Autore Topic: Regolatore motore 220v  (Letto 1638 volte)

Offline Allanon

  • Administrator
  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 3498
  • Karma: +17/-4
    • Mostra profilo
    • http://www.a-mc.biz
Regolatore motore 220v
« il: 20 Luglio 2013, 11:53:50 »
Allora ragazzi, premesso che le mie conoscenze di elettronica sono a livelli infimi vi espongo il problema che vorrei risolvere con il metodo DIY :D

Ieri ho acquistato un mostro di ventilatore, di quelli a terra con 3 pale e diametro di 45 cm a tre velocità, era intenzione puntarlo verso l'alto per smuovere l'aria nella stanza e in effetti funziona alla stragrande ma trovo che il livello più basso di rotazione sia decisamente troppo elevato per cui avrei bisogno di poter regolare la velocità della ventola, magari agendo a monte del selettore delle velocità. Se gli metto le ruote sono convinto che decolla ^^

Ecco i dati del motore del ventilatore:
Industrial Floor Fan
Item FE-45 / Mod. UTS-45
230v 50Hz 130W
http://hopeful.gmc.globalmarket.com/products/details/18-metal-industrial-floor-fan-fe-45-1308133.html


Credo (da ignorante) che con un regolatore di tensione potrei risolvere, ma che costi poco e che sia realizzabile "in casa" da un niubbo come me :P

Su internet alcuni dicono che sia possibile risolvere il problema con un semplice varialuce di questo... boh... che dite?

ziozarzi

  • Visitatore
Re:Regolatore motore 220v
« Risposta #1 il: 21 Luglio 2013, 10:27:42 »
scusa, 220VAC è di sicuro l'alimentazione primaria.Pure la secondaria,cioè quella che fa girare le pale, è a 220VAC?o c'è un trasformatore,tipo 220VC/24VDC, cose di questo tipo insomma? Se è alimentato a tensione continua,ad esempio a 24V,basta un circuitino con l'LM317 credo,che è quasi uno standard domestico per regolare tensioni/correnti.

Offline Allanon

  • Administrator
  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 3498
  • Karma: +17/-4
    • Mostra profilo
    • http://www.a-mc.biz
Re:Regolatore motore 220v
« Risposta #2 il: 21 Luglio 2013, 11:22:25 »
Da quanto vedo le pale sono collegate ad un motore ad induzione a 220VAC senza trasformatori o altro, a monte del motore c'è un regolatore a tre velocità, ma non vorrei aprirlo per non invalidare la garanzia, niente trasformatori, 200VAC diretta.

ziozarzi

  • Visitatore
Re:Regolatore motore 220v
« Risposta #3 il: 21 Luglio 2013, 12:02:14 »
si,non aprire niente,se il motore è a 220VAC, allora gira con la tensione della rete.
Ti dico la verità,essendo quasi certamente un motore asincrono monofase, non è per niente facile regolarne la velocità, visto che dipende dalla frequenza della rete in pratica.Non so nemmeno se esistano inverter CA/CA monofase capaci di modificare la frequenza di ingresso. Vedo difficile questa cosa che vuoi realizzare.

Offline Allanon

  • Administrator
  • Synthetic Voodoo
  • *****
  • Post: 3498
  • Karma: +17/-4
    • Mostra profilo
    • http://www.a-mc.biz
Re:Regolatore motore 220v
« Risposta #4 il: 21 Luglio 2013, 12:28:49 »
Ma quel variatore che ho inserito nel link dici che non funziona? Nel sito c'è scritto che può essere usato su motori ad induzione, però non vorrei buttare soldi inutilmente... e poi altra domandina, ma allora il regolatore a tre velocità che ha di serie come funziona?

ziozarzi

  • Visitatore
Re:Regolatore motore 220v
« Risposta #5 il: 21 Luglio 2013, 14:24:36 »
non lo so,non mi convince,non so perchè...i dimmer storicamente modulavano luci,roba così insomma,non motori induttivi.Dalla descrizione dovrebbe funzionare,prova,potrei non essere aggiornato.Ma appena senti che sta scaldando,stacca tutto.
Sui pulsanti invece il discorso è diverso,perchè agiscono sugli avvolgimenti che hanno più uscite, prefissate.Modificano quindi in sostanza la geometria,per questo sono a velocità prefissata.

Offline TheKaneB

  • Human Debugger
  • *****
  • Post: 5292
  • Karma: +20/-23
    • Mostra profilo
    • http://www.antoniobarba.org
Re:Regolatore motore 220v
« Risposta #6 il: 21 Luglio 2013, 14:36:37 »
Se il motore è asincrono, si può comunque diminuire la coppia tagliando la sinusoide di rete con una coppia di SCR. In questo modo l'energia arriva in modo impulsivo e il motore spinge per brevi periodi, anzichè avere una coppia costante.

Si usa questo sistema anche per i dimmer luminosi, solo che qui abbiamo un carico induttivo e bisogna compensare la fase con un qualche sistema di reattanza capacitiva (magari un semplice condensatore variabile).

Ergo, credo che quel coso linkato potrebbe funzionare benissimo se rispetta questo meccanismo.

ziozarzi

  • Visitatore
Re:Regolatore motore 220v
« Risposta #7 il: 21 Luglio 2013, 15:08:46 »
per riallacciarmi a kaneB, quello che non mi convince sta nel taglio della sinusoide di rete...che io sappia si generano componenti di corrente, anche continue, che disimmetrizzano il meccanismo, scaldando,oppure disturbano la coppia e quindi il rendimento. Fino a quando questi disturbi abbassano il rendimento, il motore si limita a lavorare male,ma se inizia a surriscaldare il motore,vuol dire che inizia ad esserci qualcosa di disimmetrizzato nel sincronismo statore-rotore,per cui, non va bene. L'unica cosa è provarlo.Magari hanno trovato una soluzione.

Tags: