Autore Topic: [LIBRI] Il Quinto Giorno *** SPOILER INSIDE!! ***  (Letto 951 volte)

Offline Allanon

  • Administrator
  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 3497
  • Karma: +17/-4
    • Mostra profilo
    • http://www.a-mc.biz
[LIBRI] Il Quinto Giorno *** SPOILER INSIDE!! ***
« il: 31 Gennaio 2012, 11:16:11 »
ATTENZIONE
Questo thread contiene riferimenti al libro in questione che potrebbero rovinare alcune sorprese a chi ha intenzione di leggere questo stupendo libro  :D






























































---
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline Allanon

  • Administrator
  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 3497
  • Karma: +17/-4
    • Mostra profilo
    • http://www.a-mc.biz
Re: [LIBRI] Il Quinto Giorno *** SPOILER INSIDE!! ***
« Risposta #1 il: 31 Gennaio 2012, 11:25:27 »
Volevo parlare di questo libro perchè mi ha fatto scattare una scintilla che sta incendiando il mio povero cervello...
Nel libro si parla molto di biologia marina, evoluzione e di forme di vita "alternative", a detta dell'autore del libro la maggior parte delle affermazioni scientifiche sono verosimili e plausibili, lui stesso alla fine del libro elenca tutti gli scienziati e gli istituti con cui ha collaborato per scrivere il racconto.

A ruota mi sono catapultato su un libro che avevo in casa: "Computer a DNA" di D.Shasha e C. Lazere, trovato in allegato con Le Scienze, e devo dire che mi sta riaprendo un mondo dimenticato dai tempi delle prime nozioni di biologia a scuola... è tutto molto affascinante, DNA, RNA, enzimi, proteine, aminoacidi... tanto più se visto dagli occhi di un programmatore... io non ho modo di descrivere quanto questo argomento mi stia prendendo...

Vogliamo parlarne? Avrei alcune cose non strettamente legate alla biologia ma all'evoluzione stessa che mi piacerebbe esporre, vedrò di buttare giù qualcosa e poi di postarlo tanto per riordinare un po' i pensieri che si accavallano  :D

Sposto il thread su un'altra sezione o lo lascio qua, da dove ho preso spunto per questa discussione?
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline Allanon

  • Administrator
  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 3497
  • Karma: +17/-4
    • Mostra profilo
    • http://www.a-mc.biz
Re: [LIBRI] Il Quinto Giorno *** SPOILER INSIDE!! ***
« Risposta #2 il: 01 Febbraio 2012, 00:46:11 »
No, non ci riesco a riordinare le idee, purtroppo le mie conoscenze scientifiche in questo campo sono poco più di quelle che ti insegnano alla scuola dell'obbligo però mi va di parlare di questo argomento con voi.

Come avevo premesso, tutta questa valanga di pensieri è scaturita dalla lettura del libro "Il quinto giorno" dove si ipotizza l'esistenza di un essere marino unicellulare, tutte queste cellule all'occorrenza (come in situazioni di pericolo o periodicamente) si uniscono in uno o più esseri in grado di sviluppare un'intelligenza, con capacità di assumere forme diverse, controllare organismi marini semplici (addirittura mutandoli agendo sul loro DNA) e risolvere problemi, come appunto, estinguere la razza umana che li sta minacciando. Possono unirsi in entità distinte ma collegate da chilometri di filamenti cellulari, quindi in grado di rimanere "in contatto" con gruppi di cellule specializzate che sembrano avere delle funzioni di coordinamento, diciamo pure come il nostro cervello.

Ciò che mi ha affascinato di questa creatura sono alcuni punti in particolare:
1. In ogni singola cellula è riposta la memoria dell'intero individuo e questa viene memorizzata utilizzando il DNA, o meglio, il DNA è utilizzato in parte per descrivere l'organismo come accade normalmente ed in parte come strumento per memorizzare informazioni.

Questo metodo implica una serie di conseguenze molto curiose:
1a) In ogni cellula viene memorizzato l'intero sapere comune, durante l'unione delle cellule in un individuo più grande queste informazioni vengono scambiate e fuse fra loro. Risulta quindi una creatura che nasce già con il sapere accumulato sin dagli inizi della propria specie in grado di proliferare con lo stesso grado di conoscenza fino a che una sola cellula sarà ancora in vita (nel romanzo si ipotizza che le cellule si riproducano per scissione).
Vi rendete conto se un essere umano nascesse già con tutto il sapere accumulato sin dall' inizio dei tempi? Si potrebbe aprire un fanta-thread solo per questo argomento!
1b) Una eventuale intelligenza aliena potrebbe non condividere gli stessi nostri principi così naturali e spontanei in noi, come la pietà, la morale, o il semplice peso che diamo alla vita e alla morte.
Questa visione mi ha aperto la mente a scenari di intelligenza aliena (o artificiale) a cui non avevo mai pensato.
Anche nel nostro corpo ci sono meccanismi di morte programmata, come le cellule che muoiono o vengono uccise perchè malate, inadeguate o inefficienti e questo è totalmente naturale.
L'uomo però ha sviluppato una serie di vincoli "umani" che gli impediscono di applicare un meccanismo simile perchè... non sarebbe umano.
Qua ci starebbe bene un'altro bel fanta-thread sulla possibile evoluzione dell'essere umano, come forma collettiva o come fuso assieme a macchine biologiche e vive... ve lo immaginate un futuro dispositivo che possa permettere a due o più individui di condividere le esperienze e le conoscenze in pochissimi secondi? Sicuramente il garante della privacy si incaxxerebbe tantissimo ma avremo una curva di apprendimento ed evoluzione incredibilmente alta, a meno che non ci esploda il cervello.

2. La vita e l'intelligenza che scaturisce da eventi meccanici come la biochimica è per me un mistero incredibile, creature viventi che vanno avanti perchè hanno un "programma" al loro interno che dice cosa devono fare e cosa devono essere è un qualcosa di incredibilmente vicino all'informatica e alla programmazione. Dall'unione di questi piccoli automi ad un certo punto si accende la scintilla dell'intelligenza che domina tutto e riesce a controllare il resto dell'organismo (o così almeno sembra). Dal nulla... è incredibile che una cosa del genere fosse stata riposta in un cassettino nascosto della mia capoccia, come è incredibile che ogni essere vivente non sappia praticamente nulla del suo stesso funzionamento, perchè alla fine, la differenza fra una macchina e un essere umano è rimasta l'autocoscienza e presto anche quest'ultima differenza sarà piallata dall'evoluzione delle macchine.
I caratteri e le parole che sto vedendo dai miei occhi sono percezioni di cellule sensibili alla luce che sono totalmente all'oscuro di ciò che stanno facendo o vedendo, cioè, io sono fatto da migliardi di pezzettini che non hanno la minima idea di cosa stanno facendo, sono automi, lo fanno perchè sono programmati per farlo ed io sto qua a farneticare su questa tastiera "coscientemente": credetemi se vi dico che non avevo mai visto le cose da questo punto di vista. Forse sarà banale, ma sono sbigottito dal fatto di aver compreso che il mio essere senziente scaturisce da organismi microscopici paragonabili a semplice, freddi e imperturbabili robot.
Non che non sapessi queste cose, ma le sto vedendo da un'altra prospettiva; non so se sono riuscito a spiegarmi, e difficile trovare le parole per descrivere cose che sembrano ovvie o scontate solo perchè le impari a pappagallo a scuola ma senza comprenderne l'importanza e i risvolti psicologici che potrebbero avere su una giovane mente.
Sotto questa nuova ottica capisco molto di più il punto di vista di dsar, cdimauro e theKaneB riguardo al nucleare: no, non sono ancora d'accordo con voi ( :D ), tuttavia riesco a comprendere il vostro punto di vista se metto tutto sul piano della sopravvivenza e dell'evoluzione, un piano sul quale non c'è spazio per i perdenti, dove il più debole soccombe e dove il più forte domina: semplicemente la legge della natura stessa.

Si, sono confuso, lo riconosco... adesso finirò di leggermi "Computer a DNA" poi passerò all'intelligenza artificiale... mi si è aperto un mondo, sono confuso, ma ne sono decisamente contento.

Ok, adesso potete dire che sono anche completamente fulminato, perchè....


...è la verità :D

A voi la parola...
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline TheKaneB

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5292
  • Karma: +20/-23
    • Mostra profilo
    • http://www.antoniobarba.org
Re: [LIBRI] Il Quinto Giorno *** SPOILER INSIDE!! ***
« Risposta #3 il: 01 Febbraio 2012, 01:29:53 »
non farti troppe seghe mentali  :lol:

Una cosa è la fantascienza, tutt'altro è la biologia :-)
Il DNA codifica proteine e strutture. Gli istinti primordiali sono pilotati proprio da queste cose, cioè ormoni e messaggeri chimici (essi stessi possono essere proteine, o altre sostanze prodotte da proteine sintetizzate a partire dal DNA) che innescano e disinnescano strutture cerebrali predisposte a certe funzioni specifiche e abbastanza fisse. A parte questo, nel DNA non ci può stare altro, specialmente "memoria".
La memoria è una cosa che dipende dalle connessioni sinaptiche e queste non sono codificate nel DNA ma sono quasi totalmente casuali e hanno un ricambio molto veloce anche.

Un organismo come quello che hai descritto esiste già, più o meno, e sono ad esempio tutte le alghe lunghe e le muffe.
Le singole cellule sono organismi completi, ma vivono in colonie e alcuni si specializzano in strutture di sostegno meccanico, capsule di riserva di glucosio o lipidi, ecc... Sono il passo immediatamente precedente a quello degli esseri pluricellulari.

In questi esseri non c'è memoria, ma i loro "comportamenti" sono assolutamente meccanici (ad azione corrisponde reazione) e codificati nel DNA di ciascuna cellula (ammesso che le cellule "specializzate" non abbiano espulso il nucleo per trasformarsi in cellule strutturali, e generalmente muoiono quando lo fanno). Anche la loro specializzazione è mediata da agenti chimici.
Ad esempio una cellula che si trova a contatto con l'acqua emette una sostanza X, una che invece non è a contatto con l'acqua (magari uno strato interno) espone i recettori per la sostanza X. Quando la sostanza stimola il recettore, una reazione a catena innesca la produzione di una sostanza Y, e così via...
Questa catena di montaggio, con sostanze chimiche che reagiscono con i rispettivi recettori, sta alla base di quello che esternamente appare come un'intelligenza volta a dare struttura alla colonia. Per cui se una cellula riceve la sostanza Y diventa una cellula di sostegno meccanico (magari genera cristalli di silice e si indurisce), oppure se riceve la sostanza Z diventa una cisterna di grasso, ecc...

Non c'è intelligenza in questi processi, solo reazioni puramente di causa-effetto tra sostanze chimiche.

Certo, viene da chiedersi se non ci sia un disegno dietro, un creatore insomma, perchè è difficile ammettere che tutto questo sia avvenuto per caso. Ma è altrettanto vero che se non si fossero formate queste catene di reazioni per puro caso, noi non esisteremmo e non ci porremmo questa domanda.
Quindi noi ci chiediamo "perchè tutto questo è così sofisticato" proprio perchè siamo abbastanza sofisticati per chiedercelo.

E con questa ultima frase, ti ho innescato un'ulteriore sega mentale circolare a gasolio... buona notte!  :lol:
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline Allanon

  • Administrator
  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 3497
  • Karma: +17/-4
    • Mostra profilo
    • http://www.a-mc.biz
Re: [LIBRI] Il Quinto Giorno *** SPOILER INSIDE!! ***
« Risposta #4 il: 01 Febbraio 2012, 01:42:22 »
Si, nel DNA non può starci altro, questo lo sapevo che era fantascienza :-)
Però la riflessione era sul fatto di poter tramandare la conoscenza senza reimparare, ad ogni nascita, tutto quanto. Sarebbe uno step evolutivo allucinante.

Nell'ultima frase, data anche la tarda ora, mi sei sembrato Marzullo :-D
Domani a mente fresca sparo qualche altra cartuccia
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Tags: