Autore Topic: Informazioni su multiplazione CDMA  (Letto 1673 volte)

Offline clros

  • ASM Lover
  • *****
  • Post: 457
  • Karma: +3/-1
    • Mostra profilo
Informazioni su multiplazione CDMA
« il: 04 Agosto 2011, 20:12:30 »
Ciao a tutti,
avrei numerose domande da niubbo su questo tipo di multiplazione...c'è qualcuno che la conosce bene?
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »
Claudio CP La Rosa

Offline Z80Fan

  • Administrator
  • Guru
  • *****
  • Post: 1669
  • Karma: +13/-2
    • Mostra profilo
    • http://z80fan.altervista.org
Re: Informazioni su multiplazione CDMA
« Risposta #1 il: 04 Agosto 2011, 20:22:15 »
Tu posta lo stesso che insieme una risposta la troviamo! :D
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline TheKaneB

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5292
  • Karma: +20/-23
    • Mostra profilo
    • http://www.antoniobarba.org
Re: Informazioni su multiplazione CDMA
« Risposta #2 il: 04 Agosto 2011, 20:38:58 »
"bene" no... però so che si basa su una modulazione di fase tramite sequenza pseudocasuale (riproducibile), per migliorare il rapporto S/N. Ci vuole un esperto di telecomunicazioni, urge un intervento di compare "art3k" che si è inscritto ma non ha ancora postato... (in questo momento è al DEFCON, al suo ritorno lo obbligo a postare :D )
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline clros

  • ASM Lover
  • *****
  • Post: 457
  • Karma: +3/-1
    • Mostra profilo
Re: Informazioni su multiplazione CDMA
« Risposta #3 il: 04 Agosto 2011, 20:53:10 »
Citazione da: "TheKaneB"
"bene" no... però so che si basa su una modulazione di fase tramite sequenza pseudocasuale (riproducibile), per migliorare il rapporto S/N. Ci vuole un esperto di telecomunicazioni, urge un intervento di compare "art3k" che si è inscritto ma non ha ancora postato... (in questo momento è al DEFCON, al suo ritorno lo obbligo a postare :D )

Al DEFCON??? Cos'è??

Cmq il mio primo dubbio è questo. Sto cercando di immaginare una serie di dispositivi mobili che comunicano con una stazione base unsando la multiplazione CDMA (è uno scenario plausibile? è troppo semplificato?)
 Da quello che ho capito, ogni dispositivo mobile ha assegnata una sequenza di bit (pseudocasuoale o che usi le matrici di walsh). Questa sequenza di bit, nel momento in cui un dispositivo mobile sta trasmettendo (immaginiamo dati digitali), viene "xor-ato" con ogni singolo bit dell'informazione in uscita e il risultato viene mandato sull'antenna (anche qui semplificando).

Ora, la stazione base, per poter estrapolare dal segnale che riceve una singola comunicazione, dovrebbe conoscere il codice peudocasuale di chi sta trasmettendo, "xor-arlo" con il segnale ricevuto e ottenere in uscita l'informazione trasmessa.
Però..come fa la stazione base a sapere che in quel momento  sta trasmettendo proprio quel dispositivo e quindi applicare la corretta sequenza di "chip" per decodificare l'informazione?

Dubbio 2: con CDMA...quanti sono i dispositivi che potrei utilizzare contemporaneamente per comunicare con una stazione base? E, aumentando il numero di dispositivi, devo aumentare la lunghezza della sequenza di chip in modo da garatire l'ortogonalità? Cioè, immaginando di usare le matrici di Walsh, se avessi 64 dispositivi, dovrei usare una sequenza di 64 "chip"...ma se aumento il numero di dispositivi trasmittenti, considerando un fattore di contemporaneità uguale a 1, devo aumentare anche il numero di chip, in modo da garantire l'ortogonalità?
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »
Claudio CP La Rosa

Offline TheKaneB

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5292
  • Karma: +20/-23
    • Mostra profilo
    • http://www.antoniobarba.org
Re: Informazioni su multiplazione CDMA
« Risposta #4 il: 04 Agosto 2011, 21:48:36 »
il DEF CON è una conferenza sulla sicurezza informatica di fama internazionale.

Sul CDMA purtroppo non so aiutarti più di tanto, sorry :-(
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline Z80Fan

  • Administrator
  • Guru
  • *****
  • Post: 1669
  • Karma: +13/-2
    • Mostra profilo
    • http://z80fan.altervista.org
Re: Informazioni su multiplazione CDMA
« Risposta #5 il: 05 Agosto 2011, 00:53:53 »
Ed ecco a cosa serve la scuola...

Riconosco perfettamente la tecnica DSSS (Direct Sequence Spread Spectrum), ma ovviamente le cose "importanti" non le abbiamo viste...

Grazie professore :angry-cussingblack:

Così a istinto, direi che per il primo dubbio, la stazione dovrà provare tutte le combinazioni; ovviamente questo va bene solo se si conosce in anticipo il numero di utenti e si conoscono le sequenze di ogni utente.
Oppure (tralasciando la gestione delle collisioni), si potrebbe fare in modo che il protocollo usi dei bit iniziali di sincronizzazione tipo 0101, quindi la stazione ricevente potrebbe "sentire" la trasmissione, e, visto che i bit iniziali sono noti, estrarre il chip da questi bit (verificandolo anche con i successivi bit).
Tieni sempre conto che però sono idee che mi sono venute sul momento, probabilmente ho detto delle eresie. :D

Il secondo non saprei, ma immagino che per più utenti, servano più combinazioni di chip.
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline clros

  • ASM Lover
  • *****
  • Post: 457
  • Karma: +3/-1
    • Mostra profilo
Re: Informazioni su multiplazione CDMA
« Risposta #6 il: 06 Agosto 2011, 10:57:22 »
Citazione da: "Z80Fan"
Ed ecco a cosa serve la scuola...

La scuola serve a poco e a pochissimi. Sono assolutamente contrario alla scuola obbligatoria e di massa, almeno qui in Italia dove c'è uno scarso reale interesse di fondo verso la cultura. Qui si va a scuola solo pechè serve il "pezzo di carta" e in qualche modo cmq te lo daranno. E i pochissimi veramente interessati (o gli altrettanto pochi veramente bravi) vengono castrati da tutti gli altri. Ma questo è un altro discorso! ;)

Citazione
Riconosco perfettamente la tecnica DSSS (Direct Sequence Spread Spectrum), ma ovviamente le cose "importanti" non le abbiamo viste...

Grazie professore :angry-cussingblack:

Ma guarda, se parli di scuola superiore secondo me è già veramente tanto che ti abbiano spiegato qst cose (anche se si tratta di un ITIS)...io ho trovato queste poche informazioni su un testo universitario di mio fratello ("Comunicazioni e reti wireless" di W.Stallings)

Citazione
Così a istinto, direi che per il primo dubbio, la stazione dovrà provare tutte le combinazioni; ovviamente questo va bene solo se si conosce in anticipo il numero di utenti e si conoscono le sequenze di ogni utente.
Oppure (tralasciando la gestione delle collisioni), si potrebbe fare in modo che il protocollo usi dei bit iniziali di sincronizzazione tipo 0101, quindi la stazione ricevente potrebbe "sentire" la trasmissione, e, visto che i bit iniziali sono noti, estrarre il chip da questi bit (verificandolo anche con i successivi bit).
Tieni sempre conto che però sono idee che mi sono venute sul momento, probabilmente ho detto delle eresie. :D

Ad istinto ho pensato anche io le stesse identiche cose! ;) volevo solo esserne sicuro!

Citazione
Il secondo non saprei, ma immagino che per più utenti, servano più combinazioni di chip.
Anche io..ma cm facciamo ad esserne sicuri?  :roll:
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »
Claudio CP La Rosa

Offline Z80Fan

  • Administrator
  • Guru
  • *****
  • Post: 1669
  • Karma: +13/-2
    • Mostra profilo
    • http://z80fan.altervista.org
Re: Informazioni su multiplazione CDMA
« Risposta #7 il: 06 Agosto 2011, 18:42:18 »
Citazione da: "clros"
Ma guarda, se parli di scuola superiore secondo me è già veramente tanto che ti abbiano spiegato qst cose (anche se si tratta di un ITIS)...io ho trovato queste poche informazioni su un testo universitario di mio fratello ("Comunicazioni e reti wireless" di W.Stallings)
Guarda, l'ITIS che abbiamo qua da noi è uno dei più cazzuti. :mrgreen:
E' solo che il professore di elettronica/telecomunicazioni che abbiamo avuto in quinta spiegava un cazzo, e se lo faceva, spiegava come se fossimo a un corso universitario magistrale, parlando come se noi conoscessimo già tutto...
Per fortuna che c'era quello di laboratorio, che era tipo un pozzo di conoscenza! :D

Citazione
Anche io..ma cm facciamo ad esserne sicuri? :roll:
Il sistema lo crei da zero o ti basi su una specifica esistente? Perchè nel primo caso puoi fare circa come vuoi...
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline clros

  • ASM Lover
  • *****
  • Post: 457
  • Karma: +3/-1
    • Mostra profilo
Re: Informazioni su multiplazione CDMA
« Risposta #8 il: 06 Agosto 2011, 19:16:26 »
Citazione da: "Z80Fan"
Guarda, l'ITIS che abbiamo qua da noi è uno dei più cazzuti. :mrgreen:
Mi fa davvero piacere!! Posso chiederti di che ITIS si tratta esattamente (in quale città)?

Citazione
E' solo che il professore di elettronica/telecomunicazioni che abbiamo avuto in quinta spiegava un cazzo, e se lo faceva, spiegava come se fossimo a un corso universitario magistrale, parlando come se noi conoscessimo già tutto...
Per fortuna che c'era quello di laboratorio, che era tipo un pozzo di conoscenza! :D

Ma guarda un'altra cosa che non capisco è perchè agli insegnati non facciano una buona visita attitudinale prima di metterli a lavorare, qualcosa che risponda ad una domanda semplice: " E' in grado di trasmettere le sue conoscenze agli studenti?"

Citazione
Citazione
Anche io..ma cm facciamo ad esserne sicuri? :roll:
Il sistema lo crei da zero o ti basi su una specifica esistente? Perchè nel primo caso puoi fare circa come vuoi...
In realtà il sistema lo creo io però a partire da una base teorica. Solo che non ho capito bene alcuni concetti...in effetti potrei provare a farmeli spiegare da alcuni miei colleghi...
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »
Claudio CP La Rosa

Offline Z80Fan

  • Administrator
  • Guru
  • *****
  • Post: 1669
  • Karma: +13/-2
    • Mostra profilo
    • http://z80fan.altervista.org
Re: Informazioni su multiplazione CDMA
« Risposta #9 il: 07 Agosto 2011, 16:31:26 »
Citazione da: "clros"
Mi fa davvero piacere!! Posso chiederti di che ITIS si tratta esattamente (in quale città)?
E' l' ITIS J.F. Kennedy (si, come il presidente :)) di Pordenone.

Citazione
Ma guarda un'altra cosa che non capisco è perchè agli insegnati non facciano una buona visita attitudinale prima di metterli a lavorare, qualcosa che risponda ad una domanda semplice: " E' in grado di trasmettere le sue conoscenze agli studenti?"
O almeno un questionario da fare agli studenti, ovviamente assolutamente anonimo! :lol:

Citazione
In realtà il sistema lo creo io però a partire da una base teorica. Solo che non ho capito bene alcuni concetti...in effetti potrei provare a farmeli spiegare da alcuni miei colleghi...
Avvisaci se scopri qualcosa! :D
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

AmigaCori

  • Visitatore
Re: Informazioni su multiplazione CDMA
« Risposta #10 il: 21 ſettembre 2011, 07:03:50 »
Citazione da: "clros"


Ora, la stazione base, per poter estrapolare dal segnale che riceve una singola comunicazione, dovrebbe conoscere il codice peudocasuale di chi sta trasmettendo, "xor-arlo" con il segnale ricevuto e ottenere in uscita l'informazione trasmessa.
Però..come fa la stazione base a sapere che in quel momento  sta trasmettendo proprio quel dispositivo e quindi applicare la corretta sequenza di "chip" per decodificare l'informazione?

Vado a memoria, quindi...  :think:
Allora, mi sembra di ricordare che la stazione base assegni un codice al dispostivo mobile quando entra nel raggio d`azione della base od accendi il dispositivo mobile, vi e` una fase di inizializzazione insomma.
Quando cambi base, il tuo codice di terminale viene passato dalla vecchia alla nuova base.
Facendo cosi` la base conosce il tuo codice perche` te lo ha assegnato lei od una precedente e puo` cosi` decodificare la tua chiamata o dati che siano.
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Tags: