Autore Topic: Fukushima un anno dopo  (Letto 4715 volte)

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-94
    • Mostra profilo
Re: Fukushima un anno dopo
« Risposta #30 il: 15 Marzo 2012, 07:57:20 »
Manca Chernobyl. Lì le aspettative di vita sono ovviamente inferiori alla Guinea equatoriale...

Offline TheKaneB

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5293
  • Karma: +20/-23
    • Mostra profilo
    • http://www.antoniobarba.org
Re: Fukushima un anno dopo
« Risposta #31 il: 15 Marzo 2012, 09:52:28 »
Citazione da: "cdimauro"
Manca Chernobyl. Lì le aspettative di vita sono ovviamente inferiori alla Guinea equatoriale...
Non conosco i dati di Chernobyl, ma giocando con quei grafici puoi vedere che l'Ucraina ha la stessa vita media di tutte le altre ex repubbliche sovietiche.

E comunque é risaputo che il disastro lí fu di natura dolosa, la centrale poteva essere messa in sicurezza se non avessero bypassato i sistemi di rientro automatico delle barre di grafite.

Comunque per fortuna quel tipo di centrale è ormai considerato obsoleto da decenni.
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-94
    • Mostra profilo
Re: Fukushima un anno dopo
« Risposta #32 il: 15 Marzo 2012, 10:02:26 »
Sì, lo so. Ero leggermente sarcastico. :mrgreen:

AmigaCori

  • Visitatore
Re: Fukushima un anno dopo
« Risposta #33 il: 15 Marzo 2012, 11:50:55 »
Ma nel caso di Chernobyl mi sbaglio od esplose proprio il reattore con la grafite radioattiva che fu sparata nell'aria?, nel caso di Fukusima ci sono state espolsioni di idrogeno e vapore che ha portato in aria gli agenti contaminanti, per questo la zona off-limits di Chernobyl e' molto diversa da quella di Fukusima...sul web trovate documentari della BBC su Chernobyl, sono 2, uno fatto proprio dopo l'esplosione ed uno piu' recente, dove si capisce molto la differenza sia del tipo di incidente sia di "come" sono state e sono ora gestite le cose, dovete guradarlo ;)

PS.
Io l'ho trovato sul mulo...e' roba trasmessa in TV anni fa ma l'unico modo per vedersela e il p2p: poi non mi dite che il file-sharing serve solo a scaricare i film porno e gli mp3 eh!  :lol:
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline Amig4be

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 6000
  • Karma: +45/-27
    • Mostra profilo
    • Commodore Computer Blog
Re: Fukushima un anno dopo
« Risposta #34 il: 15 Marzo 2012, 11:58:28 »
Citazione da: "TheKaneB"
Si ragà, ma inquinamento a destra, radiazioni a sinistra, buco nell'ozono dietro l'angolo... come mi spiegate questo?

http://www.google.it/publicdata/explore ... va+di+vita

[attachment=0:1vzyg7g2]speranzadivita.png[/attachment:1vzyg7g2]

Ho selezionato alcuni paesi europei (tra cui la Francia che possiede un fottilione di centrali nucleari), un paese povero dell'America Centrale (dove si vive perlopiù in ambienti rurali) e un paese dove gli abitanti vivono in tribù (più o meno come da noi prima della colonizzazione Greca).

Non so voi, ma io preferisco vivere questi bei 30 anni in più tra motorette scurregget, telefonini e impianti industriali, piuttosto che morire giovane nella foresta pluviale tra aria incontaminata, natura selvaggia, malaria, tifo, <inserire qui ogni sorta di malanno oggi curabile con una banalissima "pinnula" di medicinale>  :lol:

W la scienza!

Beh noi italiani abbiamo le lasagne, la pasta con le sarde, gli spaghetti, il vino, l'olio :D
E calcola che globalmente, tranne qualche eccellenza, abbiamo anche un sistema sanitario disastroso... potremmo arrivare alla soglia dei 100 se ci civilizzassimo realmente

Offline TheKaneB

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5293
  • Karma: +20/-23
    • Mostra profilo
    • http://www.antoniobarba.org
Re: Fukushima un anno dopo
« Risposta #35 il: 15 Marzo 2012, 12:25:49 »
Citazione da: "cdimauro"
Sì, lo so. Ero leggermente sarcastico. :mrgreen:

Sorry, non avevo colto completamente  :?
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline TheKaneB

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5293
  • Karma: +20/-23
    • Mostra profilo
    • http://www.antoniobarba.org
Re: Fukushima un anno dopo
« Risposta #36 il: 15 Marzo 2012, 13:22:10 »
le Dendrobates e le Phyllobates sono bellissime! Le ho viste al parco Skansen a Stoccolma (ovviamente in una teca isolata) :-)
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline divina

  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 2051
  • Karma: +1/-7
    • Mostra profilo
Re: Fukushima un anno dopo
« Risposta #37 il: 16 Marzo 2012, 18:25:57 »
Citazione da: "dsar"
Citazione da: "TheKaneB"
un paese povero dell'America Centrale (dove si vive perlopiù in ambienti rurali) e un paese dove gli abitanti vivono in tribù (più o meno come da noi prima della colonizzazione Greca).
[...]
piuttosto che morire giovane nella foresta pluviale tra aria incontaminata, natura selvaggia, malaria, tifo, <inserire qui ogni sorta di malanno oggi curabile con una banalissima "pinnula" di medicinale>  :lol:

W la scienza!
Lo sai cosa mi hai fatto ricordare? Alcuni miei lontani parenti arrivati alla pensione decisero di andare fuori l'Italia e vivere in un ambiente del tutto "naturale" e pulito, se ne andarono proprio in sud america e da lì se ne scapparono  :mrgreen:
La loro casa venne infestata dai cucaracha (scarafaggi giganti messicani) totalmente immuni agli insetticidi europei, addirittura uno si infilò dentro il forno a microonde e mia zia per ucciderlo lo mise al massimo e lo accese per qualche minuto, e dopo era ancora vivo :mrgreen: . Andarono in un emporio locale e gli proposero un insetticida apposito che era tossico pure per l'uomo, infatti dovettero tenere la casa disabitata per 3 giorni e poi pulirla a fondo.
Ma i cucaracha poi sono stati il problema minore, per non parlare dei bed bugs e delle rane gialle e blu velenosissime, se ne scapparono dopo 3 mesi!

P.S. Se lì becchi la rana d'oro, sei morto

ed allora ? vi sono migliaia di modi i cui la natura può essere meravigliosa e nello stesso tempo pericolosa; così è da sempre.
Per quale motivo bisognerebbe andare a vivere in centro-sud America, in località ove flora e fauna sono più percolose per l' uomo, quando in molte altre zone del pianeta terra, vi è una natura meravigliosa (ed in parte meno percolosa per l' uomo), che viene costantemente calpestata, fatta a pezzi dall' uomo, con l' unico scopo del dio denaro ? ; dobbiamo andare a vivere in tali zone "più pericolose" perchè sono ormai le poche rimaste non devastate dall' ignorante essere umano ?
Come puoi notare, noi ambientalisti, siamo degli "appestati" ... giorno dopo giorno tutto ci viene perennemente sottratto
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »
MorphOS 3.9-PowerMac G5 && PowerMac G4 FW800 && PowerBook G4 && Pegasos2 G4 //AmigaOS4.x //IcAROS x86 //- A4k 060- MacIntel/powerpc - x86/x64/powerpc servers -

Offline divina

  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 2051
  • Karma: +1/-7
    • Mostra profilo
Re: Fukushima un anno dopo
« Risposta #38 il: 16 Marzo 2012, 18:33:37 »
Citazione da: "cdimauro"
Citazione da: "divina"
Il punto è che l' errore umano c'è stato (lo hai scritto tu stesso in questo post); come hai scritto si poteva evitare, si doveva evitare, ma ciò non è avvenuto; ciò basta ed avanza per dire che ciò potrebbe ripetersi in futuro in qualsivoglia altro stato.
Ciò è sufficente per me, per dire che l' uomo ha fallito in questa circostanza e potrà fallire ancora (così come ha fallito in altri disastri nucleari prima di Fukushima)
Allora per coerenza rinuncia alle centrali idroelettriche, ai poli chimici, alle auto, agli aerei, ai ponti, alle strade, alle stesse case, ecc., perché di disastri dovuti a errori umani ne sono già successi e ne capiteranno ancora.

bisogna darsi un limite, un freno, stiamo devastando in modo sconsiderato, non si può più continuare così; persino il piano urbanistico è realizzato in modo demenziale.
L' uomo non si vuole dare un freno e tutto ciò lo paga ora, lo pagherà maggiormente in futuro e lo farà pagare ai figli e successivi di generazione in generazione.
A me dispiace profondamente, ma da solo non vi è strumento di difesa alcuno ... rimane solo spostarsi e dispiacersi più passa il tempo
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »
MorphOS 3.9-PowerMac G5 && PowerMac G4 FW800 && PowerBook G4 && Pegasos2 G4 //AmigaOS4.x //IcAROS x86 //- A4k 060- MacIntel/powerpc - x86/x64/powerpc servers -

Offline divina

  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 2051
  • Karma: +1/-7
    • Mostra profilo
Re: Fukushima un anno dopo
« Risposta #39 il: 16 Marzo 2012, 18:43:03 »
Citazione da: "AmigaCori"
@divina
Forse sono piu' ottimista di te e vedo le cose meno nere,

non è questione di essere ottimista o pessimista, è questione di vedere ciò che sta accedendo ed essere più o meno sensibili/interessati all' argomento

Citazione
il rifugiarsi IMHO non ha senso, non mi piace e mai lo faro' perche' voglio vivere quello che la societa' moderna ha da offrirci, io sono nato e vivo in un  paesino e lo trovo tremendamente noioso e riduttivo per un essere umano, non mi basta vedere due alberi e qualche cavallo per essere contento.

io ho scelto una bella località immersa nella natura, non per rifugiarmi, ma perchè mi piace assai vivere a contatto con la natura; non vivrei mai in città, in particolare in zone fortemente inquinate, semplicemente perchè detesto tali ambienti

Citazione
pero' ci sono persone che la pensano diversamente da me e godono nel vedere qualche albero tutto il giorno, piace anche a me l'aria aperta e moltissimo il mare...pulito ovviamente, e per fortuna ora e' piu' pulito di 20 anni fa quando non ci si prendeva cura di dove andassero a finire i nostri scarichi casalinghi...ci sono i depuratori.
L'automobile e' irrinunciabile, quindi bisogna fare in mod che sia compatibile con la terra, idem per cellulari, TV, ecc., vivere senza cio' e' possibile, si va' in qualche baita di qualche paese sperduto e si vive li' tranquilli e felici fino alla morte tra il verde :)
Il mondo non e' cosi' brutto, dai :)

le città sono invivibili ormai, inquinamento ovunque; a molte persone non importa un cappero questo argomento, l' importante è avere il bel smartphone, il bel vestitino, l' automobile di lusso, la abitazione/appartamento moderno, accessoriato ...etc... altri preferiscono di gran lunga farsi una bella passeggiata all' aria aperta, tra bella flora, poter a volte fare piacevoli incontri con scoiattoli, ricci, geko, sentire il profumo nell' aria che si respira ...etc...
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »
MorphOS 3.9-PowerMac G5 && PowerMac G4 FW800 && PowerBook G4 && Pegasos2 G4 //AmigaOS4.x //IcAROS x86 //- A4k 060- MacIntel/powerpc - x86/x64/powerpc servers -

AmigaCori

  • Visitatore
Re: Fukushima un anno dopo
« Risposta #40 il: 16 Marzo 2012, 19:40:30 »
@divina
Estremizzi le cose, parli di persone che campano per fare soldi, che vivono aspirando al lusso, ma io ste persone non le conosco tranne per cose viste in TV.
Gia' qui' dentro puoi vedere come non ci sia sto desiderio di diventare ricchi o dar fuoco a tutto pur di farsi la villa o la fuoriserie.
Le citta' sono inquinate a causa dei combustibili fossili, senza di quelli non avresti nessuna aria pesante o monumenti anneriti, se non ci fosse piu' petrolio a bruciare nei motori non avresti piu' bisgono di andare in montagna per un po' di aria pulita, e' solo questione di come si fanno le cose.
In passato il buco dell'ozono c'era ed era bello grande, ora e' quasi sparito o sparito del tutto...come vedi le cose non vanno in peggio. ;)
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline divina

  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 2051
  • Karma: +1/-7
    • Mostra profilo
Re: Fukushima un anno dopo
« Risposta #41 il: 18 Marzo 2012, 13:58:45 »
Citazione da: "AmigaCori"
@divina
Estremizzi le cose, parli di persone che campano per fare soldi, che vivono aspirando al lusso, ma io ste persone non le conosco tranne per cose viste in TV.

è strano; io ne conosco almeno una cinquantina di persone con tali caratteristiche, forse perchè giornalmente devo avere rapporti lavorativi anche con loro

Citazione
Gia' qui' dentro puoi vedere come non ci sia sto desiderio di diventare ricchi o dar fuoco a tutto pur di farsi la villa o la fuoriserie.
Le citta' sono inquinate a causa dei combustibili fossili, senza di quelli non avresti nessuna aria pesante o monumenti anneriti, se non ci fosse piu' petrolio a bruciare nei motori non avresti piu' bisgono di andare in montagna per un po' di aria pulita, e' solo questione di come si fanno le cose.
In passato il buco dell'ozono c'era ed era bello grande, ora e' quasi sparito o sparito del tutto...come vedi le cose non vanno in peggio. ;)

mi ricordo molto bene svariate zone qui limitrofe di 20 e 25 anni addietro ed allo stesso modo giudico quello che vedo ora 2012 di medesime zone.
Ciò che emerge qui è una situazione disastrosa rispetto ad un solo 20ennio trascorso
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »
MorphOS 3.9-PowerMac G5 && PowerMac G4 FW800 && PowerBook G4 && Pegasos2 G4 //AmigaOS4.x //IcAROS x86 //- A4k 060- MacIntel/powerpc - x86/x64/powerpc servers -

Offline saimon69

  • Guru
  • *****
  • Post: 1765
  • Karma: +23/-3
  • Web Dev e musicista da camera (da letto)
    • Mostra profilo
    • binarydoodles Blog
Re:Fukushima un anno dopo
« Risposta #42 il: 02 Ottobre 2019, 20:55:48 »
Un bel necro anche grazie alla piccola Greta che ha ancora una volta portato alla ribalta l'ambientalismo anni 70, quello duro senza se e senza ma dei NIMBY che vuole buttare via tutto e rimandarci nei campi...

Io mi son rotto le balle, mi ci metterei da me a creare una organizzazione che fa le cose sul serio, ovvero bilanciare una societa' moderna con bisogni moderni con l'ambiente [target: societa' dei consumi in equilibrio con la natura - considerato impossibile ma se non ci si prova...] - che qui si va solo di estremismi! Chi si mette con me?
AROS : mica bau bau micio micio =^x^=

Offline saimon69

  • Guru
  • *****
  • Post: 1765
  • Karma: +23/-3
  • Web Dev e musicista da camera (da letto)
    • Mostra profilo
    • binarydoodles Blog
Re:Fukushima un anno dopo
« Risposta #43 il: 10 Ottobre 2019, 20:34:30 »
E adesso anche le proteste a heathrow perche' - TRAFFICO AEREO - il massimo dei minimi!
Cazzarpola! Se non volete inquinamento da aerei non bloccate un servizio INDISPENSABILE e non aspettate che siano le ditte a farli gli aerei che non inquinano (visto il fiasco di Boeing lo sapete che vanno solo dietro ai $$$), metteteci qualche dindino, assumete ingegneri aeronautici (e se siete uno mettiti a sgobbare, anche aggratis) e createli VOI gli aerei puliti e poi vendeteli VOI alle linee aeree, indietro non si torna!
AROS : mica bau bau micio micio =^x^=

Tags: