Autore Topic: Bus quad-pumped vs QPI  (Letto 2043 volte)

Offline clros

  • ASM Lover
  • *****
  • Post: 457
  • Karma: +3/-1
    • Mostra profilo
Re: Bus quad-pumped vs QPI
« Risposta #15 il: 27 Aprile 2012, 14:24:16 »
Citazione da: "TheKaneB"

2- Il costo esorbitante (una decina di FET per bit di una ram statica contro 2 soli FET per bit di una DRAM).

No scusa, davvero nn mi è chiaro.
perchè mai il costo dovrebbe essere più elevato?
Cioè il costo per bit sarà sicuramente più elevato perchè devo usare molti più transistor(anche se io sapevo solo 6 transistor per FF), ma considerando che nello stesso spazio (una DIMM) che occupa una RAM da 4GB potrei avere, se ho fatto bene i conti con il rapporto di 6 a 2, solo 1.2 GB ma estremamente veloce al costo di 4 GB ma molto più lenti. Poi, 1.2 GB non mi sembrano tanto pochi...

Dov'è sbagliato il mio ragionamento?
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »
Claudio CP La Rosa

Offline TheKaneB

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5292
  • Karma: +20/-23
    • Mostra profilo
    • http://www.antoniobarba.org
Re: Bus quad-pumped vs QPI
« Risposta #16 il: 27 Aprile 2012, 14:30:51 »
Citazione da: "clros"
Citazione da: "TheKaneB"

2- Il costo esorbitante (una decina di FET per bit di una ram statica contro 2 soli FET per bit di una DRAM).

No scusa, davvero nn mi è chiaro.
perchè mai il costo dovrebbe essere più elevato?
Cioè il costo per bit sarà sicuramente più elevato perchè devo usare molti più transistor(anche se io sapevo solo 6 transistor per FF), ma considerando che nello stesso spazio (una DIMM) che occupa una RAM da 4GB potrei avere, se ho fatto bene i conti con il rapporto di 6 a 2, solo 1.2 GB ma estremamente veloce al costo di 4 GB ma molto più lenti. Poi, 1.2 GB non mi sembrano tanto pochi...

Dov'è sbagliato il mio ragionamento?

in realtà ci vuole il doppio dei transistor, in tecnologia CMOS ne servono 12

Poi, alzando il clock, devi alzare anche la tensione di alimentazione per avere fronti d'onda più piatti possibili, e questo aumenta il calore generato, quindi avresti bisogno di montare delle ventole anche sulla Ram, oltre ad avere piste ancora più corte tra i banchi di Ram e la CPU  (cosa fisicamente impossibile, basta guardare una moderna motherboard per rendersene conto).
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline clros

  • ASM Lover
  • *****
  • Post: 457
  • Karma: +3/-1
    • Mostra profilo
Re: Bus quad-pumped vs QPI
« Risposta #17 il: 27 Aprile 2012, 17:30:09 »
Uhmm ok...
Cosa intendi per "fronti d'onda piatti"?
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »
Claudio CP La Rosa

Offline TheKaneB

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5292
  • Karma: +20/-23
    • Mostra profilo
    • http://www.antoniobarba.org
Re: Bus quad-pumped vs QPI
« Risposta #18 il: 27 Aprile 2012, 17:59:02 »
Citazione da: "clros"
Uhmm ok...
Cosa intendi per "fronti d'onda piatti"?

rise time e fall time, se la tensione di alimentazione è troppo bassa, durante lo switch i FET rimangono per buona parte del tempo in zona lineare. Il fronte di salita e discesa ha così una bassa pendenza, e ciò comporta errori di interpretazione dei livelli logici.
Aumentando la tensione, entra più velocemente in zona di saturazione/interdizione, e la curva è più ripida.
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline clros

  • ASM Lover
  • *****
  • Post: 457
  • Karma: +3/-1
    • Mostra profilo
Re: Bus quad-pumped vs QPI
« Risposta #19 il: 27 Aprile 2012, 22:50:03 »
Citazione da: "TheKaneB"
Citazione da: "clros"
Uhmm ok...
Cosa intendi per "fronti d'onda piatti"?

rise time e fall time, se la tensione di alimentazione è troppo bassa, durante lo switch i FET rimangono per buona parte del tempo in zona lineare. Il fronte di salita e discesa ha così una bassa pendenza, e ciò comporta errori di interpretazione dei livelli logici.
Aumentando la tensione, entra più velocemente in zona di saturazione/interdizione, e la curva è più ripida.

Io ho sempre creduto il contrario, diminuendo la tensione il passaggio da interdizione a saturazione avveniva prima (= ci vuole meno tempo).
Credevo così forse perchè la logica ECL funziona tenendo i transistor sempre al limite della soglia di interdizione/saturazione proprio per commutare nel più breve tempo possibile.

Però forse i Transistor ECL sono BJT e non FET e io in elettronica analogica sono una capra....
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »
Claudio CP La Rosa

Tags: