Autore Topic: [ELETTRONICA] Dispense.  (Letto 1147 volte)

AmigaCori

  • Visitatore
[ELETTRONICA] Dispense.
« il: 02 Luglio 2011, 13:57:47 »
(ITA) Universita' Tor Vergata, "Elettronica Applicata":
http://www.uniroma2.it/didattica/ea/
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline TheKaneB

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5293
  • Karma: +20/-23
    • Mostra profilo
    • http://www.antoniobarba.org
Re: [ELETTRONICA] Dispense.
« Risposta #1 il: 02 Luglio 2011, 13:58:43 »
gli darò un'occhiata, anche se le dispense del MIT mi sembrano un "pochino" migliori ;D
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

AmigaCori

  • Visitatore
Re: [ELETTRONICA] Dispense.
« Risposta #2 il: 02 Luglio 2011, 14:23:28 »
Indubbio, ma devi pensare a chi non mastica l'inglese e vuole qualcosa piu' terra terra :)

Le dispense del MIT sono molto piu' approfondite ma gli manca la parte "pratica", partire da queste come spunto per capire "dove" cercare informazioni del genere e poi passare al MIT o Berkley (le mie preferite anche se per i video corsi preferisco l'Universita' indiana...non so se hai visto il loro canale su Youtube  :shock: ) dovrebbe aiutare i "niubbi" :D

Comunque devo dire che su materiale nostrano a volte trovo delle chicche che non trovo neanche su roba USA :), si vede proprio che c'e' un'impostazione di fondo diversa tra Italia e resto del mondo, diversa eh...non migliore o peggiore, solo diversa :) ed avere punti di vista diversi serve ;)

In USA od altri paesi si cerca di dare un'informazione piu' mirata, in Italia (IMHO erroneamente) si cerca di insegnare un po' di tutto e di piu'...quindi direi di puntare a roba italiana per farsi un'idea dell'argomento e poi approfondire col MIT:
http://ocw.mit.edu/index.htm
oppure
http://www.ece.ucsb.edu/academics/courses/

:)
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline TheKaneB

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5293
  • Karma: +20/-23
    • Mostra profilo
    • http://www.antoniobarba.org
Re: [ELETTRONICA] Dispense.
« Risposta #3 il: 02 Luglio 2011, 14:40:14 »
Sinceramente a me l'impostazione italiana piace molto, perchè sono un tipo che ama imparare e conoscere. Non mi basta la nozione mirata e sterile.

Però ormai ho superato la fase di niubbaggine iniziale, quindi so dove andare ad approfondire e su cosa focalizzarmi :-)

Segnalo anche questo blog con annesso canale youtube http://www.eevblog.com
E' un videoblog di un Electronic Circuit Designer australiano, un tizio mostruosamente bravo che lavorava alla Altium.
Bisogna masticare bene l'inglese, ma l'australiano è molto più comprensibile dell'americano, essendo molto simile all'inglese britannico.
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

AmigaCori

  • Visitatore
Re: [ELETTRONICA] Dispense.
« Risposta #4 il: 03 Luglio 2011, 11:27:30 »
Citazione da: "TheKaneB"
Sinceramente a me l'impostazione italiana piace molto, perchè sono un tipo che ama imparare e conoscere. Non mi basta la nozione mirata e sterile.
A me, dati i risultati, no :D
Citazione
Però ormai ho superato la fase di niubbaggine iniziale, quindi so dove andare ad approfondire e su cosa focalizzarmi :-)
IMHO sbagli a prendere come campione te stesso, il tizio che segue l'iter classico degli studi senza approfondire da solo, per fatti suoi, con lavoro extra su libri extra per piacere personale, si ritrova a sapere poco di tutto, questa cosa la puoi fare anche da solo andando in biblioteca, invece una struttura universitaria dovrebbe servire ad approfondire cose ed aspetti che da solo non potresti, cosa che le Universita' italiane non fanno: un bel pastrocchio di tutto :P
Tu sei "oltre" hai la passione ed approfondisci ma sei l'eccezione, piu' unico che raro...tu stai benissimo nel sistema italiano ma anche se ti formassi da autodidatta staresti bene :)
Sei un Nerd della scienza (e magari non solo...) quindi non fai testo nel mio discorso :D
Citazione
Segnalo anche questo blog con annesso canale youtube http://www.eevblog.com
E' un videoblog di un Electronic Circuit Designer australiano, un tizio mostruosamente bravo che lavorava alla Altium.
Bisogna masticare bene l'inglese, ma l'australiano è molto più comprensibile dell'americano, essendo molto simile all'inglese britannico.
Grazie!, guarda........dopo l'indo-inlgese...dove ci ho messo una decina di giorni per fare l'orecchio (alcuni tizi hanno un accento tremendo  :lol: ) credo di potermi subire qualsiasi pseduo-inglese  :mrgreen:
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Tags: