Autore Topic: Robot Bee Is Now Also a Submarine.  (Letto 1011 volte)

AmigaCori

  • Visitatore
Robot Bee Is Now Also a Submarine.
« il: 30 Settembre 2015, 22:04:37 »

For the last several years, Harvard has been developing a robot bee. They’ve done some impressive work: their sub-paper-clip-sized, 100-milligram flapping-wing micro aerial vehicle is fully controllable down to a stable autonomous hover.

Yesterday at IROS, Harvard researchers presented a paper describing how they managed to get their robotic bee to swim.

To fly (and particularly to hover) you need to do this very quickly, but to swim, it’s a much more relaxed motion. It’s fundamentally the same motion, though, and you can achieve it with the same basic hardware. In the case of RoboBee, to fly in air it flaps its wings at 120 Hz, while to swim in water it flaps its wings at just 9 Hz. Otherwise, three axis torque control is very similar, meaning that the robot can be steered around in the water, too.



Fonte:
http://spectrum.ieee.org/automaton/robotics/aerial-robots/harvard-robot-bee-is-now-also-a-submarine

AmigaCori

  • Visitatore
Re:Robot Bee Is Now Also a Submarine.
« Risposta #1 il: 30 Settembre 2015, 22:08:15 »
Nel link sopra ci sono anche dei video ^^

Che ne dite di un futuro dove sti cosetti voleranno nell'etere...oppure potranno entrare dentro casa nostra tramite condotte dell'acqua per poi tornarsene a "casa" volando?

Credo che il limite di questi cosi sia l'energia, quando si riuscira' a trovare una forma di energia assorbibile dall'ambiente circostante in cui si muovono, allora avremo dei droni paurosamente paurosi °_°

 :P


Offline Allanon

  • Administrator
  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 3497
  • Karma: +17/-4
    • Mostra profilo
    • http://www.a-mc.biz
Re:Robot Bee Is Now Also a Submarine.
« Risposta #2 il: 02 Ottobre 2015, 09:54:46 »
Se sti cosi riuscissero ad accumulare energia sfruttando tutti i campi magnetici che tutti i giorni ci circondano avrebbero praticamente vita illimitata.
A me un po' di inquietudine la danno, ma come in tute le cose ci sono infinite applicazioni positive oltre che alla semplice funzione di spia, pensa a quando si verificano delle catastrofi naturali ad esempio, oppure per esplorare posti potenzialmente pericolosi, ad ogni modo credo che la racchetta dei cinesi sia comunque sufficiente per abbatterli in caso di bisogno :)

AmigaCori

  • Visitatore
Re:Robot Bee Is Now Also a Submarine.
« Risposta #3 il: 02 Ottobre 2015, 12:51:55 »
Mmm credo che ci sia molta piu' energia da sfruttare a livello di fotoni che non di campi EM.

Un campo EM e' sfruttabile solo se e' talemente elevato da creare una ddp all'interno di una struttura atta a far muovere degli elettroni, il classico semiconduttore di silicio ^^

Si riesce a far "saltellare" nei semiconduttori di piu' gli elettroni con l'energia del sole che non con i campi EM che ci circondano, appunto perche' all'atto pratico l'energia data dai fotoni e' maggiore di quella dei campi.

Basta pensare a quando si va al mare, ci ustioniamo come bbestie dopo 10 minuti senza creme solari, invece i campi EM, per quanto possano metterci paura di fatto non producono nulla di visibile.

Quindi direi che basterebbe sfruttare la superficie dei cosi volanti per avere un'energia "infinita" e farli volare.

Basterebbe dargli una memoria con un paio di coordinate GPS sul target e home, arrivato al target sfruttare un microfono e trasmettere audio non credo che sia impossibile, si tratta solo di volonta' perche' tecnologicamente non credo che siamo molto lontani dalla realizzazione pratica.

Ormai nella microelettronica si e' arrivati a gestire i transistor con "decine" di elettroni, cioe' si decide di accendere/spegnere un transistor con roba tipo 100 elettrroni inettati nel gate di controllo...se poi ci aggiungiamo i progressi nelle nanotecnologie ^^

Io una spia grande come una mosca non la vedo "impossibile" da realizzare, casomai poco interessante visto che e' piu' semplice "rubarci" info tramite computer/tablet/smartphone.

Tags: