Autore Topic: Open source: Altruismo, oggettivismo o (prevalentemente) Ego boost?  (Letto 7135 volte)

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-94
    • Mostra profilo
Re:Open source: Altruismo, oggettivismo o (prevalentemente) Ego boost?
« Risposta #30 il: 12 Dicembre 2014, 21:14:40 »
Infatti. Ti capisco. Per questo preferisco spendere il mio tempo in qualche progetto innovativo, che mi faccia divertire.

Offline legacy

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5132
  • Karma: +14/-2
    • Mostra profilo
Re:Open source: Altruismo, oggettivismo o (prevalentemente) Ego boost?
« Risposta #31 il: 12 Dicembre 2014, 21:19:23 »
yep, poi e' cmq un piacere magari confrontarsi, p.e.  e' venuta fuori questa discussione con chi usa debugger commerciali :D


Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-94
    • Mostra profilo
Re:Open source: Altruismo, oggettivismo o (prevalentemente) Ego boost?
« Risposta #32 il: 12 Dicembre 2014, 21:26:45 »
Visto. Anche se l'argomento non mi è affine, è interessante. Peccato che non ci siano giudizi sui vari hardware debugger che ci sono in giro. Mi sarebbe piaciuto conoscere l'opinione di utenti ed esperti in materia, visto che dalle mie parti ne sviluppiamo uno (ISS / XDB).

Offline legacy

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5132
  • Karma: +14/-2
    • Mostra profilo
Re:Open source: Altruismo, oggettivismo o (prevalentemente) Ego boost?
« Risposta #33 il: 12 Dicembre 2014, 21:54:12 »
ah, guarda, tra OpenCores, OpenRISC e … forum, tra vari tools opensource (e.g. GDB, XDB, DDD, etc) e cose commerciali, trovo che in pochi sono cosi' "generosi" ed "altruisti" da condividere certe idee, pensieri, ed opinioni, p.e. di AnalogDevices (che e' molto usato in quel forum) nessuno o pochissimi sono disposti a dirti come si trovano per SHARC, nemmeno con i cloni cinesi (roba seria, ad 1/3 del costo di AD, di natura reversing), e pure EJTAG ed SWI, ho fatto molta fatica difatti a farmi un'idea senza doverli provare di persona visto che costano veramente tanto.

Per 332 ho potuto toccarlo con mano fin nei minimi particolare grazie ad un tizio che mi ha ceduto il suo kit: una delle poche volte che Ebay si e' rivelato utile!

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-94
    • Mostra profilo
Re:Open source: Altruismo, oggettivismo o (prevalentemente) Ego boost?
« Risposta #34 il: 12 Dicembre 2014, 22:00:23 »
E' strano, perché prima di comprare un tool, peraltro abbastanza costoso, si dovrebbe conoscerne le caratteristiche: pregi e difetti. Per questo pensavo si potessero trovare in giro le opinioni di chi ne ha comprato qualcuno. Mah.

Offline legacy

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5132
  • Karma: +14/-2
    • Mostra profilo
Re:Open source: Altruismo, oggettivismo o (prevalentemente) Ego boost?
« Risposta #35 il: 12 Dicembre 2014, 22:32:01 »
Penso che chi compra uno di quei tool prima se lo prova di persona chiamando chi di dovere (al telefono, skype) e/o facendosi mandare qualcuno in azienda, vis tu vis. Keil ed Analog Devices lo fanno, per esempio.

Per il mio Ulink2/PRO, da privato (facevo il consulente), ho parlato al telefono con 2 ingegneri Keil, supporto gratuito. In azienda hai titolo per richiedere una dimostrazione.

Offline saimon69

  • Guru
  • *****
  • Post: 1747
  • Karma: +23/-3
  • Web Dev e musicista da camera (da letto)
    • Mostra profilo
    • binarydoodles Blog
Re:Open source: Altruismo, oggettivismo o (prevalentemente) Ego boost?
« Risposta #36 il: 17 Dicembre 2014, 19:20:51 »
Lo citavo sopra sotto forma dei benedettini programmatori, ma visto il problema atavico del non-finito in ambito open source (che il nuovo e' piu interessante ecc - e ne soffro anche io al lavoro quando devo aggiustare robba) potrebbe secondo voi esser superato in parte costituendo vere ONLUS che con contributi di ONG o compagnie mettono su un sistema di bounty per invogliare dev a mantenere progetti, dandogli anche modo di sciacquare la coscienza facendoli sentire "socialmente coinvolti"?
AROS : mica bau bau micio micio =^x^=

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-94
    • Mostra profilo
Re:Open source: Altruismo, oggettivismo o (prevalentemente) Ego boost?
« Risposta #37 il: 17 Dicembre 2014, 19:40:08 »
Lo citavo sopra sotto forma dei benedettini programmatori, ma visto il problema atavico del non-finito in ambito open source (che il nuovo e' piu interessante ecc - e ne soffro anche io al lavoro quando devo aggiustare robba) potrebbe secondo voi esser superato in parte costituendo vere ONLUS che con contributi di ONG o compagnie mettono su un sistema di bounty per invogliare dev a mantenere progetti, dandogli anche modo di sciacquare la coscienza facendoli sentire "socialmente coinvolti"?
Il sistema di bounty c'è già, e ha contribuito allo sviluppo di AROS. Non penso che serva altro.

Offline legacy

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5132
  • Karma: +14/-2
    • Mostra profilo
Re:Open source: Altruismo, oggettivismo o (prevalentemente) Ego boost?
« Risposta #38 il: 17 Dicembre 2014, 19:49:30 »
secondo me ci sono soli i distributori di bounty, quelli della cioccolata  :D

Offline saimon69

  • Guru
  • *****
  • Post: 1747
  • Karma: +23/-3
  • Web Dev e musicista da camera (da letto)
    • Mostra profilo
    • binarydoodles Blog
Re:Open source: Altruismo, oggettivismo o (prevalentemente) Ego boost?
« Risposta #39 il: 17 Dicembre 2014, 20:06:52 »
Lo citavo sopra sotto forma dei benedettini programmatori, ma visto il problema atavico del non-finito in ambito open source (che il nuovo e' piu interessante ecc - e ne soffro anche io al lavoro quando devo aggiustare robba) potrebbe secondo voi esser superato in parte costituendo vere ONLUS che con contributi di ONG o compagnie mettono su un sistema di bounty per invogliare dev a mantenere progetti, dandogli anche modo di sciacquare la coscienza facendoli sentire "socialmente coinvolti"?
Il sistema di bounty c'è già, e ha contribuito allo sviluppo di AROS. Non penso che serva altro.

@cdimauro

In questo caso mi riferivo ad un ambito piu' esteso tipo a tutto quel sw open source che puo' essere usato in abito educativo/lavorativo/governativo, non solo ad AROS

@legacy

io ODIO la barretta bounty, mi nausea prima del 40% consumato :/
AROS : mica bau bau micio micio =^x^=

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-94
    • Mostra profilo
Re:Open source: Altruismo, oggettivismo o (prevalentemente) Ego boost?
« Risposta #40 il: 17 Dicembre 2014, 20:09:05 »
OK, ma si tratta semplicemente di estendere il meccanismo dei bounty ad altri progetti. Tutto qui.

Offline legacy

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5132
  • Karma: +14/-2
    • Mostra profilo
Re:Open source: Altruismo, oggettivismo o (prevalentemente) Ego boost?
« Risposta #41 il: 09 Gennaio 2015, 10:42:33 »
ieri mi sono fatto delle grasse risate
spesso e' veramente ridicola questa faccenda dell'opensource

dunque, si fanno sempre un sacco di sbrodolate imbarazzanti
che spesso dimostrano solo che nel parcheggiare Km di razzate in rete
l'eco boost quai pensa di potersi creare una vita parallela, tipo avatar   :o :o :o



cioe' fatemi capire se esagero o no

si mette in rete un mega progettone tutto open che fa figo e va pure di moda
uno viene li, che bel progetto, scusate non vedo i sorgenti

riposta: presentati

e uno ti deve dire i razzi suoi (sono tizio, faccio cose)
che senno chi sei? cosa vuoi? e parte pure il clan che non sei dei loro

dopo di che, dopo aver fatto sapere i razzi tuoi, ri-chiedi gentilmente i repository

ed e' quel punto che si manifesta un concetto che pure una scimmia dovrebbe capire

se e' un progetto open-qualcosa allora ci sono i repo pubblici
che posso consultare pure per motivi pari "a mi piace farci le parole crociate"

no ?

e invece no, sei tenuto ancora una volta a far sapere i razzi tuoi: cosa ci devi fare ?

con a motivazione: noi riteniamo dall'alto del nostro ego che non te ne fai nulla

roba che manco dio, o un profeta, e non saranno, comunque, razzi miei se me ne faccio nulla, no?

ed a quel punto parte la menata che (a copiare i sorgenti altrui per integrarli nei loro) hanno fatto fatica
e pure a metter su il foro/repo/whatever e balle annesse


alche' mi chiedo, vabbe, a parte la sanità mentale di tutto ciò
ma perche' gli altri nelle cose che rilasciano (sopratutto se create ex novo) invece ?
razzo centra ?

cioe' vogliamo prenderci per il culo tutte le volte, e' questo il punto

le cose sono due
  • o e' opensource e si mettono i sorgenti in piazza, senza fare storie, e senza fare i furbi, onesta' prima di tutto, nulla da dire sulla proprieta' intellettuale e su cosa farci della propria roba, rispetto per il lavoro altrui, e sopratutto basta non prendersi per il culo, se si sbrodolano razzate e poi i sorgenti non ci sono o si fanno storie per i repo io mi sento preso in giro
  • o NON e' opensource e allora che si tengono i sorgenti in cassaforte

dovrebbe essere un concetto semplice da capire, eppure ogni volta c'e' SEMPRE da incazzarsi



la cosa ridicola: e' open ed accessibile a tutti (nella sbrodolata in pubblica), ma i repo sono privati  (nei fatti) :o :o :o :o

Offline lucommodore

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 6176
  • Karma: +48/-9
    • Mostra profilo
Re:Open source: Altruismo, oggettivismo o (prevalentemente) Ego boost?
« Risposta #42 il: 09 Gennaio 2015, 12:07:31 »
Premetto che, prima di venire attaccato dal solito noto, parlo dal basso della mia ignoranza.
Da quanto ho capito ci sono coder che abbracciano in toto questa tipologia di concetto ma, in qualche maniera, dovranno pure campare anche loro...
Io ora non so dire se/cosa sia più/meno giusto o sbagliato ma il mio pensiero in merito è che la differenza la dovrebbe fare proprio l'idea dell'autore di turno, valutando di volta in volta se si tratta di divertimento o se si tratta di lavoro, sulla base dello specifico in cui opera, se/quanto lui stesso trae vantaggio da quanto è stato, da altri come lui, rilasciato come "open", eccetera.
Sicuramente nelle valutazioni personali influiranno poi anche altre questioni; ad esempio se uno è attaccato alla canna del gas, allora difficilmente si potrà permettere di "regalare" tutta la sua operatività...
Qualche tempo fa s'era affrontato l'argomento in ambito di retrocomputer e OS hobbistici... Ecco, in quei casi, per ovvie ragioni, dovrebbe trattarsi quasi sempre di divertimento.
Per il resto, se si tratta di licenze, allora ci saranno regole valide per tutti ma credo che, così come tutte le regole, queste servano per mettere un certo ordine e non per fare in modo che il cuBo di chi crede nell'opensource resti sempre a disposizione di ogni cannolo dell'universo così come, mi pare di capire, piacerebbe a qualcuno di coloro che certi concetti non li apprezza, accetta o approva.
Imho eh...
Solo chi è folle sfida le sue molle!
http://www.questolibro.it/retro-garage << Scambio/Vendo RetroGame

Offline legacy

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5132
  • Karma: +14/-2
    • Mostra profilo
Re:Open source: Altruismo, oggettivismo o (prevalentemente) Ego boost?
« Risposta #43 il: 09 Gennaio 2015, 12:20:16 »
allora sono tutte cazzate inutili e sterili
sopratutto, questo il punto, se uno prende il lavoro altrui, lo incamera, e poi lo chiude
e' successo esattamente questo, che e' pure scorretto

Offline lucommodore

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 6176
  • Karma: +48/-9
    • Mostra profilo
Re:Open source: Altruismo, oggettivismo o (prevalentemente) Ego boost?
« Risposta #44 il: 09 Gennaio 2015, 12:23:52 »
allora sono tutte cazzate inutili e sterili
sopratutto, questo il punto, se uno prende il lavoro altrui, lo incamera, e poi lo chiude
e' successo esattamente questo
beh, questo non è per niente giusto...
Però, ad esempio, Cloanto usa VICE e WinUAE in un prodotto commerciale vendendo quindi il lavoro che ci ha fatto intorno, le ROM per Amiga di cui ha le licenze e la distribuzione... VICE e WinUAE non sono sw "open"?
Solo chi è folle sfida le sue molle!
http://www.questolibro.it/retro-garage << Scambio/Vendo RetroGame

Tags: