Autore Topic: La retta analisi dell'uomo qualunque (sul M5S)  (Letto 8289 volte)

Offline Limbaccio

  • ASM Lover
  • *****
  • Post: 281
  • Karma: +2/-0
    • Mostra profilo
Re:La retta analisi dell'uomo qualunque (sul M5S)
« Risposta #30 il: 15 Dicembre 2014, 09:26:41 »
Esempio pratico. Mettiamo che dia del cornuto a qualcuno, che sia condannato in via definitiva, e che abbia scontato la pena. A questo punto ho pagato il mio debito con la società, e non vedo perché non potrei candidarmi a un seggio al parlamento (o ad altro).

Beh, come diceva Lucommodore, ci sono dei ruoli per cui la tua fedina penale dev'essere intonsa. Credo che il parlamentare dovrebbe essere una di queste.

Altro esempio. Mettiamo che sia un onorevole, e che qualcuno s'inventi una storia su di me. Dovrei dimettermi? Non esiste. Io sono innocente finché non sarà provato il contrario in TUTTI i gradi di giudizio, come recita la Costituzione: solo allora potrei essere sospeso (quindi nemmeno volontariamente) SE la pena dovesse essere scontata in carcere o ai domiciliari. Potrei essere dimesso definitivamente, invece, nel caso in cui la condanna non fosse compatibile col ruolo che rivesto (esempio: tangenti).
In quest'ultimo caso e durante il corso processuale, sarebbe accettabile una restrizione della privacy (leggi: potrei essere seguito / pedinato da agenti per vedere cosa faccio, e le mie telefonate intercettate), proprio a causa del ruolo del rivesto e del possibile conflitto d'interessi.

Ok, sono d'accordo, ma tu parli del cittadino comune, qui parliamo di gente che ci rappresenta e rappresenta l'Italia. Se uno si inventa una storia su di me, immagino che la cosa si risolva in breve tempo ed in questo caso concordo che bisogna essere garantisti. Ma se ci sono dei gravi indizi di colpevolezza, questa persona non può ricoprire una carica istituzionale fino a che la sua posizione non verrà chiarita. Magari uno è indagato per mafia, coi tempi della giustizia italiana rischia di rimanere al suo posto per anni...e se poi vien fuori che è mafioso davvero? Poi i politici vengono indagati/condannati sempre per le solite 3/4 robe, corruzione, tangenti, mafia. Anche se scontano la loro pena, che vadano a fare il panettiere (e la michetta gliela compro pure), ma io a rappresentarmi in parlamento non li voglio.
Comunque il primo punto del "parlamento pulito" proponeva il divieto di candidatura in Parlamento per i condannati, in via definitiva o non definitiva, per reati non colposi con pene superiori a 10 mesi e 20 giorni. Quindi i semplici indagati ne stavano fuori...vedi che Grillo un po' garantista lo era pure lui :D

Offline Amig4be

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 6000
  • Karma: +45/-27
    • Mostra profilo
    • Commodore Computer Blog
Re:La retta analisi dell'uomo qualunque (sul M5S)
« Risposta #31 il: 15 Dicembre 2014, 11:41:21 »

Dopo 10 anni di attivismo politico, e altrettanti di interessamento in quest'ambito, posso dire che l'unica soluzione per risolvere i problemi dell'Italia è sterminare gli italiani. In alternativa, magari farsi conquistare dalla Svizzera.

Per cui non smuoverò più il culo dalla sedia per andare a votare. Men che meno adesso che dovrei pure fare la fila al più vicino consolato.

Ho già dato. Anche troppo.

Scusa ma dopo parecchie chiacchiere sul NAZI-qualcosa, non te ne puoi uscire con queste sparate... anche perché lo stesso grillo ha puntato il dito ad esempio contro gli anziani pensionati poveracci (quasi suoi coetanei), non dicendo che andrebbero sterminati ma lasciando intendere che c'è un appendice morta (o quasi morta) del paese, che pesa sul paese stesso.
Capisco il disappunto per il pessimo rapporto contributo alla politica/risultato, farebbe scoraggiare chiunque e lo si vede nel costante e drammatico calo dell'affluenza alle urne (cosa che il presidente del consiglio si è guardato bene da commentare negativamente visto che l' x% dello y% dei votanti lo ha premiato).
Però gli italiani/elettori hanno costantemente lottato con un andamento tipico dei paesi democratici (metà da una parte, metà da un'altra), un po' votando i presunti oppositori di Berlusconi, un po' tappandosi il naso e votando i pezzi più piccoli vista la crescente frammentazione. Quindi al massimo l'ira la si dovrebbe direzionare verso poco più della metà dell'elettorato, origine dei successi di Berlusconi alle urne, della quale gran parte è stata traviata da Tv e pure dai preti nelle parrocchie.
Al momento chi attacca il m5s può solo votare partiti che a stento supereranno la soglia di sbarramento, perché votare PD imho è qualcosa di non molto diverso dal votare FI, se non peggio visto che si presume che gli elettori di SX (o pseudo tali) abbiano una coscienza politica leggermente più sviluppata della casalinga o del pensionato che si ammorba davanti alla tv sulle storie di bambini e donne uccise.

Poi non sono d'accordo su alcuni commenti fatti all'astensionismo, o meglio la pensavo allo stesso modo fino all'inizio di quest'anno, ora il disinteresse inizia a prendere il sopravvento e credo che non valga più la pena di distogliere energie mentali da qualcosa di più importante che questi 4 buffoni come l'ex sindaco di firenze, felici di essere eletti magari solo con i voti di parenti ed amici e che non ha il minimo rispetto delle minoranze, neanche quella del proprio partito. Un opportunista cazzaro assetato di potere...

Offline lucommodore

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 6176
  • Karma: +48/-9
    • Mostra profilo
Re:La retta analisi dell'uomo qualunque (sul M5S)
« Risposta #32 il: 15 Dicembre 2014, 15:09:02 »
Esempio pratico. Mettiamo che dia del cornuto a qualcuno, che sia condannato in via definitiva, e che abbia scontato la pena. A questo punto ho pagato il mio debito con la società, e non vedo perché non potrei candidarmi a un seggio al parlamento (o ad altro).

Beh, come diceva Lucommodore, ci sono dei ruoli per cui la tua fedina penale dev'essere intonsa. Credo che il parlamentare dovrebbe essere una di queste.
Appunto.
Nel nostro paese se uno viene beccato 2 volte a fumarsi 1 cannetta, gli vengono tolti patente e passaporto, resta con un precedente nella fedina penale, dovrà presentarsi al NOT e, per mesi, da un assistente sociale e non potrà più lavorare presso la scuola pubblica (forse anche privata, non so).
Se invece rubi milioni e il reato va in prescrizione o sconti la pena (generalmente arresti domiciliari per poco tempo e i soldi rubati restano in un conto all'estero), puoi startene in parlamento per tutta la vita.

Qua non si tratta più di concettualizzare su cosa sia giusto o meno ma di constatare come stanno le cose da decenni e prendere provvedimenti. Se poi, tali provvedimenti risultassero estremi, allora pazienza: si vede che in altra maniera non si poteva più agire per risolvere alcunché; l'importante è che tutto questo schifo non rimanga tale.
Poi noi non abbiamo idea... Nei periodi di abbondanza (fine anni '70 e primi '80), quando nessuno si lamentava perché aveva la pancia piena, c'erano politici che andavano allo stadio la domenica in elicottero, a spese del contribuente. Oggi non è cambiato nulla, c'è solo un po' ,meno ostentazione... E' imho ora di finirla, con le buone o con le cattive.
Solo chi è folle sfida le sue molle!
http://www.questolibro.it/retro-garage << Scambio/Vendo RetroGame

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re:La retta analisi dell'uomo qualunque (sul M5S)
« Risposta #33 il: 15 Dicembre 2014, 18:44:25 »

Per cui non smuoverò più il culo dalla sedia per andare a votare. Men che meno adesso che dovrei pure fare la fila al più vicino consolato.


Gli italiani residenti all'estero che sono iscritti all' AIRE possono votare per posta alle politiche e a certe altre elezioni (in questo momento non mi ricordo quali).  Alle ultime regionali, si poteva usufruire di uno sconto di viaggio in Italia.
Buono a sapersi. Paradossalmente è più conveniente votare all'estero che in Italia. ;D

Esempio pratico. Mettiamo che dia del cornuto a qualcuno, che sia condannato in via definitiva, e che abbia scontato la pena. A questo punto ho pagato il mio debito con la società, e non vedo perché non potrei candidarmi a un seggio al parlamento (o ad altro).

Beh, come diceva Lucommodore, ci sono dei ruoli per cui la tua fedina penale dev'essere intonsa. Credo che il parlamentare dovrebbe essere una di queste.
Non sono d'accordo, perché eventuali condanne non sono tutte uguali. Un conto è essere condannati per evasione fiscale, e tutt'altra cosa per diffamazione, tanto per fare un esempio.

Per quanto mi riguarda è una questione meramente pratica: non voglio vedere occupare seggi da gente che avrebbe un evidente conflitto d'interessi nel fare il parlamentare. Tutto ciò che non rientra in ciò non può assolutamente inficiare la possibilità di concorrere.

Sempre tenendo conto che, alla fine, è pur sempre il popolo che decide.
Citazione
Altro esempio. Mettiamo che sia un onorevole, e che qualcuno s'inventi una storia su di me. Dovrei dimettermi? Non esiste. Io sono innocente finché non sarà provato il contrario in TUTTI i gradi di giudizio, come recita la Costituzione: solo allora potrei essere sospeso (quindi nemmeno volontariamente) SE la pena dovesse essere scontata in carcere o ai domiciliari. Potrei essere dimesso definitivamente, invece, nel caso in cui la condanna non fosse compatibile col ruolo che rivesto (esempio: tangenti).
In quest'ultimo caso e durante il corso processuale, sarebbe accettabile una restrizione della privacy (leggi: potrei essere seguito / pedinato da agenti per vedere cosa faccio, e le mie telefonate intercettate), proprio a causa del ruolo del rivesto e del possibile conflitto d'interessi.

Ok, sono d'accordo, ma tu parli del cittadino comune, qui parliamo di gente che ci rappresenta e rappresenta l'Italia.
No no: io parlavo anche di parlamentari. Per me non c'è sostanziale differenza fra un parlamentare e un cittadino, a meno del conflitto d'interessi di cui sopra.

D'altra parte ti faccio notare che proprio il M5S ha sdoganato la classica casalinga di Voghera a Montecitorio...
Citazione
Se uno si inventa una storia su di me, immagino che la cosa si risolva in breve tempo ed in questo caso concordo che bisogna essere garantisti.
In Italia qualunque cosa, anche la più urgente, si risolve in ANNI. Ad aprile ci sarà finalmente il pronunciamento del giudice sulla causa che ho intentato alla mia ex-azienda, per licenziamento senza giusta causa, dopo PIU' DI TRE ANNI da quando ho l'ho iniziata. E si tratta, per l'appunto, di un caso urgente, visto che si tratta di un lavoratore che ha perso il lavoro.
Citazione
Ma se ci sono dei gravi indizi di colpevolezza, questa persona non può ricoprire una carica istituzionale fino a che la sua posizione non verrà chiarita. Magari uno è indagato per mafia, coi tempi della giustizia italiana rischia di rimanere al suo posto per anni...e se poi vien fuori che è mafioso davvero?
E se non lo è, pur avendo gravi indizi? Questo lo può decidere soltanto una sentenza definitiva (in realtà non è garantita alcuna "giustizia", ma soltanto la fine di un iter processuale). E nel frattempo uno si può ritrovare con la vita distrutta.

Per questo sono fortemente contrario alla carcerazione preventiva e ad "anticipi" dell'eventuale pena.

Nel caso del parlamentare in odore di mafia, ho già chiarito che in casi come questi il miglior compromesso è rappresentato dal controllo degli spostamenti e di tutte le comunicazioni. E' una rottura di scatole perché viene meno la privacy, ma meglio che finire in carcere a scontare preventivamente una pena non affatto decisa.
Citazione
Poi i politici vengono indagati/condannati sempre per le solite 3/4 robe, corruzione, tangenti, mafia. Anche se scontano la loro pena, che vadano a fare il panettiere (e la michetta gliela compro pure), ma io a rappresentarmi in parlamento non li voglio.
Per reati come questi sono d'accordo, visto l'evidentissimo conflitto d'interessi. Per altri tipi, no, decisamente.
Citazione
Comunque il primo punto del "parlamento pulito" proponeva il divieto di candidatura in Parlamento per i condannati, in via definitiva o non definitiva,
Se la condanna non è definitiva, il soggetto in questione è INNOCENTE! E come tale non dev'essere preventivamente privato di qualunque libertà.
Citazione
per reati non colposi con pene superiori a 10 mesi e 20 giorni.
Qualunque reato? Mah.
Citazione
Quindi i semplici indagati ne stavano fuori...
Meno male...
Citazione
vedi che Grillo un po' garantista lo era pure lui :D
Non lo è affatto. Per un garantista una persona è e rimane innocente finché non sarà un tribunale a decidere diversamente, all'ultimo grado di giudizio.

Grillo rimane un giustizialista.


Dopo 10 anni di attivismo politico, e altrettanti di interessamento in quest'ambito, posso dire che l'unica soluzione per risolvere i problemi dell'Italia è sterminare gli italiani. In alternativa, magari farsi conquistare dalla Svizzera.

Per cui non smuoverò più il culo dalla sedia per andare a votare. Men che meno adesso che dovrei pure fare la fila al più vicino consolato.

Ho già dato. Anche troppo.

Scusa ma dopo parecchie chiacchiere sul NAZI-qualcosa, non te ne puoi uscire con queste sparate...
E la sparata sarebbe? Secondo te sarei realmente a favore del genocidio di un popolo?

La mia rimane una presa di coscienza, forte quanto vuoi, del fatto il problema dell'Italia è rappresentato dagli italiani. Dunque non vedo vie d'uscita per un miglioramento della situazione del paese.

Da lì anche la battuta sull'invasione della Svizzera. Come dire: faremmo meglio a essere governati da stranieri.
Citazione
anche perché lo stesso grillo ha puntato il dito ad esempio contro gli anziani pensionati poveracci (quasi suoi coetanei), non dicendo che andrebbero sterminati ma lasciando intendere che c'è un appendice morta (o quasi morta) del paese, che pesa sul paese stesso.
Mi sembra che la differenza sia abissale. A parte il fatto che auspicavo di certo la soppressione di un intero popolo; vedi sopra. Quella di Grillo è un'affermazione molto più grave, perché vorrebbe togliere il diritto di voto a chi egli ha individuato come la causa della mancata vittoria del suo movimento. Questo perché il voto del M5S è in larga parte raccolto dall'elettorato giovane, e non da quello più anziano. Come se i giovani fossero portatori di valori migliori, e che il loro voto fosse più importante e l'unico papabile.

Mi ricorda molto i giapponesi di una certa zona di quel paese, i cui abitanti invitavano gli anziani che avevano raggiunto una certa età a salire su un monte e a rompersi tutti i denti su delle pietre, in modo da non poter più mangiare normalmente e morire di fame, visto che erano considerati ormai della zavorra da eliminare per il resto della popolazione.

Comunque c'è da dire che è lo stesso movimento a porsi anche lontano dalla popolazione più anziana, visto che ha costruito la barriera del digital divide. Il M5S è web/internet-centrico, e una persona non in grado di barcamenarsi su internet è tagliata fuori dalla partecipazione.
Citazione
Capisco il disappunto per il pessimo rapporto contributo alla politica/risultato, farebbe scoraggiare chiunque e lo si vede nel costante e drammatico calo dell'affluenza alle urne (cosa che il presidente del consiglio si è guardato bene da commentare negativamente visto che l' x% dello y% dei votanti lo ha premiato).
Però gli italiani/elettori hanno costantemente lottato con un andamento tipico dei paesi democratici (metà da una parte, metà da un'altra), un po' votando i presunti oppositori di Berlusconi, un po' tappandosi il naso e votando i pezzi più piccoli vista la crescente frammentazione. Quindi al massimo l'ira la si dovrebbe direzionare verso poco più della metà dell'elettorato, origine dei successi di Berlusconi alle urne, della quale gran parte è stata traviata da Tv e pure dai preti nelle parrocchie.
Al momento chi attacca il m5s può solo votare partiti che a stento supereranno la soglia di sbarramento, perché votare PD imho è qualcosa di non molto diverso dal votare FI, se non peggio visto che si presume che gli elettori di SX (o pseudo tali) abbiano una coscienza politica leggermente più sviluppata della casalinga o del pensionato che si ammorba davanti alla tv sulle storie di bambini e donne uccise.
Mah. Considerato come abbia rapidamente cambiato atteggiamento certa gente di sinistra, dubito fortemente che ne abbia mai capito i valori fondanti.
Citazione
Poi non sono d'accordo su alcuni commenti fatti all'astensionismo, o meglio la pensavo allo stesso modo fino all'inizio di quest'anno, ora il disinteresse inizia a prendere il sopravvento e credo che non valga più la pena di distogliere energie mentali da qualcosa di più importante che questi 4 buffoni come l'ex sindaco di firenze, felici di essere eletti magari solo con i voti di parenti ed amici e che non ha il minimo rispetto delle minoranze, neanche quella del proprio partito. Un opportunista cazzaro assetato di potere...
Non mi pare dissimile da Grillo. ;D L'Italia è messa proprio bene...

Offline Amig4be

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 6000
  • Karma: +45/-27
    • Mostra profilo
    • Commodore Computer Blog
Re:La retta analisi dell'uomo qualunque (sul M5S)
« Risposta #34 il: 15 Dicembre 2014, 19:00:20 »
@cdmauro

ho letto quello che hai scritto: la soluzione è sterminare gli italiani. Senza nessuna indicazione né smile per capire che non stessi parlando, non dico seriamente (è chiaro), ma in ogni caso per capire che non si trattava di un disprezzo massimo per l'intera popolazione e il tuo paese.  In altri forum con una frase del genere ti avrebbero sparato un calcio in culo molto molto molto prima che potessi spiegare o calare il tiro...

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re:La retta analisi dell'uomo qualunque (sul M5S)
« Risposta #35 il: 15 Dicembre 2014, 19:08:26 »
Sì, è una frase decisamente forte, e che presa così com'è non lascia trasparire nulla di diverso.

Offline saimon69

  • Guru
  • *****
  • Post: 1823
  • Karma: +23/-3
  • Web Dev e musicista da camera (da letto)
    • Mostra profilo
    • binarydoodles Blog
Re:La retta analisi dell'uomo qualunque (sul M5S)
« Risposta #36 il: 15 Dicembre 2014, 19:16:21 »
@cdmauro

ho letto quello che hai scritto: la soluzione è sterminare gli italiani. Senza nessuna indicazione né smile per capire che non stessi parlando, non dico seriamente (è chiaro), ma in ogni caso per capire che non si trattava di un disprezzo massimo per l'intera popolazione e il tuo paese.  In altri forum con una frase del genere ti avrebbero sparato un calcio in culo molto molto molto prima che potessi spiegare o calare il tiro...

Guarda, quando sono bello frustrato e rifletto sulle magagne intrinseche e culturali dei compatrioti ci ho pensato anche io... anche se io l'italia volevo sinceramente venderla ai giapponesi pre-crack delle borse a meta' anni novanta...
(vantaggi: le cose averebbero filato lisce e tante belle nipponiche in giro^^ - svantaggi: si fatiga fatiga fatiga)
O quello o lavare il cervello dei rimasti con perlana+dash o meglio con...


(bimbo non incluso nel prezzo)
« Ultima modifica: 15 Dicembre 2014, 19:32:08 da saimon69 »
AROS : mica bau bau micio micio =^x^=

Offline Amig4be

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 6000
  • Karma: +45/-27
    • Mostra profilo
    • Commodore Computer Blog
Re:La retta analisi dell'uomo qualunque (sul M5S)
« Risposta #37 il: 15 Dicembre 2014, 19:44:41 »
@cdmauro

ho letto quello che hai scritto: la soluzione è sterminare gli italiani. Senza nessuna indicazione né smile per capire che non stessi parlando, non dico seriamente (è chiaro), ma in ogni caso per capire che non si trattava di un disprezzo massimo per l'intera popolazione e il tuo paese.  In altri forum con una frase del genere ti avrebbero sparato un calcio in culo molto molto molto prima che potessi spiegare o calare il tiro...

Guarda, quando sono bello frustrato e rifletto sulle magagne intrinseche e culturali dei compatrioti ci ho pensato anche io... anche se io l'italia volevo sinceramente venderla ai giapponesi pre-crack delle borse a meta' anni novanta...
(vantaggi: le cose averebbero filato lisce e tante belle nipponiche in giro^^ - svantaggi: si fatiga fatiga fatiga)
O quello o lavare il cervello dei rimasti con perlana+dash o meglio con...



Ma non c'è bisogno che vi avveleniate il metabolismo per noi in patria,  a meno che non avete delle persone care nei guai sparse per la penisola. Per il resto la vita scorre praticamente allo stesso modo, strade congestionate per le spese natalizie -_- Quelli che credono nell'imminente catastrofe sono i grillini no?   Per gli altri la ripresa è li dietro l'angolo, anzi no dietro l'isolato... vabbè facciamo che è rimasta bloccata in tangenziale :D  Non ho nulla contro gli svizzeri o i tedeschi o gli austriaci, ma non sono e non mi sento uno svizzero, né un tedesco, né un austriaco,  né ho mai pensato di poterlo essere. Voglio dire, ho già una patria... a che me ne serve un'altra? Il caos politico scatenatosi da Monti in poi è di difficile lettura, quando ci saranno nuovamente le politiche le cose potrebbero già essere diverse, nell'eterna attesa di una legge elettorale che risponda alle caratteristiche esposte dalla corte costituzionale.   Allo stato attuale io sono per l'astensione. Poi si vedrà.

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re:La retta analisi dell'uomo qualunque (sul M5S)
« Risposta #38 il: 15 Dicembre 2014, 19:49:56 »
Sei fortunato che non hai una famiglia da mantere. Io ho dovuto espatriare per questo motivo. E sì, ho anche parenti e persone care che sono rimaste in Italia, quindi non è che auguro il peggio a quella che è stata la mia nazione.

Offline Amig4be

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 6000
  • Karma: +45/-27
    • Mostra profilo
    • Commodore Computer Blog
Re:La retta analisi dell'uomo qualunque (sul M5S)
« Risposta #39 il: 15 Dicembre 2014, 20:02:50 »
quindi non è che auguro il peggio a quella che è stata la mia nazione.

ma lo è ancora ovviamente. Mi ricordo della macchietta di Troisi, del collegamento in eurovisione con gli emigrati all'estero... state tranquilli, qui le cose vanno benissimo!
http://youtu.be/VM5z59njC0c
Pensata nel '77 ma attualissima.

Penso che gran parte dell'italia, come la fogna mafiosa romana marcata PD/destra, e la milano che a stento riuscirà a varare l'expò, non dovrebbe guardare troppo a nord, ma guardarsi dentro (e a sud) e riscoprire un po' di quel senso innato che mira a salvaguardare la propria dignità quasi come fosse la vita stessa... l'ascesa di grillo e di bimbiminchia come Salvini e Renzi sono proprio il sintomo di un paese che ha perso il senso della dignità con le puttane del presidente e le troie parlamentari (così definite dal maestro Battiato).

Offline cdimauro

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 4291
  • Karma: +7/-95
    • Mostra profilo
Re:La retta analisi dell'uomo qualunque (sul M5S)
« Risposta #40 il: 15 Dicembre 2014, 21:23:07 »
quindi non è che auguro il peggio a quella che è stata la mia nazione.

ma lo è ancora ovviamente.
Beh, ormai sono trapianto in Germania. In Sicilia scendo soltanto per feste o vacanze. Fra meno di 10 giorni sarò di nuovo nella mia terra. Sì, si potrebbe parlare di terra più che di nazione.
Citazione
Mi ricordo della macchietta di Troisi, del collegamento in eurovisione con gli emigrati all'estero... state tranquilli, qui le cose vanno benissimo!
http://youtu.be/VM5z59njC0c
Pensata nel '77 ma attualissima.
Decisamente. Grazie per il link: quello spettacolo me l'ero proprio perso.
Citazione
Penso che gran parte dell'italia, come la fogna mafiosa romana marcata PD/destra, e la milano che a stento riuscirà a varare l'expò, non dovrebbe guardare troppo a nord, ma guardarsi dentro (e a sud) e riscoprire un po' di quel senso innato che mira a salvaguardare la propria dignità quasi come fosse la vita stessa... l'ascesa di grillo e di bimbiminchia come Salvini e Renzi sono proprio il sintomo di un paese che ha perso il senso della dignità con le puttane del presidente e le troie parlamentari (così definite dal maestro Battiato).
Guardare al sud, quando il sud la dignità l'ha già persa da 150 anni? No, decisamente.

Offline lucommodore

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 6176
  • Karma: +48/-9
    • Mostra profilo
Re:La retta analisi dell'uomo qualunque (sul M5S)
« Risposta #41 il: 15 Dicembre 2014, 21:28:05 »
Il sud d'Italia fu depredato brutalmente... E ora c'è pure la lega del razzo... :(

Oh noi romagnoli ci siam sempre fatti i razzi nostri eh.. ;D
Solo chi è folle sfida le sue molle!
http://www.questolibro.it/retro-garage << Scambio/Vendo RetroGame

Offline Amig4be

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 6000
  • Karma: +45/-27
    • Mostra profilo
    • Commodore Computer Blog
Re:La retta analisi dell'uomo qualunque (sul M5S)
« Risposta #42 il: 15 Dicembre 2014, 21:55:56 »
Il sud d'Italia fu depredato brutalmente... E ora c'è pure la lega del razzo... :(

Oh noi romagnoli ci siam sempre fatti i razzi nostri eh.. ;D

ah io la lega ancora non l'ho vista, poi boh ormai con un'astensione prossima al 70%, può saltare fuori di tutto! Anche un partito dell'ultimo minuto potrà fare il "boom".

Offline Limbaccio

  • ASM Lover
  • *****
  • Post: 281
  • Karma: +2/-0
    • Mostra profilo
Re:La retta analisi dell'uomo qualunque (sul M5S)
« Risposta #43 il: 15 Dicembre 2014, 23:33:16 »
Fondiamo il partito dei nerd!

Offline lucommodore

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 6176
  • Karma: +48/-9
    • Mostra profilo
Re:La retta analisi dell'uomo qualunque (sul M5S)
« Risposta #44 il: 16 Dicembre 2014, 02:30:57 »
Fondiamo il partito dei nerd!
Se mi fate fare le locandine "politically Scorrect", mi iscrivo! ;D
Solo chi è folle sfida le sue molle!
http://www.questolibro.it/retro-garage << Scambio/Vendo RetroGame

Tags: