta polemiche anche quando non ce ne sono.

Direi di aprire un nuovo thread C64 vs Amiga, e spostarci i messaggi presenti in questo.

Nel frattempo comincio a scrivere la mia risposta a Luca.

L'idea e' bella ma se dico "si" poi mi tocca fare la cernita di 12 pagine di messaggi...non sono tanto in vena per tale cosa, fosse un semplice cut da un punto in poi del thread sarebbe operazione da 5 minuti e quindi fattibile.

EDIT:
Ho deciso, taglio dal punto del cazziatone di TheKaneB!

« Ultima modifica: 08 Gennaio 2014, 21:46:58 da AmigaCori »

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re:Amiga vs. C=64
« Risposta #9 il: 08 Gennaio 2014, 21:47:42 »
Pur non avendo mai avuto modo di riscontrarlo (non ho MAI visto lavorare con un Amiga né un solo ufficio con dentro un Amiga)
Con questo s'è capito tutto.

Io mi chiedo com'è che pretendi di giudicare e pontificare, quando non hai avuto nessuna esperienza su Amiga?

Io almeno il C128 l'ho avuto quasi 3 anni, e me lo sono letteralmente spolpato, con tutto quello che m'è pure passato fra le mani.

L'Amiga 2000 prima e il 1200 hanno fatto la stessa "fine", ma per ben 9 anni.

Per cui ho avuto modo di sbattere le corna su entrambe le piattaforme, sebbene per il 128 avessi soltanto il famigerato datasette. Mi manca l'esperienza col floppy, ma non l'ho mai nascosto. E mi piacerebbe vedere col floppy cos'era possibile realizzare di produttivo, per fare un confronto con ciò che ho passato con Amiga, invece.

Ah, non è che mi facesse piacere avere il solo datasette: anch'io avrei voluto comprare il drive, ma costava carissimo.

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re:Amiga vs. C=64
« Risposta #10 il: 08 Gennaio 2014, 21:54:30 »
Chiaramente sono d'accordo con lucommodore. 
 
Ma per ribadire e ampliare il discorso.  All'inizio della sua carriera, il C64, come erede naturale dei vari Computer PET che erano indirizzati all'ambiente aziendale, offriva anche programmi specifici per i "business" come il General Ledger e il Payroll.

Inoltre, per cercare di accappararsi il mercato scolastico Commodore aveva introdotto il C64 educator (questo si sa leggendo CFG1) e vari software "educativi" (e apparentemente solo 3 giochi).
 

 
 
Successivamente il mercato videogiochi per il C64 e' esploso ma tuttavia continuavano a uscire titoli per produttivita' personale, tra i quali GEOS.
No, il mercato dei giochi esplose subito. La stessa Commodore prima ancora della commercializzazione del C64 produsse tanti giochi, molti anche come conversione dal VIC-20, in modo da avere fin da subito una line-up consistente.

All'epoca Commodore era anche una prolifica software house, e realizzò dei titoli notevoli. Fu questo che spinse moltissimo le vendite del C64.

Il GEOS, invece, arrivò in piena era Amiga, ormai...
Citazione
Dal punto di vista HW come non si puo' considerare il SX 64.  Il primo vero Computer portabile per il 'business"
 
Nulla da dire. E' una cosa che è sempre mancata all'Amiga.
Citazione
Si. la foto sopra e' di uno scaffale della mia libreria nel garage.
Ti  sarà costato l'ira di dio tutta quella roba.

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re:Amiga vs. C=64
« Risposta #11 il: 08 Gennaio 2014, 21:57:16 »
il fatto che ci siano riferimenti agli amigaone, non cancella  quanto detto sul vero amiga ;) scusa ma hai visto quanto software e' stato prodotto su aminet? ci sono piu' di 80 mila package.... tra i quali c'e anche software produttivo  ;)

il 64 era un computer ed in quanto tale aveva software di diverso tipo, per diversi utilizzi, questo e' poco ma sicuro  ;) solo le console erano totalmente videoludiche  8)
Condivido in toto, ma i giochi dominavano col C64.
Citazione
ora io mi chiedo.... visto che amiga e' morta, i programmatori, non potrebbero rilasciare gratuitamente, il codice dei giochi migliori usciti e metterli a disposizione dell'utenza, magari si potrebbe creare un kit di sviluppo amatoriale, per creare giochi che sfruttino per bene l'hardware.... un po come avviene oggi per esempio con un unreal engine.... si crea un amiga engine  ;D e magari si crea anche un programmino tipo amos per i principianti :) cosi' vi faccio il seguito del gioco del vichingo con 13 livelli di paralasse come in shadow of the beast
In teoria si potrebbe fare. In pratica io il mio codice me lo tengo ben stretto. Primo perché sono geloso per natura. Secondo perché quei giochi continuano a monetizzare anche oggi, vedi le recenti versioni per Android e iOS.

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re:Amiga vs. C=64
« Risposta #12 il: 08 Gennaio 2014, 22:00:15 »
Meraviglia compare! Alcuni sono ancora nuovi e sigillati.. ;D

Ehm no - sono tutti aperti. GEOProgrammer l'ho aperto senza rimuovere il cellophane.  :'( :'( :'(
 
RGCD ha 16 titoli per C64 e 1 per Amiga.  Psytronik, in 20 anni di permanenza sul mercato, ha sviluppato 34 titoli per il C64 e 0 per l'amiga.   Ci devono essere altre ragioni per le quali la programmazione di giochi per l'amiga e' limitata.
Costi di sviluppo notevoli, come già detto.

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re:Amiga vs. C=64
« Risposta #13 il: 08 Gennaio 2014, 22:06:04 »
@Seiya
Girala come vuoi, io non me la sono affatto presa e poi lo vedono tutti come ti comporti.
Mi tengo la mia opinione bonaria, al limite ne discuto con chi ne ha voglia davvero e con chi ha interesse per l'argomento di cui si parla...

http://www.youtube.com/watch?v=zJT_MKA3i04
Bruttissima caduta di stile, peraltro dopo l'intervento di un moderatore.

Seiya ha espresso la sua opinione, senza far polemica. Ce la fate a fare lo stesso, senza buttarla in caciara? Grazie.

Offline Seiya

  • ASM Lover
  • *****
  • Post: 364
  • Karma: +0/-24
    • Mostra profilo
Re:Amiga vs. C=64
« Risposta #14 il: 08 Gennaio 2014, 22:07:53 »
io ho visto un Amiga 1200 al lavoro in attività commerciale :)
Un piccolo negozio di vendità e riparazione di prodotti elettronici. L'Amiga veniva usata per le fatture e ricevute fiscali.
Il padrone del negozio si è registrato ad un programma, Fbase, mi pare di ricordare e con tale databae si era creato un sisetema per creare delle ricevute e con un
word processor faceva le fatture.

Ovviamente è andato avanti finchè ce l'ha fatta, ma poi l'attività richiedeva qualcosa di più professionale ed è passato pure al PC, l'ultimo commerciante a usare
un Amiga nella sua attività che con amiga non centrava una mazza.

Di certo era possibile farlo anche con il Commodore 64, ma  usare programmi senza icone o uso del mouse sarebbe stato più ostico e lento sopratutto quando i clienti aspettano
le fatture..:D

Tags: