Autore Topic: Cosa unisce Adro (BR) e Sesto Calende (VA)?  (Letto 1224 volte)

Offline rebraist

  • Nerd
  • *****
  • Post: 946
  • Karma: +13/-1
    • Mostra profilo
Cosa unisce Adro (BR) e Sesto Calende (VA)?
« il: 28 Gennaio 2012, 10:25:57 »
Sono entrambi amministrate da sindachi leghisti.
La ragione per la quale questo post sta in mondo e uomo e non in politica è la sua essenza: l'antropologia spicciola.
Non intendo attaccare il partito lega che è espressione di tante persone quanto piuttosto l'humus umano che c'è dietro.
Veniamo ai fatti:
1) Adro. Un paio di anni fa i quotidiani nazionali riportano che all'asilo comunale ci sono bimbi, figli di immigrati o comunque di famiglie indigenti, che non possono permettersi la mensa. Le maestre, per non negare il cibo ai bimbi (quale madre darebbe al figlio una pietra se gli chiedesse un pezzo di pane recita la Bibbia), si levano il proprio per dividerlo tra i piccoli i cui genitori non possono pagare.
Un gruppo di genitori che pagano, con a capo il sindaco (Che tra l'altro era quello che aveva messo il sole verde all'ingresso del palazzo comunale togliendo il tricolore ed è stato scaricato dallo stesso bossi per essere più lealista del re), decidono e impongono che chi non paga le tasse non mangia e le maestre non possono, commettendo un illecito dare i pasti pagati dalla collettività, benchè a loro assegnati, darlo ai parassiti del sistema.
Come in una favola uno sconosciuto imprenditore versa un cospicuo assegno per coprire le rette di tutti quei bambini che non si sarebbero potuti permettere la mensa, e per lungo tempo.
Notizia degli ultimi giorni è che costui non solo è stato trovato ma è diventato cavaliere della repubblica. Tra l'altro, da credente, ho letto alcune sue dichiarazioni che sono delle parafrasi evangeliche. Respect.
Il sindaco di Adro, furioso, ha scritto una lettera a Napolitano chiamandolo porco e cane e che se le medaglie si danno ai cani (il generoso imprenditore), le medaglie stesse ne escono squalificate.
Ora io mi domando... in quale paese un uomo che fa beneficenza, che pratica l'amore per il prossimo non solo a parole, debba essere chiamato cane?
P.s. per inciso, in un altro paese leghista, il sindaco ex emigrante ha stanziato per la stessa situazione fondi per i figli degli indigenti.
2) A Sesto Calende accade un fatto orripilante: la biblioteca comunale compra un libro. E'un libro contro la lega (la bibliotecaria è di sinistra ma credo che se anche ci fossi stato io che di sinistra non sono l'avrei comprato uguale). Cosa ha pensato bene di fare il sindaco con i suoi sgherri (li devo chiamare così)? Non potendo bruciare il libro lo prendono a prestito perenne lui e i suoi così che non sia mai disponibile finchè non si arriverà al punto di poterlo vendere...
Dio mio come siamo caduti in basso...
Porca paletta se non hai paura delle idee del tuo avversario perchè non le fai leggere? Ma che è una setta???
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »
Amigaos spacca.
Aros rulla.
Morphos corre di brutto.
Sinceramente, non vorrei che mio figlio facesse amicizia con uno di questi tre tipacci.
Dottore:lei é uno di quelli che si potrebbero definire nerd...
Io: dottò, lo so di mio. Sono pure iscritto a 'n'forum...
Dottore: su internet?
Io: no a rete 4

Offline TheKaneB

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5292
  • Karma: +20/-23
    • Mostra profilo
    • http://www.antoniobarba.org
Re: Cosa unisce Adro (BR) e Sesto Calende (VA)?
« Risposta #1 il: 28 Gennaio 2012, 14:57:05 »
La Lega Nord conta un numero di esponenti "particolari", diciamo, come i due sindaci da te indicati per vari e molteplici motivi:

- Oltre al partito politico, si è creata una subcultura affine, che non si basa su regole politiche ma su concetti culturali e sociologici - si fa leva sull'emotività e sul senso di appartenenza, piuttosto che su programmi politici/economici/finanziari come fanno i partiti normali
- Si premiano i "fan sfegatati" del movimento, facendoli arrivare ai posti di potere, a prescindere dai loro meriti ma esclusivamente su una base di "fede nel partito", esattamente come fosse una religione
- I soggetti dalla psiche più debole sono più facilmente predisposti ad abbracciare una politica/filosofia con connotazioni radicali, perchè trovano nel gregge la sicurezza che non riescono a trovare in se stessi

Metti insieme queste cose e ne risulta che in partiti come quello della Lega Nord, ma anche in altri partiti minori che seguono gli stessi principi di territorialità, cultura folkloristica e senso di appartenenza ad un gruppo di eletti, risulta molto frequente che vengano fuori questi geni incompresi come i due sindaci, ma anche altre perle umane come Borghezio e compari.

Come dicevo, non credo sia il "partito politico" in sè, a generare questi mostri, ma i principi su cui il partito fa leva per reclutare le sue scimmie ammaestrate.
Secondo la mia esperienza la maggioranza di "militanti leghisti" (ma anche di molti altri piccoli partiti, generalmente estremisti, come i Verdi, Forza Nuova o i Radicali di Pannella) che ho conosciuto sono persone che: a) non hanno idea di quale sia il programma politico del proprio partito, se non per sentito dire; b) sono facilmente influenzabili e non spiccano per acume; c) replicano a pappagallo ciò che sentono dire ai propri burattinai senza un briciolo di analisi critica, anche quando dicono cose che si contraddicono a vicenda.

Ovviamente ci sono anche persone normali, ma in percentuale minore rispetto a movimenti sociali meno radicali.

Sempre secondo la mia personale esperienza, ho notato che questa gente ha "bisogno" di trovare qualcosa a cui attaccarsi con morbosità, per cui se non diventano estremisti politici magari diventano fricchettoni, o trovano la vocazione mistica di venire a citofonarmi ogni domenica mattina (mi capitano a domeniche alterne i Testimoni di Geova oppure gli attivisti della sezione dei Giovani Comunisti, entrambi i gruppi mi infarciscono la casa di volantini e giornaletti catastrofici).

Insomma, secondo me l'esempio che hai portato è solo un esempio umano di gente dalla psiche fortemente limitata che ha trovato terreno fertile, in questo caso in seno ad un partito politico che ufficialmente predica protezionismo e federalismo ma ufficiosamente sprona i propri adepti alla xenofobia, al razzismo ed all'oscurantismo più beceri, e loro ci vanno a nozze ed applicano questi principi non scritti con incredibile efficienza e zelo.
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re: Cosa unisce Adro (BR) e Sesto Calende (VA)?
« Risposta #2 il: 28 Gennaio 2012, 18:34:46 »
Non posso che essere d'accordo. Nella Lega l'intelligenza latita, per cui gli esponenti sono espressione di questo status.

Massimo disgusto per questa gentaglia xenofoba. Dovremmo espellere loro dall'Italia, non gli immigrati.

Offline lucommodore

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 6176
  • Karma: +48/-9
    • Mostra profilo
Re: Cosa unisce Adro (BR) e Sesto Calende (VA)?
« Risposta #3 il: 28 Gennaio 2012, 20:44:35 »
Citazione da: "cdimauro"
Non posso che essere d'accordo. Nella Lega l'intelligenza latita, per cui gli esponenti sono espressione di questo status.

Massimo disgusto per questa gentaglia xenofoba. Dovremmo espellere loro dall'Italia, non gli immigrati.

li mandiamo in norvegia a fare gli extra-terroni? :lol:
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »
Solo chi è folle sfida le sue molle!
http://www.questolibro.it/retro-garage << Scambio/Vendo RetroGame

Tags: