Autore Topic: PRIMO!! TANENBAUM ARCHITETTURA  (Letto 2922 volte)

Offline rebraist

  • Nerd
  • *****
  • Post: 946
  • Karma: +13/-1
    • Mostra profilo
PRIMO!! TANENBAUM ARCHITETTURA
« il: 09 Novembre 2011, 11:48:51 »
Sono arrivato io come primo post...
Sto godendo come un riccio in questi giorni a leggere il volumino di tanenbaum "architettura dei calcolatori - un approccio strutturale".
Parte da una introduzione storica sui vari tipi di "computer" scendendo man mano nello studio delle varie tecnologie ad oggi disponibili. Chiaramente più che di hardware vero e proprio si parla di quella che è la logica che c'è dietro l'hardware e una determinata architettura. Si focalizza principalmente su famiglia intel (pentium4) e famiglia sparc (ultrasparc iii) per salire nei vari strati della macchina sino ad arrivare a un abbozzo sui sistemi operativi (anche se l'argomento è più approfonditamente trattato in un altro famoso volumino). Molto interessante il capitolo sull'asm. Non mancano inoltre dei dettagli utili sulle varie periferiche (esempi di funzionamento di un monitor crt piuttosto che di uno lcd).
In metropolitana scende giù come uno sciroppino anche se pesa un pò.
Stesura molto chiara e utile per chi vuole approfondire la materia.
Promosso a pieni voti! ma chi? tanenbaum?... :shifty:
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »
Amigaos spacca.
Aros rulla.
Morphos corre di brutto.
Sinceramente, non vorrei che mio figlio facesse amicizia con uno di questi tre tipacci.
Dottore:lei é uno di quelli che si potrebbero definire nerd...
Io: dottò, lo so di mio. Sono pure iscritto a 'n'forum...
Dottore: su internet?
Io: no a rete 4

Offline GRENDIZER

  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 2527
  • Karma: +14/-2
    • Mostra profilo
Re: PRIMO!! TANENBAUM ARCHITETTURA
« Risposta #1 il: 09 Novembre 2011, 12:06:28 »
in quel malloppazzo, viene per caso citato l'amiga?  :whistle:  :shock: scommetto di no  :cry:
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline TheKaneB

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5293
  • Karma: +20/-23
    • Mostra profilo
    • http://www.antoniobarba.org
Re: PRIMO!! TANENBAUM ARCHITETTURA
« Risposta #2 il: 09 Novembre 2011, 12:37:41 »
Gli accademici sono fissati con Unix e soltanto con Unix, quindi non lo troverai mai l'Amiga in un libro accademico. Esattamente come non troverai mai l'Atari o lo ZX Spectrum :-)
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

AmigaCori

  • Visitatore
Re: PRIMO!! TANENBAUM ARCHITETTURA
« Risposta #3 il: 09 Novembre 2011, 14:13:55 »
Dai, pero' non ha tutti i torti, se dovesse scrivere un libro con tutti i micro-OS di questo mondo ne verrebbe fuori una cosa confusionaria, didatticamente parlando...ha senso Amiga?  :?:
Poi una cavolo di copia si sistema basata su UNIX la trovi da tutte le parti ed anche aggratis, per imparare ha senso. :)
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline GRENDIZER

  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 2527
  • Karma: +14/-2
    • Mostra profilo
Re: PRIMO!! TANENBAUM ARCHITETTURA
« Risposta #4 il: 09 Novembre 2011, 14:29:23 »
beh parlando di architettura, essendo a suo tempo quella amiga (hardware e software) nettamente superiore alla concorrenza, una citazione poteva starci :) Ma chi l'ha scritto probabilmente non sa neanche cosa fosse un Amiga. Poi amiga os, se non sbaglio, è pure una lontana derivazione di Unix. Nella storia informatica esiste solo il PC e sue varianti, perchè è diventato lo standard. Se lo diventava l'amiga, la storia sarebbe stata differente. Ma daltronde parlare di cosa era amiga e cosa è ora AMMAZZA il principio di continuità informatico (a livello prestazionale e innovativo) e pertanto visto che l'hardware pc si evolve,  è giusto studiare quello... pero' una piccola citazioncinainaina potevano farla  :lol:
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline TheKaneB

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5293
  • Karma: +20/-23
    • Mostra profilo
    • http://www.antoniobarba.org
Re: PRIMO!! TANENBAUM ARCHITETTURA
« Risposta #5 il: 09 Novembre 2011, 14:38:52 »
Citazione da: "GRENDIZER"
beh parlando di architettura, essendo a suo tempo quella amiga (hardware e software) nettamente superiore alla concorrenza, una citazione poteva starci :)
Tanenbaum, ripeto, è un accademico. Per lui i "computer" sono quelli a forma di armadio, gli altri sono giocattoli. Quando noi smanettavamo con il C64 e urlavamo di gioia per i 64K di RAM, lui sguazzava allegramente nelle sale di calcolo con i "mini calcolatori" dipartimetali da 4 MB di memoria e 32 bit di parola.
Amiga è un prodotto di derivazione Atari (Jay Miner progettò prima dell'OCS, anche i chipset video delle console Atari), quindi pensato per essere un videogame.
Citazione
Ma chi l'ha scritto probabilmente non sa neanche cosa fosse un Amiga.
Tanenbaum apprezzava il microkernel di AmigaOS, lo conosce bene. Tuttavia un microkernel fatto come quello di AmigaOS ha solo gli svantaggi del micro, senza i suoi vantaggi (nessuna segregazione degli address space, quindi nessuna garanzia di fault tolerance e disaster recovery).
Citazione
Poi amiga os, se non sbaglio, è pure una lontana derivazione di Unix.
assomiglia più a Windows che a Unix, per molti aspetti. Anzi, Unix è proprio il contrario di AmigaOS.
Citazione
Nella storia informatica esiste solo il PC e sue varianti, perchè è diventato lo standard. Se lo diventava l'amiga, la storia sarebbe stata differente. Ma daltronde parlare di cosa era amiga e cosa è ora AMMAZZA il principio di continuità informatico (a livello prestazionale e innovativo) e pertanto visto che l'hardware pc si evolve,  è giusto studiare quello... pero' una piccola citazioncinainaina potevano farla  :lol:
Ripeto n volte, Tanenbaum è un accademico, e gli accademici non fanno distinzione tra un PC, un Mac, un Amiga, un Atari, eccc.... per loro cominciano ad avere un briciolo di dignità solo le Sun SPARC Station (perchè sono prodotti Unix centrici, con Solaris), le SGI Workstation (Unix anche qui, con SGI/Irix) e poi sono letteralmente innamorati di tutta la linea S e Z di IBM (mainframe belli grossi) :-D

QUESTA è la storia informatica, vista dagli occhi di un accademico :-)
Unix su mainframe aveva il multitasking 20 anni prima di Amiga... ok?  :geek:
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline GRENDIZER

  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 2527
  • Karma: +14/-2
    • Mostra profilo
Re: PRIMO!! TANENBAUM ARCHITETTURA
« Risposta #6 il: 09 Novembre 2011, 14:48:42 »
ok mi arrendo  :lol: ma mi verrebbe da dire f....lo agli accademici!  :lol: scherzo ;) ma per curiosità, visto che sono ignorante in materia, un sitema hardware odierno accademico, che caratteristiche ha? A che livello di evoluzione siamo arrivati? detto in termini umano-comprensibili  :D
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

AmigaCori

  • Visitatore
Re: PRIMO!! TANENBAUM ARCHITETTURA
« Risposta #7 il: 09 Novembre 2011, 14:58:20 »
@GRENDIZER
AmigaOS come ha detto il computerlogo TheKaneB e' un cattivo esempio di kernel perche' in pratica e' un microkernel ma fatto male.
AmigaOS NON e' stato il primo microkernel e non era un'implementazione esemplare da seguire...quindi insegnare quel tipo di kernel a chi leggesse il libro sarebbe solo sbagliato.

Insomma, AmigaOS non ha nulla di invidiabile a livello di kernel e quindi non ha nulla da insegnare, il fatto che vada in crash alla minima scemenza e' la dimostrazione che e' l'esempio da NON seguire e quindi...perche' insegnare a fare le cose "male" agli studenti?   :cry:

Infatti, come avrai letto piu' e piu' volte, il kernel di AmigaOS e' talmente vecchio e fatto strambo che non ha la protezione della memoria e non puoi uccidere i task problematici senza perdere stabilita'... :roll:
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline TheKaneB

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5293
  • Karma: +20/-23
    • Mostra profilo
    • http://www.antoniobarba.org
Re: PRIMO!! TANENBAUM ARCHITETTURA
« Risposta #8 il: 09 Novembre 2011, 15:10:59 »
Citazione da: "GRENDIZER"
ok mi arrendo  :lol: ma mi verrebbe da dire f....lo agli accademici!  :lol: scherzo ;) ma per curiosità, visto che sono ignorante in materia, un sitema hardware odierno accademico, che caratteristiche ha? A che livello di evoluzione siamo arrivati? detto in termini umano-comprensibili  :D

Alur, considera che negli anni 70-80 il computer NON era un oggetto casalingo, ma roba per uso scientifico (università), commerciale (calcolo delle tasse, borsa, finanza) e militare.
Quindi c'erano 2 categorie di computer:

- Mini dipartimentali: economici (costavano quanto un appartamento), usati dalle università, montavano Unix
- Mainframe: molto costosi (milioni di dollari), usati dalle borse, e dagli eserciti per calcolare le finanze e le traiettorie dei missili. Spesso dotati di coprocessori dedicati per il calcolo finanziario (molte cifre codificate in BDC) oppure la simulazione fisica (coprocessori vettoriali, calcolo in virgola mobile). Montavano spesso OS proprietari, ma col tempo furono sostituiti da varianti di Unix

poi c'erano i giocattoli :D

Oggi i computer sono usciti da quel tipo di utilizzo, quindi nelle università vedi normali PC, tranne i server di rete che poi sono poco più che normali PC anche quelli, ma con più processori e più Ram (e sistemi avanzati di gestione dei dischi, alimentatori ridondati, ecc..).

I Mainframe esistono ancora, ma sono rimasti saldamente ancorati all'ambito finanziario e militare. Lo stesso ambito accademico / scientifico sta spostando la propria attenzione verso i cluster di PC, che ad una frazione del costo di un mainframe offrono un throughput molto simile (ma con maggiori latenze), più che sufficiente per il tipo di calcoli usati (folding di proteine, analisi di segnali dai radiotelescopi, fluidodinamica, ecc...).
Spesso capita che un'università affitti un mainframe per un certo periodo se deve fare calcoli particolarmente pesanti. I famosi "centri di calcolo" infatti esistono ancora, anche se non più indispensabili come 30 anni fa.

Comunque, per avere un'idea di cosa sia un mainframe, sfogliati queste pagine: http://www-03.ibm.com/systems/it/z/hard ... specs.html
quelle sono le specifiche di un singolo "armadietto" IBM serie Z. E' un mainframe di piccole dimensioni (e non comprende i dischi, che vanno in un armadio separato), ma un grosso mainframe può essere composto da una decina di questi armadi, più 2-3 armadi per i dischi fissi e 1 armadio per lo switch di interconnessione.

Giusto per capire cosa può fare un "armadietto" :-D
Citazione
z196 vanta ben 96 core alla frequenza di 5,2 GHz. Rispetto al predecessore z10 EC, migliora le performance anche del 40% per core e incrementa anche del 60% la capacità totale per i carichi di lavoro z/OS, z/VM e Linux su System z. z196 offre fino a 80 core configurabili a discrezione del cliente. I core possono essere configurati come processori non specializzati (CP), IFL, zAAP, zIIP, processori extra di tipo SAP (System Assist Processor), ICF (Internal Coupling Facility) o utilizzati come riserve aggiuntive.
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline GRENDIZER

  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 2527
  • Karma: +14/-2
    • Mostra profilo
Re: PRIMO!! TANENBAUM ARCHITETTURA
« Risposta #9 il: 09 Novembre 2011, 15:33:15 »
@Amigacori

il problema di sta maledetta memoria non protetta, se ne è sempre sentito parlare su amiga, ma mi stupisco che ancora oggi non sia  stato risolto! Anzi no... parlando della velocità di sviluppo di amigaOs non mi stupisco....

@theKaneb

grazie per la lezione di informatica  :character-beavisbutthead: sono dei mostri  :happy-cheerleadersmileygirl:
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline TheKaneB

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5293
  • Karma: +20/-23
    • Mostra profilo
    • http://www.antoniobarba.org
Re: PRIMO!! TANENBAUM ARCHITETTURA
« Risposta #10 il: 09 Novembre 2011, 15:49:30 »
ecco l'armadietto

e qui un vide promozionale: [youtube:1umqcp14]http://www.youtube.com/watch?v=WjeBpMsjG8A[/youtube:1umqcp14]
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline rebraist

  • Nerd
  • *****
  • Post: 946
  • Karma: +13/-1
    • Mostra profilo
Re: PRIMO!! TANENBAUM ARCHITETTURA
« Risposta #11 il: 09 Novembre 2011, 18:02:04 »
confermando la visione accademica di tanenbaum (di cui possiedo anche l'altro volume benchè non ancora letto per bene) così come descritta da thekaneb voglio precisare un'inesattezza: ho una copia "pirata" (diciamo pure in fotocopie universitarie... bei tempi. all'epoca niente torrent. solo 20 lire a pagina.) in inglese del testo sugli os di tanenbaum dei primi anni 90 e lì amiga veniva citata benchè non avesse ampio spazio così come in quello dell'architettura veniva citato il 68000. sono passati venti anni. le edizioni non sono più pirata (le ho comprate...) e sono edizioni aggiornate a qualche anno fa (2007-2008 credo). A sua epoca lessi alcuni suoi articoli su un port di minix (lo unix realizzato da tanenbaum per capirci) su amiga.
A che pro citare un os di 20 anni fa? A che pro citare un processore di 30 anni fa? Tanenbaum si sofferma (in questo volume) su windows xp e le varianti unix. Come processori prende ad esempio i p4 e gli ultrasparc. all'epoca si parlava di 680x0 vs 486.
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »
Amigaos spacca.
Aros rulla.
Morphos corre di brutto.
Sinceramente, non vorrei che mio figlio facesse amicizia con uno di questi tre tipacci.
Dottore:lei é uno di quelli che si potrebbero definire nerd...
Io: dottò, lo so di mio. Sono pure iscritto a 'n'forum...
Dottore: su internet?
Io: no a rete 4

Offline GRENDIZER

  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 2527
  • Karma: +14/-2
    • Mostra profilo
Re: PRIMO!! TANENBAUM ARCHITETTURA
« Risposta #12 il: 09 Novembre 2011, 18:59:57 »
Citazione da: "rebraist"
in inglese del testo sugli os di tanenbaum dei primi anni 90 e lì amiga veniva citata benchè non avesse ampio spazio così come in quello dell'architettura veniva citato il 68000. sono passati venti anni. le edizioni non sono più pirata (le ho comprate...) e sono edizioni aggiornate a qualche anno fa (2007-2008 credo). A sua epoca lessi alcuni suoi articoli su un port di minix (lo unix realizzato da tanenbaum per capirci) su amiga.
A che pro citare un os di 20 anni fa? A che pro citare un processore di 30 anni fa? Tanenbaum si sofferma (in questo volume) su windows xp e le varianti unix. Come processori prende ad esempio i p4 e gli ultrasparc. all'epoca si parlava di 680x0 vs 486.

potresti postare qui il testo dove si parla di amiga?Sarebbe mooolto interessante
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline TheKaneB

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5293
  • Karma: +20/-23
    • Mostra profilo
    • http://www.antoniobarba.org
Re: PRIMO!! TANENBAUM ARCHITETTURA
« Risposta #13 il: 09 Novembre 2011, 19:10:17 »
Citazione da: "rebraist"
confermando la visione accademica di tanenbaum (di cui possiedo anche l'altro volume benchè non ancora letto per bene) così come descritta da thekaneb voglio precisare un'inesattezza: ho una copia "pirata" (diciamo pure in fotocopie universitarie... bei tempi. all'epoca niente torrent. solo 20 lire a pagina.) in inglese del testo sugli os di tanenbaum dei primi anni 90 e lì amiga veniva citata benchè non avesse ampio spazio così come in quello dell'architettura veniva citato il 68000. sono passati venti anni. le edizioni non sono più pirata (le ho comprate...) e sono edizioni aggiornate a qualche anno fa (2007-2008 credo). A sua epoca lessi alcuni suoi articoli su un port di minix (lo unix realizzato da tanenbaum per capirci) su amiga.
A che pro citare un os di 20 anni fa? A che pro citare un processore di 30 anni fa? Tanenbaum si sofferma (in questo volume) su windows xp e le varianti unix. Come processori prende ad esempio i p4 e gli ultrasparc. all'epoca si parlava di 680x0 vs 486.

Mi autoquoto

Citazione da: "TheKaneB"
Citazione da: "GRENDIZER"
Ma chi l'ha scritto probabilmente non sa neanche cosa fosse un Amiga.
Tanenbaum apprezzava il microkernel di AmigaOS, lo conosce bene. Tuttavia un microkernel fatto come quello di AmigaOS ha solo gli svantaggi del micro, senza i suoi vantaggi (nessuna segregazione degli address space, quindi nessuna garanzia di fault tolerance e disaster recovery).

forse ti era sfuggito questo mio passaggio :)
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Offline GRENDIZER

  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 2527
  • Karma: +14/-2
    • Mostra profilo
Re: PRIMO!! TANENBAUM ARCHITETTURA
« Risposta #14 il: 09 Novembre 2011, 19:15:46 »
si, ma sarebbe cmq interessante leggere il testo integrale in lingua originale dove parla di amiga, ovviamente se possibile e se non c'è troppo da copiare :) Diciamo almeno qualche passaggio interessante  :dance:
« Ultima modifica: 01 Gennaio 1970, 02:00:00 da Guest »

Tags: