Autore Topic: Lavorare su OS X virtualizzato o da remoto  (Letto 1160 volte)

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Lavorare su OS X virtualizzato o da remoto
« il: 10 Giugno 2011, 20:31:25 »
Riporto qualche commento ho scambiato con Antonio su FaceBook, riguardo alla possibilità di utilizzare OS X in ambiente virtualizzato oppure, in alternativa, da remoto.
Citazione da: "Cesare Di Mauro"
Mi rendo conto di non essere stato chiaro. Il problema non è quello di avere un Mac: ne abbiamo già in azienda, e anche se non ce ne fossero, ne ordineremmo un altro per me. E' che lavorare nativamente su OS X, soprattutto su un Mac, non mi va proprio. Vorrei poter lavorare sul mio nuovissimo PC attuale (core i5, 4 core, 8GB di DDR3, e ovviamente VT-x), dedicando a OS X una finestra in cui gira e in cui poter sviluppare per iPhone/iPad.
Citazione da: "Antonio Barba"
mi è venuta in mente un'idea malefica... e se sviluppassi in remoto, loggandoti su qualche mac dell'ufficio tra quelli più potenti? Con una connessione LAN da 1 Gbps la GUI è perfettamente adeguata per un utilizzo di quel tipo (15fps dovrebbero bastarti).
Sono due problemi completamente diversi, ma per me rappresentano due possibili soluzioni allo stesso problema (quello di sviluppare per iPhone/iPad, senza usare un Mac vero, ma impiegando un PC).

Che ne pensate?

Offline divina

  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 2051
  • Karma: +1/-7
    • Mostra profilo
Re: Lavorare su OS X virtualizzato o da remoto
« Risposta #1 il: 10 Giugno 2011, 23:19:47 »
penso che per la prima sia colpevole Apple :D e vai a spiegarlo a loro :)

per la seconda ti consiglio di installare come servizio sul Mac (da gestire via remoto) questo VNC server (Vine Server 3.12) http://www.testplant.com/downloads e già dovresti incominciare a ragionare :)  (logicamente applicherai un NAT nel router, firewall ove presente il Mac per pubblicare il servizio, eventualmente consentendone l' accesso al solo tuo IP pubblico statico, se ne hai uno (statico))
(usato spesso per il controllo remoto, anche a 3bit :D nei casi estremi)
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »
MorphOS 3.9-PowerMac G5 && PowerMac G4 FW800 && PowerBook G4 && Pegasos2 G4 //AmigaOS4.x //IcAROS x86 //- A4k 060- MacIntel/powerpc - x86/x64/powerpc servers -

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re: Lavorare su OS X virtualizzato o da remoto
« Risposta #2 il: 11 Giugno 2011, 05:22:45 »
Grazie! Per il primo, è normale, nella logica (contorta) di Apple, visto che vuole pieno controllo sui suoi prodotti. :(

Offline divina

  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 2051
  • Karma: +1/-7
    • Mostra profilo
Re: Lavorare su OS X virtualizzato o da remoto
« Risposta #3 il: 11 Giugno 2011, 23:46:40 »
:lol:
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »
MorphOS 3.9-PowerMac G5 && PowerMac G4 FW800 && PowerBook G4 && Pegasos2 G4 //AmigaOS4.x //IcAROS x86 //- A4k 060- MacIntel/powerpc - x86/x64/powerpc servers -

Tags: