NSA - Non Solo Amiga

HARDWARE => Pazzie - Esperimenti - Modding. => Topic aperto da: legacy - 18 Luglio 2016, 13:12:18

Titolo: dead
Inserito da: legacy - 18 Luglio 2016, 13:12:18
dead
Titolo: Re:Amstrad PPC 512
Inserito da: Allanon - 18 Luglio 2016, 15:43:45
Potresti chiedere a qualche tipo che le vende su eBay, magari trovi uno disponibile che te lo misura
Titolo: Re:Amstrad PPC 512
Inserito da: Allanon - 19 Luglio 2016, 00:33:13
Io smanio per fare una bovinata con questo aggeggino che ho in casa:
(http://www.strumentimusicali.net/imagesbig/B_SAMSON_grafite49.jpg)

Ho idee perverse che mi frullano per l'inverno, ma ancora sono tutte in fermento e rapida successione :D
Lo scopo però è definito: interfacciare l'aggeggio in foto con il mio synth per dotarlo di tutti quei controlli fisici che non ha e per evitare di cavarmi gli occhi con il display ridicolo di serie.
Tutto questo senza passare dal pc, quindi mi piacerebbe che il controller in foto mandasse i sysex al synth e ascoltasse cosa risponde per mostrarmelo sul suo display (che dovrei sostituire con qualcosa di + figo).

Se poi facessi una robetta programmabile a dovere sarebbe una cosa veramente utile per tutti i synth vintage che si trovano in giro a quattro soldi :)

Chissà quando avrò il tempo per fare una roba del genere  ::) ::)
Titolo: Re:Amstrad PPC 512
Inserito da: Allanon - 19 Luglio 2016, 11:25:39
ah, certe esigenze nessuno le copre ...
p.e. non esistono dumb termninal RDP(1) a forma di laptop
(Madame lo vorrebbe con fibra, minimo 1000-SX, patch SC-SC)

sul coso qui su, mi chiedo perche' abbiano montato un LCD cosi' piccolo
su un oggetto in cui l'interfaccia e' importante tanto quanto la tastiera musicale

ergonomia? studi ergonomici, ecc ecc?

No, no, la risposta alla tua domanda è il prezzo: quell'affare li sopra zeppo di encoder rotativi, switch, slider e tastiera con aftertouch costa sulle 120 euro, un prezzo veramente ridicolo per una tastiera midi del genere, infatti hanno risparmiato sul display (che fa cagare) e sulla plastica dei tasti (che sembrano fragili fragili, e se premi con energia sembrano anche flettersi), il case invece è di ottima qualità e con corpo metallico.

Citazione
un coso RDP a forma di laptop
non scalda per nulla, visto che non fa nulla
per mostrare grandi cose ha bisogno della CPU del tostapane, i muscoli stanno sul server, e, ottimizzando per bene le cose ha + senso investire nell'I/O che nella CPU ... il che ci riporta anche alla filosofia IBM dei mainframe  :o :o :o
le batterie durano (con LCD iperconservativi) dalle 30 alle 40 ore, minimo
essendo stupidi, tutto sta sul server, remoto, di locale c'e' solo una smartcard, che fa login, tutto criptato
Anche secondo me è la soluzione più logica, ne avrei anche bisogno ad essere sincero...
Attualmente per esempio sviluppo su un notebook ma certe volte avrei la necessità di continuare il lavoro da altre postazioni (ne ho una in camera con un desktop e un'altra in ufficio con un'altro desktop) e per adesso vado di dropbox e/o media removibili.
Avevo pensato ad un NAS, ma comunque per una cosa decente e affidabile dovrei spendere diversi quattrini, ecco che allora quello che proponi tu potrebbe essere veramente una roba interessante:
- server in ufficio acceso sempre che si smazza i backup a suo piacimento
- terminale notebook (desktop remoto) che non consuma una cippa ed è silenzioso come un giaguaro che punta la preda, non scalda, lo puoi portare ovunque e continuare a lavorare da qualsiasi parte del mondo.
- se si impalla non perdi il lavoro
- se finisci la batteria non perdi il lavoro
- se ti incaxxi e pianti un'ascia nella tastiera non perdi il lavoro
Insomma, vedo solo vantaggi...
Mi consentirebbe di buttare via tutte le atre postazioni per lasciare solo un bel monitor gigante da connettere al terminale quando serve.

Chissà... l'idea di un terminale portatile mi solletica... :D
Anzi, senti questa:
- Come ti sembra un terminale contenuto nella sola tastiera e  che quando lo vuoi usare con un monitor più grande gli "sfili" il suo display e lo connetti ad un 40 pollici in fullHD?
Titolo: Re:Amstrad PPC 512
Inserito da: Allanon - 19 Luglio 2016, 12:23:08
Io a livello tecnico sono parecchio ignorante in materia, ma detto terra terra potrebbe bastare un mini pc in grado di eseguire il boot da una ROM?
Alla fine la potenza di calcolo che serve è irrisoria, quello che serve è una buona scheda video per decodificare i flussi e un'ottima scheda di rete...
Come dici tu, niente usb, niente firewire, ma solo un buco dove ficcarci la smartcard (o il dito per l'impronta digitale, o l'occhio per la scansione della retina  :o :o :o), questo molto bovinamente si potrebbe risolvere con un saldatore  :o :o :o
Titolo: Re:Amstrad PPC 512
Inserito da: Allanon - 19 Luglio 2016, 16:37:32
Mentre cercavo a destra e a manca in Internet alcune nozioni per seguire il discorso sono incappato in questo:
click (http://www.ebay.it/itm/laptop-oracle-sun-ray-3-Ultra-Thin-Client-14/262529139234?_trksid=p2047675.c100005.m1851&_trkparms=aid%3D222007%26algo%3DSIC.MBE%26ao%3D1%26asc%3D20140620091323%26meid%3D70b4dac1f2d14f3a822387a8bb0648b1%26pid%3D100005%26rk%3D3%26rkt%3D6%26sd%3D381578629366)
 :o
Titolo: Re:Amstrad PPC 512
Inserito da: Allanon - 19 Luglio 2016, 17:22:45
Infatti anch'io avevo il dubbio se fosse qualcosa di artigianale o meno, posta la risposta che mi potrebbe interessare qualche esperimento :P

Più in basso si legge "we ship from Italy"  :o :o
Titolo: Re:Amstrad PPC 512
Inserito da: Allanon - 19 Luglio 2016, 17:30:27
Vedi che madame è contenta:
Citazione
Built-in fiber optic networking

Molto interessante
Titolo: Re:Amstrad PPC 512
Inserito da: Allanon - 19 Luglio 2016, 17:35:23
A me sta cosa mi sta incuriosendo non poco...
Titolo: Re:Amstrad PPC 512
Inserito da: Allanon - 19 Luglio 2016, 17:38:05
Ma.... la storia della smartcard come funziona in pratica... cioè, come si creano/impostano?
Titolo: Re:Amstrad PPC 512
Inserito da: Allanon - 19 Luglio 2016, 17:50:57
 ::) la faccenda si complica  ::)
Titolo: Re:Amstrad PPC 512
Inserito da: Allanon - 19 Luglio 2016, 18:35:50
 ::)
Titolo: Re:Amstrad PPC 512
Inserito da: Allanon - 20 Luglio 2016, 09:09:07
Anche a me ha dato una sensazione di lentezza assoluta...
Poi dopo tutto quello che hai scoperto direi che possiamo bocciarlo subito.
Io questi cosi li ho sempre immaginati molto più rapidi nell'accensione, poi ok, è tutta questione di rete, ma... mi domandavo... il firmware non potrebbe risiedere in una rom per velocizzare un attimino le operazioni di accensione? Oppure anche in un SSD piccolino, tanto per partire subito appena acceso. Per un SSD da 16gb stiamo parlando di 20€, li dentro ci starebbe anche un SO minimale tanto per andare a cazzeggiare su Internet senza ciucciare la banda con RDP e roba simile... tanto da quello che ho capito serve comunque un processore discreto per un client del genere.
Titolo: Re:Amstrad PPC 512
Inserito da: Allanon - 20 Luglio 2016, 16:21:18
Sempre a riguardo di tempi di avvio, capisco perfettamente l'ultimo punto, ovvero che per design-sicurezza la roba deve stare in ram, mi domando se avrebbe senso (non so se già esiste nei thin client) poter mettere il client in stand by: il server dopo n minuti di inattività glo kicka fuori e lui si ritrova in posizione di login non appena esce dallo stand by.
Mantenere in stand by un client a monitor spentp non dovrebbe essere esoso in termini di energia...
Sto dicendo una marea di vaccate?  ;D
Titolo: Re:Amstrad PPC 512
Inserito da: Allanon - 20 Luglio 2016, 20:08:25
A prova di bomba! Certo che in stand by non consuma quasi niente!
Titolo: Re:Amstrad PPC 512
Inserito da: Allanon - 20 Luglio 2016, 23:26:20
Quindi ricapitolando (questo thread è deragliato su un binario completamente diverso ;D), che alternative abbiamo per un laptop client? DIY e basta?
Titolo: Re:Amstrad PPC 512
Inserito da: Mabo81 - 21 Luglio 2016, 00:25:18
Perché avete tolto le teorie di Daniele Garzelli ?


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Titolo: Re:Amstrad PPC 512
Inserito da: saimon69 - 21 Luglio 2016, 20:47:08
Ferie? Cosa sono le ferie? :( Parmi di ricordar una simile parola taaaanto tempo fa quando ancora alloggiavo nello stivale e non nel calzino...
Titolo: Re:Amstrad PPC 512
Inserito da: ::: NSA ModBot ::: - 21 Luglio 2016, 22:30:28
Le teorie del Garzelli sono state eliminate dal forum presumo da @Allanon


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Le teorie del Garzelli le ho eliminate io perchè non consone con questo forum e con le tematiche trattate, se proprio ci tieni Internet è immensa, hai spazio pressochè infinito che non sia questo.