Autore Topic: IA & Concetto di realtà  (Letto 6135 volte)

Offline Allanon

  • Administrator
  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 3497
  • Karma: +17/-4
    • Mostra profilo
    • http://www.a-mc.biz
IA & Concetto di realtà
« il: 25 Giugno 2011, 23:55:00 »
Pseudo codice:
Codice: [Seleziona]
Func Main()
   Do
      entità, distanza = guarda_avanti()

      Switch entità
         Case cibo
            if distanza = 0 then mangia() else vai_avanti()
         
         Case pericolo
            cambia_direzione()

         Case predatore()
            vai_indietro()

         Default
            if not(self.stanco) then vai_avanti() else riposa()

      EndSwitch
   Loop

EndFunc


Secondo voi l'entità pilotata da questo codice può essere definita "intelligente"?
Inoltre, può essere definita "viva"?

ATTENZIONE: Questo post è solo una provocazione (nel senzo di provocare una bella discussione) e può esporre il delirio al quale di tanto in tanto penso e mi fa arrovellare il cervello  :auto-ambulance:
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline Z80Fan

  • Administrator
  • Guru
  • *****
  • Post: 1669
  • Karma: +13/-2
    • Mostra profilo
    • http://z80fan.altervista.org
Re: IA & Concetto di realtà
« Risposta #1 il: 26 Giugno 2011, 00:02:45 »
Parlando da parziale nabbo in materia, direi che, se la rendi capace di riprodursi e di morire, può essere classificata come essere vivente.
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline Allanon

  • Administrator
  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 3497
  • Karma: +17/-4
    • Mostra profilo
    • http://www.a-mc.biz
Re: IA & Concetto di realtà
« Risposta #2 il: 26 Giugno 2011, 00:28:09 »
Beh anch'io sono niubbo, non ho studiato nulla in materia e vado solo con le mie riflessioni, quindi...

Diamogli un tipo di riproduzione semplice: la scissione (quando la propria energia è superiore a 100)
La morte come gliela diamo? Per vecchiaia? Ok... immaginiamo un countdown inesorabile allora inizializzato durante la nascita...

Codice: [Seleziona]
   Func scissione()
        self.energia = self.energia / 2
        self.clona()
    EndFunc

    Func Main()
       Do
          if self.energia > 100 then self.scissione()
          if self.età_max = 0 then self.muori()

          entità, distanza = self.guarda_avanti()

          Switch entità
             Case cibo
                if distanza = 0 then self.mangia() else self.vai_avanti()
             
             Case pericolo
                self.cambia_direzione()

             Case predatore()
                self.vai_indietro()

             Default
                if not(self.stanco) then self.vai_avanti() else self.riposa()

          EndSwitch

          self.età_max = età_max - 1
       Loop

    EndFunc



Adesso?
E' Intelligente? Ed è anche "vivo" ?
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline Z80Fan

  • Administrator
  • Guru
  • *****
  • Post: 1669
  • Karma: +13/-2
    • Mostra profilo
    • http://z80fan.altervista.org
Re: IA & Concetto di realtà
« Risposta #3 il: 26 Giugno 2011, 00:46:32 »
Citazione da: "Allanon"
Adesso?
E' Intelligente? Ed è anche "vivo" ?
Probabilmente può essere considerato un essere vivente; per quanto riguarda l'intelligenza, dipende da come si definisce "intelligenza"...
Secondo me, no, allo stesso modo come non si può definire intelligente un piccolo organismo, che fa solo quello che gli dice "l'istinto"; non prende iniziative.
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline Allanon

  • Administrator
  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 3497
  • Karma: +17/-4
    • Mostra profilo
    • http://www.a-mc.biz
Re: IA & Concetto di realtà
« Risposta #4 il: 26 Giugno 2011, 00:56:16 »
Vediamo questo esperimento dove ci porta...

Il piccolino è in grado di:
- vedere di fronte a se
- andare verso il cibo e nutrirsi
- riprodursi
- evitare i pericoli (impulso istintivo)
- allontanarsi dai predatori (impulso istintivo)
- spostarsi alla ricerca di cibo (ed eventualmente riprodursi) per il resto della sua esistenza fino a che non si stanca, poi riposa

Definisci "prendere iniziativa"  :D
Io aggiungo una parola chiave "apprendimento"
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline Z80Fan

  • Administrator
  • Guru
  • *****
  • Post: 1669
  • Karma: +13/-2
    • Mostra profilo
    • http://z80fan.altervista.org
Re: IA & Concetto di realtà
« Risposta #5 il: 26 Giugno 2011, 01:08:40 »
Citazione da: "Allanon"
Definisci "prendere iniziativa"  :D
Io aggiungo una parola chiave "apprendimento"
Ecco si anche "apprendimento".

Io per "prendere iniziativa" intendo, ad esempio, non andrà mai ad affrontare il pericolo, perchè magari ha abbastanza energia da rimanere indenne.
Cioè è troppo semplice anche per fare esempi sensati.  :D
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline Allanon

  • Administrator
  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 3497
  • Karma: +17/-4
    • Mostra profilo
    • http://www.a-mc.biz
Re: IA & Concetto di realtà
« Risposta #6 il: 26 Giugno 2011, 01:18:52 »
Quindi mi molli già?   :)
Possiamo fargli apprendere nuovi cibi facendogli assaggiare tutto ciò che incontra, per esempio...
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline Z80Fan

  • Administrator
  • Guru
  • *****
  • Post: 1669
  • Karma: +13/-2
    • Mostra profilo
    • http://z80fan.altervista.org
Re: IA & Concetto di realtà
« Risposta #7 il: 26 Giugno 2011, 01:25:19 »
Citazione da: "Allanon"
Quindi mi molli già?   :)
No perchè :D; è solo che è l'una e mezza e sono un po' fuso. ;)
Citazione
Possiamo fargli apprendere nuovi cibi facendogli assaggiare tutto ciò che incontra, per esempio...
E' un buon inizio; ad ogni passo in cui non deve fare altro (default), si può scegliere di farlo guardare nelle 4 direzioni, e se a una certa distanza (massima di visione) c'è un cibo, lui calcola la sua "bontà" e se ci sono più possibilità sceglie la migliore (Ovviamente si danno punteggi diversi a cibi diversi).

Com'è ora? ;)
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline TheKaneB

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5293
  • Karma: +20/-23
    • Mostra profilo
    • http://www.antoniobarba.org
Re: IA & Concetto di realtà
« Risposta #8 il: 26 Giugno 2011, 02:37:26 »
espandilo come vuoi, il tuo resta solo un Automa a stati finiti, o Finite State Machine.

Per quanto complesso, potrà mostrare solo un numero finito (seppur grande) di comportamenti e combinazioni di comportamenti.

La chiave per l'intelligenza è la fuzzy-logic, cioè fare scelte a casaccio. Allo stesso modo, la chiave per l'apprendimento è il feedback dell'errore, cioè sbagliare e farsi male. Se sopravvive, saprà che quella cosa non dovrà mai più rifarla :-p

In altre parole, se vuoi un essere che sia "furbo" e "intelligente" devi strutturarlo in modo tale da consentirgli di fare cose illogiche e potenzialmente stupide, e poi devi dotarlo di un meccanismo che a posteriori misuri la bontà di una scelta fatta e usi il dato per penalizzare quel tipo di comportamento.

Su questa base nascono almeno 3 tipi diversi di intelligenza artificiale:
- basata su database relazionale ed elaborazioni statistiche (esempi: il gioco degli scacchi, il riconoscimento del parlato e la traduzione tra lingue)
- basata su logica deduttiva e inferenziale (esempio: il matematico automatico)
- basata su reti neurali (esempi: riconoscimento degli oggetti e delle forme, interpretazione della semantica del testo)
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline Allanon

  • Administrator
  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 3497
  • Karma: +17/-4
    • Mostra profilo
    • http://www.a-mc.biz
Re: IA & Concetto di realtà
« Risposta #9 il: 26 Giugno 2011, 09:38:26 »
@TheKaneB
Si, a grandi linee conosco quello che hai citato, tuttavia il mio intento era un'altro  :D
Impostando tutto il discorso come una chiaccherata fra amici al bar, o dopo un'ottima cena davanti ad una buona bottiglia di vino, volevo cercare di capire qual'è il limite che fa si che un'essere si possa definire intelligente e vivo, pur trattandosi di entità virtuali in mondi virtuali (virtuali per noi, ma per il nostro piccolo essere si tratta della sua realtà vera).

Secondo me l'intelligenza può anche essere definita come la capacità di elaborare le informazioni provenienti dall'ambiente circostante e modificare il proprio comportamento di conseguenza. Stiamo parlando di una realtà semplicissima (per ora): un'area definita, un esserino errante, qualche unità di cibo e qualche predatore qua e la, giusto per movimentare un po' l'ambiente :)

Il comportamento del tipo: assaggia ciò che incontri, e ricordati se fa schifo o se è buono potrebbe essere già un semplicissimo schema di apprendimento. Ma vediamo dove andiamo a finire :)

Allora definiamo la bestiolina (che si nutrirà di colori):

Sensi
- vista semplice (solo colore e dimensione, ma non forma) a 100 unità davanti a se

Spostamento
- Può muoversi in qualsiasi direzione liberamente ad una velocità normale (1 unità al secondo, consumo 5 energia al secondo) o veloce (2 unità al secondo, consumo 20 energia al secondo)

Sostentamento
- Si nutre di elementi che abbiamo una componente rossa (colore RGB), energia ricevuta = componente R * unità mangiate
- La componente Blu (RGB) è dannosa, energia tolta = componente B *  unità mangiate
- Come scarto produce lo stesso elemento privato della componente del colore appena mangiata
- I nostri esserini sono completamente verdi pertanto non sono attratti l'uno dall'altro e non tendono a divorarsi a vicenda

Vita
- Il nostro esserino campa in media 1000 cicli (che potrebbe essere la nostra unità di tempo)
- Muore quando la sua energia raggiunge lo zero
- Diventa meno efficiente quando la sua energia arriva al 20% di quella massima (tutti i valori mininuiti in %: vista, velocità, ecc...)
- La riserva media di energia è 500 unità

Riproduzione
- Scissione quando raggiunge la sua energia massima ed ha superato la metà della sua età massima
- La scissione porta il livello di energia del "padre" al 10% (quindi sotto la soglia critica)
- L'essere nuovo presenterà delle mutazioni genetiche su tutti i parametri descritti fino ad ora ed avrà il 50% dell'energia del "padre"

Regole
- Ad ogni ciclo tutte le entità di cui si nutre l'esserino si modificano incrementando i propri valori RGB, fino a raggiungere il massimo (255, 255, 255), in questo caso l'enitità genera tre unità con una componente casuale al massimo e le altre due a zero. Il "padre" muore (e sparisce).
- Non possono coesistere due entità in una sola unità di spazio, l'unità di spazio può essere vuota o occupata da una sola entità.

Troppo complesso per farci qualche esperimento?


:P
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Seiya

  • Visitatore
Re: IA & Concetto di realtà
« Risposta #10 il: 26 Giugno 2011, 10:26:56 »
giocate con Eliza 3.1 su C64 e sperimentate l'IA di allora.
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline Allanon

  • Administrator
  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 3497
  • Karma: +17/-4
    • Mostra profilo
    • http://www.a-mc.biz
Re: IA & Concetto di realtà
« Risposta #11 il: 26 Giugno 2011, 11:10:17 »
Lo conosco bene :)
http://www.manifestation.com/neurotoys/eliza.php3
Sono affascinato anche da questo genere di programmi, ma quello che volevo analizzare qua era il discorso di entità viva ed entità intelligente  ;)
Posso considerare un programma "vivo"?
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

AmigaCori

  • Visitatore
Re: IA & Concetto di realtà
« Risposta #12 il: 26 Giugno 2011, 11:45:38 »
Citazione da: "Allanon"
Lo conosco bene :)
http://www.manifestation.com/neurotoys/eliza.php3
Sono affascinato anche da questo genere di programmi, ma quello che volevo analizzare qua era il discorso di entità viva ed entità intelligente  ;)
Posso considerare un programma "vivo"?

Beh, definisci "vita". Ci sono molti organismi che vivono ma li definiamo stupidi perche' non fanno altro che mangiare e riprodursi :) se per vita intendi questo allora ci sei, se invece intendi il senso piu' ampio proposto da TheKaneB allora dovrai per forza seguire la "strada" ufficiale e scegliere che tipo di intelligenza creare che IMHO e' anche molto interessante perche' il tuo programma potrebbe creare un altro programma per sondare i pericoli attorno a lui.

Per esempio, gli umani in caso di pericolo mandano automi od usano delle cavie per vedere quale sia il feedback, se reputano il risultato soddisfacente allora useranno in prima persona quella medicina, mangeranno quel cibo, entreranno in quell'ambiente.

Facendo cio' il tuo programma, esserino virtuale, non morirebbe ma apprenderebbe informazioni, inoltre utilizzerebbe altri oggetti (funzioni cavia) acquisendo esperienza ma senza morire lui :D
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline Z80Fan

  • Administrator
  • Guru
  • *****
  • Post: 1669
  • Karma: +13/-2
    • Mostra profilo
    • http://z80fan.altervista.org
Re: IA & Concetto di realtà
« Risposta #13 il: 26 Giugno 2011, 13:56:08 »
@Allanon:

Le regole che hai descritto mi sembrano corrette e interessanti; si potrebbe cominciare a fare un programma reale per eseguire gli esperimenti.

Io stesso ho qualche ideuzza da inserirci, ma ne riparliamo tra una settimana quando avrò più tempo libero. :)
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline Allanon

  • Administrator
  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 3497
  • Karma: +17/-4
    • Mostra profilo
    • http://www.a-mc.biz
Re: IA & Concetto di realtà
« Risposta #14 il: 26 Giugno 2011, 19:55:34 »
@AmigaCori
Definire "vita" è un casino, molto più semplice definire "vivo", quello che avevo chiesto io  :D
Secondo me un essere può essere considerato vivo se in grado di riprodursi e nutrirsi per mantenere la sua condizione di essere vivo.

"vivo" e "intelligente" sono due concetti completamente separati IMHO, infatti come tu stesso hai detto, esistono creature vive ma non considerate intelligenti... una mosca può essere considerata intelligente? E una formica? Un cane? Oppure sono da considerarsi alla stregua di automi? Qua c'è da fracassarsi i neuroni con questa roba, lo so, ma il bello è proprio questo :D

@Z80Fan
Sono qua in stand-by :)
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Tags: