Autore Topic: NatAmi diventa Apollo cpu  (Letto 9688 volte)

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re:NatAmi diventa Apollo cpu
« Risposta #30 il: 25 Dicembre 2014, 20:45:33 »
Io non posso più farci niente, perché sono fuori da progetto (causa vincoli del nuovo lavoro).

Per Apollo mi pare che non si parlasse di core che viaggia effettivamente a 800Mhz, ma che che prestazioni fossero comparabili a quelle di 68000 a 800Mhz o qualcosa del genere.

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re:NatAmi diventa Apollo cpu
« Risposta #31 il: 25 Dicembre 2014, 21:16:12 »
Non so se sia una coincidenza, ma ho notato che diverse volte scrivi subito dopo che l'ho fatto io. Replicare ai miei messaggi è del tutto inutile: sei in ignore e non ti leggo. Evito anche di leggere i tuoi quote nei commenti degli altri. È tempo perso, insomma, e bisognerebbe farsene una ragione...

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re:NatAmi diventa Apollo cpu
« Risposta #32 il: 25 Dicembre 2014, 21:33:09 »
Il sito parla di 400Mhz / 800MIPS, indicando l'uso di processori enterprise. Mi sembra onesto...

Offline divina

  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 2051
  • Karma: +1/-7
    • Mostra profilo
Re:NatAmi diventa Apollo cpu
« Risposta #33 il: 25 Dicembre 2014, 22:00:02 »
Legacy, io vedo il discorso da un'ottica di Amighista totalmente ateo in hardware e ti posso dire cosa vorrebbe una persona di questo tipo:

- Hardware nuovo ed affidabile
- Espandibilità
- Feel Amiga classic
- Costo nella norma

A mio avviso gli unici step per un proseguo/rinascita dovrebbero essere i seguenti:

- Nuova mobo AGA compatibile con ECS/OCS ed espandibile
- Scheda CPU con socket per processori Motorola reali

In alternativa

- Piastre sostituitive per A1200/4000 (lo hanno già fatto per il 1000)
- Schede acceleratrici compatibili con queste piastre. Complete di socket CPU/FPU/Quarzo

Poi, in seguito, si potrebbe sviluppare un FPGA che sostituisca e migliori l'AGA. Ma in primis è questo che l'Amighista vuole. E l'Amighista non vuole TiNA, Apollo ed altro fuffaware. Vuole la sua macchina.

Le richieste di un amighista medio sono piuttosto varie e probabilmente influenzate dal possesso o meno di Amiga; sicuramente servirebbero nuove schede accelleratrici con 68040 e 68060 in particolare per A4000/3000/1200 e direi anche per A2000, mentre per gli altri modelli A600/500+/500 andrebbero più che bene con 68030.
Servirebbero anche schede video ed ethernet già onboard in queste schede accelleratrici e alcune soluzioni sfruttabili anche via Zorro2/3.

Inoltre sarebbe utile che si giungesse a termine con una soluzione FPGA stand alone ed un' altra analoga versione gestibile/interfacciabile con almeno i modelli A4000/A1200 a livello di 68040 e 68060, ma mi pare di capire che serva ancora molto lavoro prima di poter vedere qualcosa di realmente valido.
MorphOS 3.9-PowerMac G5 && PowerMac G4 FW800 && PowerBook G4 && Pegasos2 G4 //AmigaOS4.x //IcAROS x86 //- A4k 060- MacIntel/powerpc - x86/x64/powerpc servers -

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re:NatAmi diventa Apollo cpu
« Risposta #34 il: 26 Dicembre 2014, 08:03:57 »
La presentazione di una CPU super scalare fatta nel promo TINA a me sembra invece una cavolata che o costerà l'ira di dio o non vedrà mai la luce nei termini per cui la presentate per i tanti motivi che ho detto.
E' frutto delle aspettative iniziali, e della scarsa esperienza nell'ambito dello sviluppo di softcore per le CPU.
Citazione
La presentazione del SoftCore Apollo invece mi sembra una sbrodolata, e alcune sono pure ca22ate, p.e. la storia degli 800Mhz e' da fuori di testa a dire poco,
Avevo già spiegato che non era riportato 800Mhz, perché continui con questa storia falsa? Riporto da qui:

"The core can reach up to 200 MHz / 400 Mips in consumer type Cyclone FPGA, and up to 400 MHz / 800 Mips in enterprise type FPGA."

800 MIPS != 800Mhz. Il softcore è previsto che viaggi a 400Mhz su FPGA di classe alta, e dovrebbe essere possibile, come peraltro tu stesso avevi riportato prima:

"fpga ad 800Mhz sono di classe Virtex e costano quello che costano, in secondo luogo andare oltre i 400Mhz con le tecnologie attuali su FPGA (e non su ASIC) si scontra con grossi problemi di routing che nell'ordine vanno oltre le features offerte dalla licenza WebPack (ISE Xilinx, stesso discorso in Altera)"

Dunque, perché ti lamenti per affermazioni che calzano con quello che tu stesso hai scritto?
Citazione
seguita p.e. dal supporto SMP
Questo è previsto soltanto per il s.o. di Amiga, ed è fattibilissimo realizzando un monitor hardware per un paio di locazioni critiche per questo s.o., come s'è discusso già da anni.

Dove hai letto di un supporto SMP "universale"?
Citazione
e da tutta la troppa carne al fuoco che ha messo nelle features.
Tipo?
Le richieste di un amighista medio sono piuttosto varie e probabilmente influenzate dal possesso o meno di Amiga; sicuramente servirebbero nuove schede accelleratrici con 68040 e 68060 in particolare per A4000/3000/1200 e direi anche per A2000, mentre per gli altri modelli A600/500+/500 andrebbero più che bene con 68030.

Per queste, secondo me, andrebbe bene puntare ad un 68060 (al limite 68EC060) isola CPU in piggy back su board fpga.
Il 68060 è una pessima scelta per l'Amiga, perché non è 100% compatibile, visto che mancano alcune istruzioni.
Citazione
Praticamente approvo l'idea del primo progetto Natami, quello senza la ca22ata del 68070 o 68050 o tutte le altre cavolate softcore che han detto perche' per mettere a punto quel softcore (ora Apollo) io credo che servano risorse che non si hanno, e quindi e' inutile parlarne. Se e quando si fa, allora se ne parla, ma non prima.
L'N050 era a singola pipeline, e te lo ritrovi nella Vampire 600 come strip-down del softcore Apollo, quindi cavolate non erano di certo.
Citazione
Questo come la vedo io.
Purtroppo noto che parli senza conoscere a fondo alcune questioni. Vedi sopra.
Citazione
Poi proporrei versioni
- minimig-v1/020
- minimig-v1/030
- minimig-v1/060

o solo l'ultimo, dove la formula e' sempre la stessa (e questo il motivo della v1) ovvero fpga + CPU fisica.
Per un progetto come Minimig, il 68060 non è soltanto inutile (visto che l'obiettivo primario è farci girare giochi), ma dannoso, visto che non è compatibile al 100% con 68020+.

Motorola, tanto per cambiare, fece delle cazzate colossali.
Citazione
Tina ha un road map + compattato che confida un po' troppo in un softcore che a me non convince.
Come dicevo sopra, erano aspettative iniziali dovute all'inesperienza in ambito softcore.
Tra parentesi sto facendo una cosa vagamente simile al minimig-v1/SEC, ma uso un 68328 interfacciato ad una piccola fpga spartan 3e250 perche' il progetto finale e' un PDA. Il 328 e' simile al SEC, ha lo stesso core, scala peggio, e' + vecchio, pero' consuma molta meno corrente e mi offre periferiche integrate tra cui nel breve un controller video per LCD STN ed il freeze!

Secondo me il design del minimig-v1 si presta volendo anche a console portatili (modeste, ma golose), il che "potrebbe" (se piace come retro-cosa) aprire nuove linee di interesse.

Pero' non se ne parla di mettere un 68EC060 su un coso del genere: succhia troppa corrente :D
Meglio non metterlo: vedi sopra.

Comunque il Minimig-v1 è meglio lasciarlo perdere. L'ambito ECS è ormai saturo, e si aspetta la v2 per il supporto completo dell'hardware Amiga, dunque AGA e introdurre finalmente una CPU di classe 68020+ (minimo 68EC020).
ho consultato i miei bellissimi UM 68k (ce li ho tutti, si, su pdf, su carta sarebbero diversi Kg :D)
perche' mi e' venuto un dubbio, ricordavo infatti che c'era una altra CPU a 3.3V
nello specifico: MC68040V

quindi, di quanto su detto, ai fatti si potrebbe passare (trovando lotti di MC68040V) dal 68SEC000 alla MC68040V
adeguando il codice della fpga lato interfaccia
ma evitando di dover ricorrere ai voltage level shifter che costano un sacco di soldi e complicano il PCB
Questo sarebbe senz'altro interessante: prestazioni abbastanza elevate unite alla retrocompatibilità 68020. Di gran lunga meglio dello 060.

Offline Amig4be

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 6000
  • Karma: +45/-27
    • Mostra profilo
    • Commodore Computer Blog
Re:NatAmi diventa Apollo cpu
« Risposta #35 il: 26 Dicembre 2014, 12:12:32 »


e allora mettetela a posto, e' ridicola come presentazione ed e' la prima cosa che uno nota



Ma non credo che il progetto sia ancora in piedi, ammesso che lo sia mai stato. Si sono solo lette cose del genere, anzi quello che hai spiegato essere una grandissima fesseria, sembrava invece una delle poche cose serie mostrate :D


Offline Amig4be

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 6000
  • Karma: +45/-27
    • Mostra profilo
    • Commodore Computer Blog
Re:NatAmi diventa Apollo cpu
« Risposta #36 il: 26 Dicembre 2014, 12:50:38 »


(1) a patto di avere gia' il know/how e le risorse umane, non fosse chiarissimo, e' esattamente cio' che contesto

Tutto il progetto era nato perché l'azienda incognita X voleva acquisire tale know how, partendo da zero o quasi. In pratica era una roba autoreferenziale, comunque affrontavi il discorso non saltava mai fuori la X, e quando lo facevi notare si inRazzavano pure. Le risorse umane in merito al progetto Tina credo fosse il TiNA team, quattro persone, delle quali due del tutto estranee a questioni tecniche.

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re:NatAmi diventa Apollo cpu
« Risposta #37 il: 26 Dicembre 2014, 14:10:21 »
E' frutto delle aspettative iniziali, e della scarsa esperienza nell'ambito dello sviluppo di softcore per le CPU.

e allora mettetela a posto, e' ridicola come presentazione ed e' la prima cosa che uno nota
Carlo, mi sembrava d'esser stato abbastanza chiaro. Mi riquoto:

"Io non posso più farci niente, perché sono fuori da progetto (causa vincoli del nuovo lavoro)."
Citazione
800 MIPS != 800Mhz. Il softcore è previsto che viaggi a 400Mhz su FPGA di classe alta, e dovrebbe essere possibile, come peraltro tu stesso avevi riportato prima:

difficile che vai oltre clock mezzi, 400Mhz di clock -> 200Mhz di softcore clock -> 200 mips (e forse anche meno)
difficilmente riusciranno a validarla
FPGA consumer = 400Mhz / 2 = 200Mhz softcore x 2 pipeline = 400MIPS.
FPGA enterprise = 800Mhz / 2 = 400Mhz softcore x 2 pipeline = 800MIPS.
Citazione
Dunque, perché ti lamenti per affermazioni che calzano con quello che tu stesso hai scritto?

perche' quanto costa una fpga di quel tipo ?
Di livello enterprise? Non lo so. Quelli consumer si trovano anche a meno di 50$ con ottime caratteristiche per un progetto amatoriale come una scheda per simulare l'hardware Amiga.
Citazione
e chi puo' seguirla ?
Un ingegnere IBM che ha lavorato alla realizzazione del POWER6?
Citazione
praticamente nessun hobbista visto che costa veramente troppo
Non si tratta di hobbisti, infatti.
Citazione
Citazione
Dove hai letto di un supporto SMP "universale"?

nelle features della CPU Apollo, tipo a cosa serve sbrodolare Bus Snooping ?
Questo succede perché non hai seguito le immense discussioni che ci sono state sia sul forum di Natami sia su altri (fra cui amigacoding.de), per cui non sei in grado di contestualizzare.

Apollo è un core che nasce per essere impiegato in ambito Amiga, cioé per realizzare una nuova piattaforma hardware per rivitalizzare questo settore. Non è core che puoi impiegare in un sistema SMP "tradizionale", dove deve interagire con altri processori su un bus condiviso.

Chiarisco cosa significano SMP e bus snooping in QUESTO specifico contesto.

L'SMP in ambito Amiga/FPGA significa che, risorse permettendo, nell'FPGA (e dunque NON all'esterno) verranno implementati due o più core 68K. Per implementare l'SMP correttamente sul s.o. di Amiga (opportunamente patchato, ovviamente), è necessario monitorare 2 precise locazioni di memoria utilizzate dal s.o. per gestire correttamente la dis/abilitazione di multitasking e interrupt; cosa che è ampiamente e facilmente fattibile in un FPGA, senza andare a scomodare un protocollo completo di bus-snooping.

Riguardo al bus-snooping citato, serve un'implementazione ad hoc che consenta alla CPU di operare su fast e chip mem senza problemi di coerenza che possono capitare se il chipset scrive in chip mem senza che la CPU se ne "accorga", e viceversa. Non serve, quindi, duplicare la logica di bus-snooping per tutti i dispositivi (diversi core della CPU e il chipset), perché tutto viene risolto "intra-FGPA".

Ciò precisato, non credo che Gunnar abbia difficoltà a implementare un protocollo completo di bus-snooping.
si legge benissimo nell'articolo A3000+Mk-II-060 che ho fotografato e postato nell'altro thread
il tizio e' ampiamente soddisfatto da quella acceleratrice

c'e' il pack di compatibilità sw che viene gratis o quasi sia da NetBSD o dalle cyberstorm 060
che hanno attinto a suo tempo da quanto aveva rilasciato Motorola

usando fw scritto per 68000 uso anche io quel pack sw sulla mia board 060 con tutti i compromessi (e limiti) del caso

quindi diciamo che non e' LA soluzione, pero' puo' essere accettabile
Lo è soltanto se ti limiti a far girare:
- applicazioni sul s.o. di Amiga; quindi puoi lanciare la SetPatch per implementare il trapping delle istruzioni mancanti del 68060, e farle eseguire in maniera trasparente;
- giochi che non fanno uso delle istruzioni mancanti del 68060.

Ma se fai eseguire un gioco che le usa, non puoi farci niente, visto che nel 99% dei casi il s.o. è stato ammazzato e non è possibile trappare le istruzioni mancanti. Il gioco, quindi, non funzionerà.

Siccome chi usa il minimig nel 99% dei casi ci gioca (se usi le applicazioni nel 99,9999999% dei casi WinUAE è di gran lunga il miglior strumento), il problema, come puoi immaginare, diventa tutt'altro che trascurabile.
Citazione
in ogni caso il discorso CPU fisica + fpga periferiche non cambia
non ti va bene il 68060 ? benissimo c'e' il 68040V!

io avrei quantomeno preso in considerazione questo discorso
Assolutamente d'accordo.
Citazione
L'N050 era a singola pipeline, e te lo ritrovi nella Vampire 600 come strip-down del softcore Apollo

lo trovo dove?
Qui.
Citazione
dove sono i sorgenti?
Da nessuna parte: è un progetto closed, come lo è Apollo.
Citazione
buttando Vampire su google trovo un acceleratrice
su cui trovo su il TG68K

Citazione
Motorola, tanto per cambiare, fece delle cazzate colossali.

quali?
Velocemente:
- 68000 con MOVE SR che funziona in user-mode (doveva funzionare soltanto in supervisor-mode) e contestuale assenza della MOVE CCR in user-mode;
- 68010, 020, ecc. con exception-frame diversi;
- 68020, 030, ecc. con MMU diversa;
- istruzioni FPU mancanti sul 68040 (in user-space!);
- istruzioni general-purpose e FPU mancanti sul 68060 (in user-space!);
- modalità d'accesso alla memoria con doppia indirezione che hanno complicato enormemente la pipeline del processore (fra decodifica ed esecuzione), e che alla fine hanno costretto Motorola a dover uccidere questa famiglia passando ai PowerPC.

Quindi i due principali problemi di Motorola sono stati due: introduzione di modalità d'indirizzamento particolarmente complicate e, soprattutto, mancanza di retrocompatibilità. Motorola non sa dove stia di casa la retrocompabilità...

Offline lucommodore

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 6176
  • Karma: +48/-9
    • Mostra profilo
Re:NatAmi diventa Apollo cpu
« Risposta #38 il: 26 Dicembre 2014, 14:39:43 »
perche' quanto costa una fpga di quel tipo ? e chi puo' seguirla ?
praticamente nessun hobbista visto che costa veramente troppo
cioè? 1000? 3000? Sborangamila euri? :o

Lo vedi com'è, compare? Manco ti affacci al "territorio Amiga" che subito c'è qualche Razzo che non va. Se t'inRazzi appena fiuti la prima bufala allora stai proprio fresco, ! ::)

Io avevo fatto di tutto per proteggerti dal male, consigliandoti il SID, il Commie, un ambiente sano e riconoscente come il csdb, un posto dove un ragazzo come te può diventare grande, impostare il futuro suo e dei suoi figli e, guidando roba analogica, salvare l'universo dall'arrivo di Galactus il divoratore di mondi per poi avventurarsi nello spazio profondo per andarne a stanare il padre per prenderlo a calci nel cuBo... :'(
Amiga è un survival horror fatto con mezzi di serie C, al prezzo di un colossal da urlo... E non è manco porno... :P
Solo chi è folle sfida le sue molle!
http://www.questolibro.it/retro-garage << Scambio/Vendo RetroGame

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re:NatAmi diventa Apollo cpu
« Risposta #39 il: 26 Dicembre 2014, 15:16:06 »
"Io non posso più farci niente, perché sono fuori da progetto (causa vincoli del nuovo lavoro)."

ho capito, ma ti costa tanto far sapere a chi di dovere che quella presentazione e' contro producente nei VOSTRI interessi ?
Non è più interesse mio. Comunque lo scriverò al responsabile.
Citazione
io mi sarei limitato a presentare il progetto senza tirare in ballo Apollo, lasciandolo a future considerazioni
Sì, ma continui a mischiare cose completamente diverse.
TiNA, Natami, Apollo, e Vampire 600 sono progetti diversi. Se leggi la pagina di TiNA, non troverai traccia del core Apollo: http://www.tinaproject.it/about.html
Citazione
FPGA consumer = 400Mhz / 2 = 200Mhz softcore x 2 pipeline = 400MIPS.
FPGA enterprise = 800Mhz / 2 = 400Mhz softcore x 2 pipeline = 800MIPS.

ho capito, ma 400Mhz sono critiche pure sull'enterprise, non puoi prendere un progetto e sbatterlo dentro al sintetizzatore ed aspettarti che funzioni anche a 400Mhz, devi rivedere pesantemente le strategie, le constraints e l'ho detto chiaramente:
Senz'altro.
Citazione
per il routing e le analisi temporali le licenze software (p.e. webpack) costano ben oltre a qualsiasi cosa hobbistica,
Chi ci lavora NON è un hobbysta, come già detto.
Citazione
in + 2 pipeline NON le validate a chiacchiere,
Senz'altro, ma perché parli in seconda persona plurale?
Citazione
gia' 1 pipeline fa sputare sangue
S'è visto, infatti. Ma da quello che hai scritto finora stai supponendo che chi ci lavora non sia in grado di farlo.
Citazione
Di livello enterprise? Non lo so. Quelli consumer si trovano anche a meno di 50$ con ottime caratteristiche per un progetto amatoriale come una scheda per simulare l'hardware Amiga.

proprio per niente
Perché?
Citazione
Citazione
non credo che Gunnar abbia difficoltà a implementare un protocollo completo di bus-snooping.

da me al lavoro ha fatto sputare sangue il bus-snopping
Quindi se tu hai sputato sangue, altri non possono riuscirci, magari pure in meno tempo, giusto?
Citazione
Siccome chi usa il minimig nel 99% dei casi ci gioca (se usi le applicazioni nel 99,9999999% dei casi WinUAE è di gran lunga il miglior strumento), il problema, come puoi immaginare, diventa tutt'altro che trascurabile.

difatti io vedrei due soluzioni a scelta dell'utente
1) 68040V
2) 68060
Se i due processori sono pin-compatibili e sostituibili, sì. Altrimenti per un progetto come Minimig il 68060 è un no-go.
Citazione
Citazione
Da nessuna parte: è un progetto closed, come lo è Apollo.

e allora permettimi: sono tutte cazzate fino a prova contraria
Come già detto, il progetto è già in vendita. Ergo: non sono cazzate.
Citazione
fino a che non lo vedo e lo provo di persona con tanto di vettori di test
Chiedi la stessa cosa per TUTTI i processori che compri? Non so, pensi che Motorola/Freescale, Intel, ecc. ti forniscano anche i vettori di test assieme alle loro CPU?
Citazione
Citazione
- 68000 con MOVE SR che funziona in user-mode (doveva funzionare soltanto in supervisor-mode) e contestuale assenza della MOVE CCR in user-mode;
- 68010, 020, ecc. con exception-frame diversi;
- 68020, 030, ecc. con MMU diversa;
- istruzioni FPU mancanti sul 68040 (in user-space!);
- istruzioni general-purpose e FPU mancanti sul 68060 (in user-space!);
- modalità d'accesso alla memoria con doppia indirezione che hanno complicato enormemente la pipeline del processore (fra decodifica ed esecuzione), e che alla fine hanno costretto Motorola a dover uccidere questa famiglia passando ai PowerPC.

Quindi i due principali problemi di Motorola sono stati due: introduzione di modalità d'indirizzamento particolarmente complicate e, soprattutto, mancanza di retrocompatibilità. Motorola non sa dove stia di casa la retrocompabilità...

se vuoi ci aggingo anche problemi lato hw visto che sia il 040/060 non ha bus size dinamico gestito dalla CPU
e' a tuo carico e tocca farlo fare al bus controller, cosa invece ti viene offerto gratuitamente dal 020 e dallo 030
oltre ad altre faccende sui bus cycles
Già. E' il motivo per cui l'Amiga 4000 è più lento ad accedere alla chipmem rispetto al 1200.
Citazione
tutte cose che si risolvono con le fpga, questo si, e costa pure il doverci spendere del tempo
ma si fa

quanto impatta una acceleratrice 030/040/060 montata su una macchina che si aspetta un 000 o un 020 ?
Francamente non ne ho idea, lato hardware. Lato software, vedi sopra.
Citazione
se esistono acceleratrici come la mia 030 per A600 mi aspetto che queste faccende Amiga le abbia gia' gestite lato sw
Perché lato software? I problemi che hai esposto sono hardware, no?

Offline Amig4be

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 6000
  • Karma: +45/-27
    • Mostra profilo
    • Commodore Computer Blog
Re:NatAmi diventa Apollo cpu
« Risposta #40 il: 26 Dicembre 2014, 15:24:02 »
a me i progetti fpga più spinti interessavano solo dal punto di vista accademico, alla fine manco li avrei comprati... perché scelto un OS (aros ad esempio) occorrono i driver, poi servirebbero gli sviluppatori, e qualsiasi extra (superaga, core 3D) a cosa servirebbero senza software? Mentre per il software esistente 68k (e ora anche le briciole ppc), c'è WinUAE.  Ma d'altro canto, si può tentare e fallire, o diciamo non riuscire, come il Natami team. Non è un reato fallire, altrimenti tutti avremmo la fedina sporca :D E comunque qualcosa loro l'hanno mostrata... prima di alzare bandiera bianca.

Sul fatto che la scena amiga sia la silent hill dell'informatica, un Survival Horror in salsa retro, con una progressione di Boss grotteschi che ne tiri giù uno e compare quello di livello superiore, concordo con Luca...
Mentre sulle valutazioni della faccenda TiNA sono in linea con Gabrielenick, ritengo il tutto qualcosa di più grave del natami, furono fatte affermazioni e sparate assurde da un'armata brancaleone che con ingiustificata superbia aveva innalzato un muro alle domande e i dubbi degli amighisti disillusi. Uno solo, Schiumachal, ha avuto l'onore e il coraggio di scusarsi pubblicamente, togliendosi anche qualche sassolino dalla scarpa.  In confronto quelli di Aeon sono stati dei grandi... tanto per far capire quanto ridicolo sia stato il tutto, un progetto senza alcun fondamento, spinto da una successione di razzate propagandistiche di infimo ordine, spesso anche condite da becere e risibili forme di campanilismo italico.

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re:NatAmi diventa Apollo cpu
« Risposta #41 il: 26 Dicembre 2014, 15:33:08 »
Le domande su TiNA di cui parli sono frutto della tua preconcetta battaglia idealogica contro Amiga ed amighisti, perché godi nei fallimenti di progetti che vogliono riportare in auge la piattaforma. E ne abbiamo discusso abbondantemente anche su Facebook.

Non cercare di ribaltare la frittata. Con me caschi male.

Offline Amig4be

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 6000
  • Karma: +45/-27
    • Mostra profilo
    • Commodore Computer Blog
Re:NatAmi diventa Apollo cpu
« Risposta #42 il: 26 Dicembre 2014, 15:46:41 »
Le domande su TiNA di cui parli sono frutto della tua preconcetta battaglia idealogica contro Amiga ed amighisti, perché godi nei fallimenti di progetti che vogliono riportare in auge la piattaforma. E ne abbiamo discusso abbondantemente anche su Facebook.

Non cercare di ribaltare la frittata. Con me caschi male.

sciocchezze...
I mie dubbi avanzati nella più naturale forma possibile, cioè in una serie di domande, erano molto antecedenti al fallimento :D Al massimo il fallimento ha semplicemente mostrato la fondatezza dei dubbi. Non sono certo io che ribalta le frittate a anzi, questo thread ora finisce allegato all'originale post, come sempre sono e saranno i lettori a doversi fare un'idea :D

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re:NatAmi diventa Apollo cpu
« Risposta #43 il: 26 Dicembre 2014, 15:53:41 »
Le domande su TiNA di cui parli sono frutto della tua preconcetta battaglia idealogica contro Amiga ed amighisti, perché godi nei fallimenti di progetti che vogliono riportare in auge la piattaforma. E ne abbiamo discusso abbondantemente anche su Facebook.

Non cercare di ribaltare la frittata. Con me caschi male.

sciocchezze...
I mie dubbi avanzati nella più naturale forma possibile, cioè in una serie di domande, erano molto antecedenti al fallimento :D Al massimo il fallimento ha semplicemente mostrato la fondatezza dei dubbi.
I tuoi non erano dubbi: è la tua naturale inclinazione nello smerdare qualunque cosa che potesse risollevare il panorama Amiga. Hai sempre goduto di ciò, e le tue domande non avevano un genuino interesse al progetto, ma erano soltanto una scusa per continuare a spalare letame su qualcosa per cui hai sviluppato un odio preconcetto.

In particolare è da quando sei stato cacciato da AmigaNews che ti comporti così, in una forma di infantile ripicca. Colpendo questi progetti Amiga, colpisci chi ti ha fatto del male cacciandoti.

Ed è una cosa che ti trascini ovunque: non appena c'è un'occasione, infili la battutina acida o il riferimento, a tuo sommo compiacimento.

Dovresti imparare a metterti alle spalle ciò che è successo, e ad andare avanti.
Citazione
Non sono certo io che ribalta le frittate a anzi, questo thread ora finisce allegato all'originale post,
Cioé?
Citazione
come sempre sono e saranno i lettori a doversi fare un'idea :D
Senz'altro.

Offline Amig4be

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 6000
  • Karma: +45/-27
    • Mostra profilo
    • Commodore Computer Blog
Re:NatAmi diventa Apollo cpu
« Risposta #44 il: 26 Dicembre 2014, 15:58:26 »
Le domande su TiNA di cui parli sono frutto della tua preconcetta battaglia idealogica contro Amiga ed amighisti, perché godi nei fallimenti di progetti che vogliono riportare in auge la piattaforma. E ne abbiamo discusso abbondantemente anche su Facebook.

Non cercare di ribaltare la frittata. Con me caschi male.

sciocchezze...
I mie dubbi avanzati nella più naturale forma possibile, cioè in una serie di domande, erano molto antecedenti al fallimento :D Al massimo il fallimento ha semplicemente mostrato la fondatezza dei dubbi.
I tuoi non erano dubbi: è la tua naturale inclinazione nello smerdare qualunque cosa che potesse risollevare il panorama Amiga. Hai sempre goduto di ciò, e le tue domande non avevano un genuino interesse al progetto, ma erano soltanto una scusa per continuare a spalare letame su qualcosa per cui hai sviluppato un odio preconcetto.

In particolare è da quando sei stato cacciato da AmigaNews che ti comporti così, in una forma di infantile ripicca. Colpendo questi progetti Amiga, colpisci chi ti ha fatto del male cacciandoti.

Ed è una cosa che ti trascini ovunque: non appena c'è un'occasione, infili la battutina acida o il riferimento, a tuo sommo compiacimento.

Dovresti imparare a metterti alle spalle ciò che è successo, e ad andare avanti.
Citazione
Non sono certo io che ribalta le frittate a anzi, questo thread ora finisce allegato all'originale post,
Cioé?
Citazione
come sempre sono e saranno i lettori a doversi fare un'idea :D
Senz'altro.

assolutamente non vero, è una tua convinzione questa... io critico e valuto quello che vedo/accade, cosa che è successa con il progetto TiNA. Cioè nulla... a parte qualche annuncio.

Tags: