Autore Topic: Mi sono fatto il Portatile!  (Letto 3760 volte)

Offline TheKaneB

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5293
  • Karma: +20/-23
    • Mostra profilo
    • http://www.antoniobarba.org
Re:Mi sono fatto il Portatile!
« Risposta #15 il: 31 Maggio 2014, 19:22:00 »
gli elettroni nel rame si spostano a pochi centimetri al secondo, è il campo elettrico che li spinge a propagarsi a velocità prossima a c :)

Offline Alblino

  • Guru
  • *****
  • Post: 1233
  • Karma: +6/-1
    • Mostra profilo
Re:Mi sono fatto il Portatile!
« Risposta #16 il: 31 Maggio 2014, 19:29:37 »
Che bello non capire una mazza di quello che scrivete  :o
Pc fatto in casa ;-)
I5-6600K / ASUS Z170 PRO GAMING /
8 GBDDR4 2400 MHz CL12 / GTX 750 ti 2GB

Offline gira93

  • Tech Guru
  • *****
  • Post: 159
  • Karma: +2/-0
    • Mostra profilo
    • Gira93 Blog
Re:Mi sono fatto il Portatile!
« Risposta #17 il: 31 Maggio 2014, 19:33:26 »
Che bello non capire una mazza di quello che scrivete  :o

Quoto straquoto e quotone !

Offline Z80Fan

  • Administrator
  • Guru
  • *****
  • Post: 1669
  • Karma: +13/-2
    • Mostra profilo
    • http://z80fan.altervista.org
Re:Mi sono fatto il Portatile!
« Risposta #18 il: 31 Maggio 2014, 19:37:22 »
gli elettroni nel rame si spostano a pochi centimetri al secondo, è il campo elettrico che li spinge a propagarsi a velocità prossima a c :)

Giusto; sarebbe stato meglio dire che un segnale inviato elettricamente su un cavo di rame arriva a destinazione in un tempo simile al tempo che ci metterebbe un segnale di luce ad attraversare una fibra ottica (nella stessa lunghezza di percorso ovviamente).

Il vantaggio delle fibre non è che il segnale è "più veloce", ma è la grandissima banda disponibile usando la luce come portante (visto che si hanno a disposizione diversi THz con cui lavorare). ;D

Offline TheKaneB

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5293
  • Karma: +20/-23
    • Mostra profilo
    • http://www.antoniobarba.org
Re:Mi sono fatto il Portatile!
« Risposta #19 il: 31 Maggio 2014, 19:39:14 »
yep ^^,

AmigaCori

  • Visitatore
Re:Mi sono fatto il Portatile!
« Risposta #20 il: 01 Giugno 2014, 12:50:54 »
Mmmmmmmm si, ma nel caso dei semiconduttori si rifersice ad un qualcosa di piu' complesso....gli elettroni sono "lenti" nell'agire.

Non si tratta semplicemente del "muoversi" nel filo, bensi' il tempo di questi nel ricombinarsi, nel transitare nelle varie zone drogate del semiconduttore, ecc.
Per esempio a volte per velocizzare ""l'eliminazione"" degli elettroni si usano delle impurita' aggiunte nel semiconduttori chiamate "centri di ricombinazione" con lo scopo di "eliminare" elettroni che stanno ancora brucando stile mucche sul prato :D anche dopo lo switch del transistor.
Questi "elettroni brucanti" portano a far essere lento il sistema quandi si "accende & spegne" un transitor tramite corrente / tensione.
Oltretutto se basati su corrente (BJT) abbiamo un'inefficienza data dal transito degli elettroni nella base (che e' un centro di ricombinazione obbligatorio da attraversare che implica "perdita" di elettroni) mentre se passiamo a sistemi comandati in tensione (MOS) abbiamo il problema che per creare lo strato d'inversione nel canale c'e' bisogno della capacita' di gate e di avere almeno 2Fe (Fe: tensione di Fermi, circa 0.35V): ovvero' il problema gia' detto del CV^2

Col grafene...siamo su un altro pianeta, oltreutto mooolto interessante ^^

For one thing, graphene logic will be extraordinarily fast. Instead of manipulating information by turning the flow of current on and off through a transistor channel, graphene logic could perform calculations by bending, reflecting, focusing, and defocusing electrons moving at 1/300th the speed of light—about 10 times as fast as electrons in conventional silicon CMOS devices. Logic devices built from graphene will consume less power and take up far less real estate than CMOS or optical switches.
Articolo interessante:
http://spectrum.ieee.org/semiconductors/materials/graphene-the-ultimate-switch

Altra cosa interessante...
If you calculate the energy of any free electron in graphene, you'll find that, just as with the photon, its energy is directly proportional to its momentum. (A photon doesn't have mass, but it has a momentum that arises from its wavelike, quantum-mechanical nature.) Because they are effectively massless, electrons in graphene always move at the maximum velocity possible, regardless of how energetic they are.
« Ultima modifica: 02 Giugno 2014, 09:58:02 da AmigaCori »

Offline Alblino

  • Guru
  • *****
  • Post: 1233
  • Karma: +6/-1
    • Mostra profilo
Re:Mi sono fatto il Portatile!
« Risposta #21 il: 01 Giugno 2014, 18:24:48 »
W le mucche ;)
Pc fatto in casa ;-)
I5-6600K / ASUS Z170 PRO GAMING /
8 GBDDR4 2400 MHz CL12 / GTX 750 ti 2GB

Offline TheKaneB

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5293
  • Karma: +20/-23
    • Mostra profilo
    • http://www.antoniobarba.org
Re:Mi sono fatto il Portatile!
« Risposta #22 il: 03 Giugno 2014, 10:53:07 »
Mmmmmmmm si, ma nel caso dei semiconduttori si rifersice ad un qualcosa di piu' complesso....gli elettroni sono "lenti" nell'agire.

Non si tratta semplicemente del "muoversi" nel filo, bensi' il tempo di questi nel ricombinarsi, nel transitare nelle varie zone drogate del semiconduttore, ecc.
Per esempio a volte per velocizzare ""l'eliminazione"" degli elettroni si usano delle impurita' aggiunte nel semiconduttori chiamate "centri di ricombinazione" con lo scopo di "eliminare" elettroni che stanno ancora brucando stile mucche sul prato :D anche dopo lo switch del transistor.
Questi "elettroni brucanti" portano a far essere lento il sistema quandi si "accende & spegne" un transitor tramite corrente / tensione.
Oltretutto se basati su corrente (BJT) abbiamo un'inefficienza data dal transito degli elettroni nella base (che e' un centro di ricombinazione obbligatorio da attraversare che implica "perdita" di elettroni) mentre se passiamo a sistemi comandati in tensione (MOS) abbiamo il problema che per creare lo strato d'inversione nel canale c'e' bisogno della capacita' di gate e di avere almeno 2Fe (Fe: tensione di Fermi, circa 0.35V): ovvero' il problema gia' detto del CV^2

Col grafene...siamo su un altro pianeta, oltreutto mooolto interessante ^^

For one thing, graphene logic will be extraordinarily fast. Instead of manipulating information by turning the flow of current on and off through a transistor channel, graphene logic could perform calculations by bending, reflecting, focusing, and defocusing electrons moving at 1/300th the speed of light—about 10 times as fast as electrons in conventional silicon CMOS devices. Logic devices built from graphene will consume less power and take up far less real estate than CMOS or optical switches.
Articolo interessante:
http://spectrum.ieee.org/semiconductors/materials/graphene-the-ultimate-switch

Altra cosa interessante...
If you calculate the energy of any free electron in graphene, you'll find that, just as with the photon, its energy is directly proportional to its momentum. (A photon doesn't have mass, but it has a momentum that arises from its wavelike, quantum-mechanical nature.) Because they are effectively massless, electrons in graphene always move at the maximum velocity possible, regardless of how energetic they are.

Interessante sta roba :)
Sembra che tra qualche decennio col grafene ci faremo anche il caffè :D

AmigaCori

  • Visitatore
Re:Mi sono fatto il Portatile!
« Risposta #23 il: 03 Giugno 2014, 11:43:47 »
Mah.....purtroppo (come al solito direi io) in Italia siamo ancora ai tempi del paleolitico ;_; e non parlo di produzione, ovvio che quella la fanno i BIG in Asia.
Parlo di far presente agli studenti che esiste pure sta roba...............

Se sento dire un'altra volta che l'Italia e' "Punto d'eccellenza mondiale" vomito. A schizzo.

Cioe', non basta avere un ricercatore di origini italiane che lavora da qualche parte all'IBM per dire che "L'Italia e' nella ricerca dei semiconduttori ed e' punto d'eccellenza mondiale..." eddai su -_-;

AmigaCori

  • Visitatore
Re:Mi sono fatto il Portatile!
« Risposta #24 il: 03 Giugno 2014, 15:08:42 »
difatti nei corsi di analogica si sta 2 anni sul mosfet
poi si vede di striscio il bjt, ed e' finito il triennio
e nella specialistica ?
eh, c'e' ancora il mosfet, a pelo un IGBT

eh, tocca farsi l'erasmus, di fisso

A corsi specializzati, manco i MOS a canale corto (i MOS a canale "lungo" sono piu' facili da spiegare) si fanno bene...si "strisciano" solo anche quelli........si resta sul classico MOS-didattico che nella pratica non si usa se non nei libri di 30 anni fa.

La specialistica in questo campo in Italia e' una barzelletta, altamente al di sotto delle lauree estere...pero' leggo sempre "L'Italia e' punto d'eccellenza mondiale nel..."  ::)

Invece nelle triennale l'elettronica dello stato solido e' raccontata a mo' di barzelletta, si spiega in maniera fisicamente errata come funziano i MOS, ti sorbisci una pastrame di formule matematiche (che sono modelli) che non si sa furoi da dove vengano, si perde tempo in aspetti secondari senza dare una visione d'insime del problema...

AmigaCori

  • Visitatore
Re:Mi sono fatto il Portatile!
« Risposta #25 il: 03 Giugno 2014, 19:13:04 »

pero' ti sei fatto tomi e tomi di fuffa formalistica fine a se stessa
ma un po' per tante ragioni
tra cui …. meccanica quantistica non e' a programma in modo utile
per cui a cosa serve il corso di stato solido ? boh …

Mi riferivo proprio a quello quando ho detto "a mo' di barzelletta", perche' l'elettonica non la capisci senza un corso di elettronica dello stato solido e lo stato solido e' basato sulla meccanica quantistica ma la meccanica quantistica, anche nelle specializzazioni e' opzionale o non presente affatto.
Impari formuloni a macchinetta che non hanno senso perche' sono solo modelli matematici i cui limiti d'impiego dipendo dalla tecnologia usata e dalle cosniderazioni esemplificative fatte nell'applicare la meccanica quantistica.

Quoto quindi la tua considerazione in toto. -_-;

Tags: